Migliore Scheda Madre (Motherboard) sotto 100 euro | Quale Comprare | 2020

MIGLIORE PER AMD RYZEN
Asus ROG STRIX B450-F GAMING Scheda Madre da Gioco con Supporto DDR4 a 3200 MHz, AM4, SATA 6 Gbps, HDMI 2.0, Doppia NVMe M.2, USB 3.1, Nero
MIGLIORE PER INTEL
MSI MPG Z390 GAMING PLUS Scheda Madre, Socket LGA 1151, DDR4, Nero
INTERESSANTE
Gigabyte Z390 UD Scheda Madre, Socket LGA 1151 (Intel core Gen 8 & 9), Nero
DA VALUTARE
Asrock AB350 Gaming-ITX/AC Socket AM4, scheda madre Mini-ITX, AB350 Gaming-ITX/AC
Asus ROG STRIX B450-F GAMING Scheda Madre da Gioco con Supporto DDR4 a 3200 MHz, AM4, SATA 6 Gbps, HDMI 2.0, Doppia NVMe M.2, USB 3.1, Nero
MSI MPG Z390 GAMING PLUS Scheda Madre, Socket LGA 1151, DDR4, Nero
Gigabyte Z390 UD Scheda Madre, Socket LGA 1151 (Intel core Gen 8 & 9), Nero
Asrock AB350 Gaming-ITX/AC Socket AM4, scheda madre Mini-ITX, AB350 Gaming-ITX/AC
MIGLIORE PER AMD RYZEN
Asus ROG STRIX B450-F GAMING Scheda Madre da Gioco con Supporto DDR4 a 3200 MHz, AM4, SATA 6 Gbps, HDMI 2.0, Doppia NVMe M.2, USB 3.1, Nero
Asus ROG STRIX B450-F GAMING Scheda Madre da Gioco con Supporto DDR4 a 3200 MHz, AM4, SATA 6 Gbps, HDMI 2.0, Doppia NVMe M.2, USB 3.1, Nero
MIGLIORE PER INTEL
MSI MPG Z390 GAMING PLUS Scheda Madre, Socket LGA 1151, DDR4, Nero
MSI MPG Z390 GAMING PLUS Scheda Madre, Socket LGA 1151, DDR4, Nero
INTERESSANTE
Gigabyte Z390 UD Scheda Madre, Socket LGA 1151 (Intel core Gen 8 & 9), Nero
Gigabyte Z390 UD Scheda Madre, Socket LGA 1151 (Intel core Gen 8 & 9), Nero
DA VALUTARE
Asrock AB350 Gaming-ITX/AC Socket AM4, scheda madre Mini-ITX, AB350 Gaming-ITX/AC
Asrock AB350 Gaming-ITX/AC Socket AM4, scheda madre Mini-ITX, AB350 Gaming-ITX/AC

Scheda madre (Motherboard) per pc: ciò che rende possibile il fuzionamento di un computer, la piattaforma su cui il processore (CPU), le memorie (RAM), gli hard disk, la scheda video e audio, possono connettersi.
La motherboard o MB o anche detta mobo o scheda di sistema ha vari prezzi e tipologie in base al tipo di processore, in questo articolo vedremo le migliori schede madri sui 100 euro da comprare a Novembre 2020.

Anche i telefoni, i tablet e altri piccoli dispositivi hanno delle schede madri, ma spesso vengono chiamate schede logiche. I loro componenti sono di solito saldati direttamente sulla scheda per risparmiare spazio, il che significa che non ci sono slot di espansione per gli aggiornamenti come si vede nei computer desktop.

Il Personal Computer IBM, uscito nel 1981, è considerato la primissima scheda madre di un computer (all’epoca era chiamato “planare”).

I produttori di schede madri più popolari sono ASUS, Intel, ASRock, MSI, Gigabyte.

Schede madri in base al chipset:

Skylake (Intel) Z170, H170, H110, B170, Q150 e Q170
Kabylake (Intel) Z270, H270, Q270, Q270, Q250 e B250
Ryzen (AMD) X470, X570, B350 e B450

Guida all’acquisto della migliore scheda madre

Una scheda madre da sola è inutile, ma un computer deve averne una per poter funzionare. Il compito principale della scheda madre è quello di tenere il chip del microprocessore del computer e lasciare che tutto il resto si colleghi ad esso. Tutto ciò che fa funzionare il computer o ne migliora le prestazioni è parte della scheda madre o si collega ad essa tramite uno slot o una porta.

La forma e la disposizione di una scheda madre è chiamata fattore di forma. Il fattore di forma influisce su dove vanno i singoli componenti e sulla forma del case del computer. Ci sono diversi fattori di forma specifici che la maggior parte delle schede madri per PC utilizzano in modo che possano adattarsi tutti ai casi standard.

A cosa serve una scheda madre? Funzioni di una motherboard

Le funzioni di una scheda madre per computer sono le seguenti:

La scheda madre agisce come la spina dorsale centrale di un computer su cui sono installate altre parti modulari come la CPU, la RAM e i dischi rigidi.
La scheda madre funge anche da piattaforma su cui sono disponibili vari slot di espansione per installare altri dispositivi/interfacce.
La scheda madre è anche responsabile della distribuzione dell’alimentazione ai vari componenti del computer.
Essi sono anche utilizzati nel coordinamento dei vari dispositivi del computer e mantengono un’interfaccia tra di loro.
Alcune delle dimensioni in cui le schede madri sono disponibili sono : BTX, ATX, mini-ATX, mini-ATX, micro-ATX, LPX, NLX, NLX ecc.

Migliori Processori (Cpu) per Video Editing | Encoding H264 H265 | Classifica Novembre 2020

Da quali materiali è composta una scheda madre?

Una scheda madre è composta principalmente da due materiali:

Strati di fibra di vetro per l’isolamento
Rame per formare percorsi conduttivi

Se vi state chiedendo perché le schede madri sono fatte a strati, la risposta è abbastanza semplice: per risparmiare spazio.

L’accatastamento di 4-8 strati di PCB in fibra di vetro rivestiti in rame rende le schede madri significativamente più piccole. Questo aumenta anche la velocità di elaborazione dei dati, poiché gli elettroni hanno meno distanza da percorrere.

Ora, a meno che non sappiate esattamente cosa state facendo, non dovreste mai forare la vostra scheda madre! Una scheda madre è composta da strati che hanno il rame incorporato tra le fibre di vetro. Se doveste perforare attraverso una delle corsie di rame, sarebbe la fine della vostra scheda madre.

Naturalmente, questo non significa che il PCB non venga mai forato; il PCB viene preforato prima ancora di arrivare in fabbrica. La foratura serve per i fori di montaggio e i fori passanti per il fissaggio e la saldatura dei componenti. L’accesso di interconnessione verticale (VIAS) sarà anch’esso saldato sulla scheda madre ed è fondamentalmente un collegamento elettrico tra gli strati di rame.

La base di una scheda madre

Tutto inizia con il PCB o circuito stampato. Strati di vetroresina molto complicati vengono impilati/schiacciati insieme con una resina per formare uno strato solido.

Questo nuovo, singolo strato di fibra di vetro sarà poi rivestito con uno strato di rame sia sul lato superiore che inferiore. Una sostanza chimica chiamata fotoresist, un materiale sensibile alla luce che, se esposto alla luce, forma una traccia incisa di rame sul PCB, che viene poi rivestita sulla parte superiore dello strato di rame.

Dopo aver ricoperto il rame con il fotoresist, un modello che copre parti specifiche dello strato viene poi posto sopra di esso prima di esporre l’intera lastra alla luce UV. La scheda viene poi lavata per rimuovere le parti scoperte dello strato di rame, esponendo la scheda madre quasi completa.

Quando tutto è completato, inizia il processo di produzione della scheda madre vera e propria.

Processo di produzione della scheda madre

Il processo di produzione della scheda madre è essenzialmente suddiviso in quattro parti:

Tecnologia a montaggio superficiale (SMT)
DIP (Pacchetto Doppio Inline)
Test
Imballaggio

1. Tecnologia a montaggio superficiale (SMT)

È qui che i componenti più piccoli vengono saldati sulla scheda madre.

Il processo inizia con i PCB impilati e spinti da una macchina uno ad uno verso una stampante avanzata, che poi segue un layout pre-etichettato prima di saldare i componenti in posizione.

Le schede madri non vengono inviate direttamente al DIP perché devono essere prima ispezionate manualmente e poi posizionate su un chip tester integrato per garantire che la stampa ordinata sia accurata. Se supera il test, il suo viaggio continua.

2. DIP (Dual Inline Package)

Questo processo inizia con il posizionamento delle schede madri in una macchina che installa i piccoli condensatori. Dopo di che, i componenti più grandi, come i connettori a 24 pin e le porte di ingresso/uscita, vengono montati a mano.

Prima che una scheda madre sia pronta per il test, deve superare l’ispezione manuale per assicurarsi che i componenti siano installati correttamente.

Dopo l’ispezione manuale, questi vengono inviati attraverso una camera di calore che si dice vada fino a 265° Celsius per rinforzare i componenti recentemente inseriti. Dopo questo, sarà quindi pronto per il test.

3.Prove

I test sono davvero facili da capire e, come sempre, importanti per il controllo qualità. Tutte le porte I/O, le corsie PCI Express, ecc. dovranno superare una serie di test prima di essere etichettate come pronte per l’imballaggio.

4. Imballaggio e distribuzione

Il processo di imballaggio e distribuzione è il luogo in cui vengono imballati i cavi SATA, il manuale, lo schermo I/O, l’installatore dei driver e quasi tutto ciò che si trova all’interno di una scheda madre appena acquistata.

La scheda madre sarà anche confezionata in un sacchetto antistatico. A questo punto, la scheda madre è finalmente pronta per la distribuzione.

Cos’è il fattore di forma di una scheda madre

Il fattore forma è solo uno dei tanti standard che si applicano alle schede madri. Alcuni degli altri standard includono:

Il socket per il microprocessore determina il tipo di unità centrale di elaborazione (CPU) che la scheda madre utilizza.
Il chipset fa parte del sistema logico della scheda madre ed è solitamente costituito da due parti: il northbridge e il southbridge. Questi due “ponti” collegano la CPU ad altre parti del computer.
Il chip del Basic Input/Output System (BIOS) controlla le funzioni più elementari del computer ed esegue un auto-test ogni volta che lo si accende. Alcuni sistemi sono dotati di doppio BIOS, che fornisce un backup in caso di guasto o di errore durante l’aggiornamento.
Il chip dell’orologio in tempo reale è un chip a batteria che mantiene le impostazioni di base e l’orario del sistema.

Gli slot e le porte che si trovano su una scheda madre includono:

Peripheral Component Interconnect (PCI) – connessioni per schede video, audio e schede di acquisizione video, così come schede di rete
Integrated Drive Electronics (IDE) – interfacce per i dischi rigidi anche SSD
Universal Serial Bus o FireWire o Thunderbird – periferiche esterne
Slot di memoria

Alcune schede madri incorporano anche i più recenti progressi tecnologici:

I controller RAID (Redundant Array of Independent Discs) permettono al computer di riconoscere più unità come un’unica unità.
PCI Express è un protocollo più recente che agisce più come una rete che come un bus.
Piuttosto che affidarsi a schede plug-in, alcune schede madri hanno a bordo il supporto audio, di rete, video o altre periferiche.

Da cosa è composta una scheda madre?

Unità centrale di elaborazione (CPU)
Il microprocessore del computer

Conosciuto anche come microprocessore o processore, la CPU è il cervello del computer. È responsabile del recupero, della decodifica e dell’esecuzione delle istruzioni del programma, nonché dell’esecuzione di calcoli matematici e logici.

Il chip del processore è identificato dal tipo di processore e dal produttore. Queste informazioni sono solitamente inscritte sul chip stesso. Per esempio, Intel 386, Advanced Micro Devices (AMD) 386, Cyrix 486, Pentium MMX, Intel Core 2Duo, o iCore7, Ryzen.

Se il chip del processore non è presente sulla scheda madre, è possibile identificare il socket del processore come socket 1 a Socket 8, LGA 775 tra gli altri. Questo può aiutare a identificare il processore che si inserisce nel socket.

Memoria ad accesso casuale (RAM)
La memoria del computer

La memoria ad accesso casuale, o RAM, si riferisce di solito a chip per computer che memorizzano temporaneamente dati dinamici per migliorare le prestazioni del computer mentre si lavora.

In altre parole, è il luogo di lavoro del computer, dove vengono caricati i programmi e i dati attivi in modo che ogni volta che il processore li richiede, non debba recuperarli dal disco rigido.

La memoria ad accesso casuale è volatile, il che significa che perde il suo contenuto una volta spenta l’alimentazione. Questo è diverso dalla memoria non volatile, come i dischi rigidi e la memoria flash, che non richiedono una fonte di alimentazione per conservare i dati.

Quando un computer si spegne correttamente, tutti i dati che si trovano nella RAM vengono restituiti alla memoria permanente sul disco rigido o sull’unità flash. Al successivo avvio, la RAM inizia a riempirsi di programmi caricati automaticamente all’avvio, un processo chiamato avvio. In seguito, l’utente apre altri file e programmi che sono ancora caricati in memoria.

Sistema di ingresso/uscita di base (BIOS)
Il BIOS

BIOS sta per Basic Input/Output System. Il BIOS è una memoria di “sola lettura”, che consiste in un software di basso livello che controlla l’hardware del sistema e funge da interfaccia tra il sistema operativo e l’hardware. La maggior parte delle persone conosce il termine BIOS da un altro nome-dispositivo driver, o solo driver. Il BIOS è essenzialmente il collegamento tra l’hardware del computer e il software di un sistema.

Tutte le schede madri includono un piccolo blocco di Read Only Memory (ROM) che è separato dalla memoria di sistema principale utilizzata per il caricamento e l’esecuzione del software. Nei PC, il BIOS contiene tutto il codice necessario per controllare la tastiera, lo schermo del display, le unità disco, le comunicazioni seriali e una serie di funzioni varie.

Il BIOS di sistema è un chip ROM sulla scheda madre utilizzato durante la routine di avvio (processo di avvio) per controllare il sistema e prepararsi ad eseguire l’hardware. Il BIOS è memorizzato su un chip ROM perché la ROM conserva le informazioni anche quando il computer non è alimentato.

Memoria ad accesso casuale a semiconduttore ad ossido di metallo in omaggio (CMOS RAM)

La batteria CMOS

Le schede madri includono anche un piccolo blocco di memoria separato fatto di chip CMOS RAM che vengono tenuti in vita da una batteria (nota come batteria CMOS) anche quando il PC è spento. Questo impedisce la riconfigurazione quando il PC è acceso.

I dispositivi CMOS richiedono pochissima energia per funzionare.

La RAM CMOS viene utilizzata per memorizzare informazioni di base sulla configurazione del PC, per esempio:-

Tipi di floppy disk e hard disk
Informazioni sulla CPU
Dimensione RAM
Data e ora
Informazioni sulle porte seriali e parallele
Informazioni Plug and Play
Impostazioni di risparmio energetico

Altri dati importanti conservati nella memoria CMOS sono l’ora e la data, che vengono aggiornati da un Real Time Clock (RTC).

Memoria Cache
La memoria cache di livello 2 su una vecchia scheda madre
L2 cache su una vecchia scheda madre.

L2 cache su una vecchia scheda madre.
La memoria cache del computer

La memoria cache è un piccolo blocco di memoria ad alta velocità (RAM) che migliora le prestazioni del PC precaricando le informazioni dalla memoria principale (relativamente lenta) e passandole al processore su richiesta.

La maggior parte delle CPU hanno una memoria cache interna (integrata nel processore) che viene chiamata Livello 1 o memoria cache primaria. Questa può essere integrata da una memoria cache esterna montata sulla scheda madre. Questa è la cache di livello 2 o secondaria.

Nei computer moderni, i livelli 1 e 2 della memoria cache sono integrati nel die del processore. Se una terza cache viene implementata al di fuori del die, essa viene definita come cache di livello 3 (L3).

I bus di espansione

Un bus di espansione è un percorso di ingresso/uscita dalla CPU ai dispositivi periferici ed è tipicamente costituito da una serie di slot sulla scheda madre. Le schede di espansione (schede) si collegano al bus. Il PCI è il bus di espansione più comune in un PC e in altre piattaforme hardware. I bus trasportano segnali come dati, indirizzi di memoria, alimentazione e segnali di controllo da componente a componente. Altri tipi di bus includono ISA ed EISA.

I bus di espansione migliorano le capacità dei PC consentendo agli utenti di aggiungere le funzionalità mancanti nei loro computer, inserendo le schede adattatore negli slot di espansione.

Chipsets
Un chipset è un gruppo di piccoli circuiti che coordinano il flusso di dati da e verso i componenti chiave di un PC. Questi componenti chiave includono la CPU stessa, la memoria principale, la cache secondaria e qualsiasi dispositivo situato sui bus. Un chipset controlla anche il flusso di dati da e verso i dischi rigidi e altri dispositivi collegati ai canali IDE.

Un computer ha due chipset principali:

Il NorthBridge (chiamato anche controller della memoria) ha il compito di controllare i trasferimenti tra il processore e la RAM, ed è per questo che si trova fisicamente vicino al processore. A volte viene chiamato GMCH, per Graphic and Memory Controller Hub.

Il SouthBridge (chiamato anche controller di ingresso/uscita o controller di espansione) gestisce le comunicazioni tra le periferiche più lente. È anche chiamato ICH (I/O Controller Hub). Il termine “ponte” è generalmente usato per designare un componente che collega due bus.

I produttori di chipset includono SIS, VIA, ALI e OPTI.

L’orologio della CPU

L’orologio della CPU sincronizza il funzionamento di tutte le parti del PC e fornisce il segnale di temporizzazione di base per la CPU. Utilizzando un cristallo di quarzo, l’orologio della CPU dà vita al microprocessore alimentandolo con un flusso costante di impulsi.

Per esempio, una CPU a 200 MHz riceve 200 milioni di impulsi al secondo dall’orologio. Una CPU a 2 GHz riceve due miliardi di impulsi al secondo. Allo stesso modo, in qualsiasi dispositivo di comunicazione, un orologio può essere utilizzato per sincronizzare gli impulsi di dati tra il mittente e il destinatario.

Un “orologio in tempo reale”, chiamato anche “orologio di sistema“, tiene traccia dell’ora del giorno e mette questi dati a disposizione del software. Un “orologio a tempo” interrompe la CPU a intervalli regolari e permette al sistema operativo di dividere il proprio tempo tra gli utenti attivi e/o le applicazioni.

Interruttori e ponticelli

Gli interruttori DIP (Dual In-line Package) sono piccoli interruttori elettronici che si trovano sul circuito stampato e che possono essere accesi o spenti come un normale interruttore. Sono molto piccoli e quindi di solito vengono capovolti con un oggetto appuntito, come la punta di un cacciavite, una graffetta piegata o il tappo di una penna. Fare attenzione quando si pulisce vicino agli interruttori DIP, in quanto alcuni solventi possono distruggerli. I DIP switch sono obsoleti e non li troverete nei sistemi moderni.
I ponticelli sono piccoli perni sporgenti sulla scheda madre. Un ponticello o un ponte viene usato per collegare o cortocircuitare una coppia di ponticelli. Quando il ponte è collegato a due pin qualsiasi, tramite un collegamento di cortocircuito, completa il circuito e si ottiene una certa configurazione.
I ponticelli sono ponti metallici che chiudono un circuito elettrico. Tipicamente, un ponticello è costituito da una spina di plastica che si inserisce su una coppia di pin sporgenti. I ponticelli sono talvolta utilizzati per configurare le schede di espansione. Posizionando un ponticello su un diverso set di pin, è possibile modificare i parametri di una scheda.

NOTA: È possibile controllare i pin del ponticello e il cappuccio del ponticello sul retro di un disco rigido IDE e di un CD/DVD ROM

Porte di ingresso/uscita

Anche comunemente chiamate porte di I/O, in breve. Queste porte si trovano sul retro del computer e sono spesso codificate a colori.

Di seguito sono riportate le porte di I/O insieme ai colori che rappresentano.

Microfono – Porta jack rosa da 3,5 mm
Altoparlanti e cuffie / Cuffie / Auricolari – Porta jack verde grassetto da 3,5 mm
Monitor- Le schede madri più vecchie sono dotate di una solida porta VGA blu sul retro, ma le schede madri più recenti utilizzano la porta HDMI e la porta DVI bianca o nera come standard
Cavo di rete Ethernet – Porta incolore
Tastiera e Mouse- Porta PS/2 (tastiera – viola; Mouse- verde)
Dispositivi USB- porta USB 2.0 incolore; porta USB 3.0/3.1 blu solido (Sì, le porte VGA sono di colore simile, ma questo va solo a dimostrare quanto sia antiquata la VGA)
Alcune moderne schede madri sono dotate di connessioni di tipo USB C

Connettore IDE e SATA (Connettori per dispositivi di memorizzazione)

I connettori dei dispositivi di memorizzazione interna sono il punto di collegamento dei dispositivi di memorizzazione, come i dischi rigidi meccanici e le unità a stato solido. Questi dispositivi di memorizzazione devono essere collegati alla scheda madre per poter inviare e recuperare i dati.

Non dimenticate: mentre gli HDD e gli SSD fanno la stessa cosa (memorizzare i dati), c’è una grande differenza tra il modo in cui gli HDD e gli SSD fanno questo.

L’IDE, o Integrated Drive Electronics, viene utilizzato per collegare unità disco, dischetti e HDD. Si tratta di un connettore maschio a 40 pin che collega l’HDD.

Con l’avanzare della tecnologia, i connettori IDE sono diventati obsoleti. Ora il connettore SATA (Serial Advanced Technology Attachment) è il connettore standard con interfaccia a 7 pin. Nonostante abbia 33 pin in meno, questo è più veloce dei connettori IDE.

Connettori di alimentazione

Il connettore ATX (Advanced Technology eXtended) (che si trova nelle schede madri più recenti) ha connettori femmina a 20 o 24 pin. Questo è il connettore più grande della scheda madre, in quanto preleva l’alimentazione necessaria direttamente dall’alimentatore.

L’SMPS (alimentatore switching) utilizza quindi questa alimentazione per mantenere in funzione la scheda madre.

Connettori I/O anteriori

Qui è dove si collegano l’interruttore di alimentazione, l’indicatore di alimentazione a LED, il Reset Switch e i cavi LED dell’HDD. Qui si collegano anche la porta audio anteriore e l’USB anteriore. Questi collegamenti si trovano di solito nella parte inferiore della scheda madre.

Socket della CPU

Il socket della CPU è il luogo in cui è installata la vostra CPU (processore). Qui avviene l’elaborazione e il trasferimento dei dati. La vostra CPU è una delle parti più importanti del vostro computer, quindi spesso scegliete la vostra scheda madre in base alla compatibilità con la CPU che intendete utilizzare. Per funzionare, la CPU deve essere compatibile al 100% con il socket della scheda madre.

Slot per schede video

Lo slot per schede video consente di installare una GPU dedicata e di aumentare le prestazioni grafiche del computer più di quanto farebbe una APU AMD o una CPU Intel. Questo va agli slot ad alto contenuto di dati, come lo slot PCIe o lo slot AGP. Le porte includono, ma non sono limitate a, (dipende dalla scheda):

HDMI
DVI
DisplayPort
USB-C

Slot per schede di rete

Lo slot della scheda di rete è il punto in cui si inserisce la scheda di interfaccia di rete (NIC). Ciò consente di collegarsi ad altre reti di computer via LAN o Internet. Ha una porta RJ-45 sul retro.
Slot per schede modem

Qui è dove si collega la scheda di rete in modo da potersi collegare a internet attraverso la linea telefonica. Ovviamente si tratta di una tecnologia più vecchia rispetto alla NIC di cui sopra. Questa ha tipicamente 2 connettori RJ-11 per connettersi al telefono.

Slot per schede audio

Qui è dove si inseriscono le schede audio. Convertono i segnali elettrici in segnali audio o suoni che possiamo sentire. A seconda del tipo di audio, ci saranno diversi tipi di porte sul retro. Ma di solito ha diverse porte da 3,5 mm utilizzate per le seguenti:

Microfono
Altoparlante
Registratore
Joystick da gioco

Slot RAM (memoria)

RAM, o Random Access Memory, gli slot sono una delle parti più importanti di una scheda madre.

Gli slot RAM sono, non sorprende, dove si collocano i moduli RAM. C’è lo slot SIMM (Single in-line memory module) che supporta solo un bus a 32 bit, e c’è lo slot DIMM (Dual inline memory module) che può funzionare contemporaneamente con un bus a 64 bit.

DDR3 (Double Data Rate 3rd Generation) era una volta lo standard con la RAM, ma questo è stato lentamente sostituito con DDR4 (Double Data Rate 4th Generation). Mentre la DDR3 è ancora sorprendentemente efficace, la DDR4 è il nuovo standard.

Quando si tratta di gioco, c’è ancora un dibattito attivo se sono necessari 8GB o 16GB di DDR4.

Slot M2

Qui è dove si collega l’SSD M.2. Lo slot M.2 è considerato il sostituto dello standard mSATA ed era precedentemente conosciuto come Next Generation Form Factor (NGFF).

Quando i dispositivi M.2 utilizzano il bus PCI invece del bus SATA, possono trasferire i dati sei volte più velocemente di un SSD standard.

Gli SSD M.2 sono stati progettati per consentire lo storage ad alte prestazioni in dispositivi compatti, come laptop e tablet. I dispositivi M.2 sono ampiamente accettati come i migliori tipi di storage, poiché li vediamo diventare una caratteristica standard anche nei PC desktop.

Abbiamo esaminato le diverse sezioni di una scheda madre con cui è probabile che si interagisca durante la costruzione del PC. Naturalmente, c’è molto di più all’opera su una scheda madre che gioca un ruolo importante nel funzionamento dei vostri vari componenti.

Altre parti, come i chipset, agiscono come un hub di comunicazione o un centro di controllo del traffico, e gestiscono il flusso di dati tra il processore, la memoria e le periferiche. È essenzialmente la spina dorsale di un PC.

Chip ROM

La memoria ROM o Read Only Memory è il luogo in cui sono memorizzate le informazioni critiche necessarie per avviare un computer. È molto difficile (se non impossibile) modificare il contenuto della ROM.

A differenza della RAM, dove le informazioni vengono perse quando si spegne il computer, la ROM conserva il contenuto anche quando il computer è spento. Questo è il motivo per cui la RAM è considerata “volatile”, mentre la ROM è “non volatile”.
VRM (modulo regolatore di tensione)

VRM chiamato anche modulo di potenza del processore (PPM), è un componente che agisce in modo molto simile ad un alimentatore per computer (PSU). Esso abbatte la tensione, un processo che in realtà avviene diverse volte prima che l’elettricità arrivi a casa vostra, per fornire alla CPU l’esatta quantità di tensione di cui ha bisogno.

Il VRM è composto da MOSFET e bobine di arresto. Di seguito ne parleremo ancora.
Cosa serve per essere una buona scheda madre?

A questo punto, dovreste avere una discreta comprensione di come sono fatte le schede madri e le parti che le compongono. Ma cosa serve per essere considerata una “buona” scheda madre?
VRM (modulo regolatore di tensione)

Prima di poter individuare una scheda madre con un buon VRM, è necessario prima familiarizzare con alcuni componenti che compongono l’intero VRM, ovvero il MOSFET e gli Chokes:

MOSFET, o Metal-Oxide-Semiconductor Field-Effect Transistors, sono i componenti rettangolari piatti che di solito si trovano intorno al socket della CPU. Questi sono responsabili dell’alimentazione della CPU con l’esatta tensione di cui ha bisogno
Le bobine d’arresto si trovano di solito accanto al MOSFET e sono responsabili della stabilizzazione delle correnti e dei condensatori in caso di picchi di tensione improvvisi

VRM

Individuare una scheda madre con un buon VRM sembra difficile, ma in realtà è più facile di quanto si pensi perché basta contare il numero di strozzature. Ogni strozzatura equivale a una fase, e più fasi significano una migliore stabilità.

Una scheda madre entry-level che ha almeno quattro strozzature è considerata ok, mentre le schede madri di qualità medio-alta hanno almeno sei strozzature. All’estremità superiore, non è raro vedere più di otto strozzatori.

Se avete intenzione di overcloccare la vostra CPU, la necessità di optare per questi VRM di alta qualità è ancora più essenziale. Vale la pena notare che molte delle schede madri che permettono l’overclocking hanno VRM migliori di default; allo stesso modo, le schede madri che non si occupano di overclocking spesso hanno VRM peggiori perché sanno che non li spingerai.
Design

Una buona scheda madre dovrebbe avere un design ben pensato, in quanto componenti mal posizionati potrebbero avere un impatto negativo sulla salute del vostro sistema.

Non si potrebbe pensare che questo sia qualcosa di cui si debba diffidare, dato che sono realizzati da designer professionisti, ma l’autorizzazione può essere un problema. L’autorizzazione della RAM è qualcosa che tutti noi dobbiamo considerare quando acquistiamo un refrigeratore aftermarket. A volte la RAM e un ingombrante refrigeratore per CPU possono bloccarsi l’un l’altro, dandovi il mal di testa.

Oggigiorno il design non è più solo una questione di posizionamento. Ora, le schede madri sono illuminate con audaci luci RGB, armature, schermi LCD e comandi manuali!
Chipset

Dovreste prestare molta attenzione al chipset della scheda madre perché, come molti saranno d’accordo, è necessario avere componenti compatibili!

I chipset dettano la compatibilità con vari componenti, in particolare con il processore. Infatti, i chipset funzionano solo all’interno di una specifica famiglia di processori. Ad esempio, i nuovi chip Ryzen 3000 saranno compatibili solo con le schede madri x470 e x570.

Domande e risposte

Domanda: Qual è la funzione dello slot PCI?

Rispondere: PCI sta per Peripheral Component Interconnect. Si tratta di uno slot per computer che consente di inserire schede di espansione nel computer. Queste possono essere fornite sotto forma di schede audio, schede RAID, SSD, schede grafiche, coprocessori e diverse altre parti funzionali del computer. Quindi consente di espandere le capacità del PC aggiungendo ciò che non si ha.

Domanda: Come posso identificare se gli slot RAM sono DDR 1, DDR 2, DDR 3 o DDR 4?

Rispondere: Ci sono diversi modi per determinare il tipo di slot RAM di cui si dispone. Per cominciare, è possibile controllare il numero di pin. La DDR ha 184 pin e la DDR2 e la 3 ha 240 pin, mentre la DDR4 ne ha 288. L’altro metodo consiste nell’esaminare la posizione della tacca della chiave. La tacca DDR è quasi al centro ma leggermente a destra. La tacca DDR2 è quasi al centro rispetto alla DDR3 che è leggermente a sinistra. La DDR4 ha una tacca leggermente a destra ma molto vicina al centro dello slot RAM.

Domanda: Qual è il componente più importante di un sistema informatico?

Rispondere: Tecnicamente parlando, direi che ogni singolo componente è importante. C’è chi si affretta a rispondere che è il processore. Sì, è vero che il processore svolge un ruolo importante nel computer. Ma per quanto riguarda la memoria, un computer può funzionare senza la memoria? Questo è un grande no. E l’alimentatore? Anche in questo caso il computer può funzionare senza l’alimentatore? Questo non è possibile. Quindi, in parole povere, tutti i componenti di un computer sono molto importanti perché ci sono per un motivo.

Domanda: Qual è la funzione dell’IDE sotto l’hardware del sistema?

Rispondere: L’Integrated Drive Electronics (IDE) è un’interfaccia standard per collegare una scheda madre a dispositivi di memorizzazione come dischi rigidi e unità CD-ROM/DVD. Nella maggior parte delle schede madri più vecchie, c’erano 2 canali IDE dove i drive erano collegati tramite un cavo a nastro. Ogni cavo porta 2 dispositivi. Sulla scheda madre è presente un controller integrato per il controllo del flusso di informazioni dall’unità alla scheda madre e viceversa.

Le moderne schede madri utilizzano la tecnologia SATA. Un accessorio seriale di tecnologia avanzata (ATA seriale, SATA o S-ATA) è un’interfaccia bus per computer utilizzata per collegare gli adattatori del bus host (controller di unità disco) con dispositivi di memorizzazione di massa come unità ottiche e dischi rigidi.

Storia della scheda madre

Prima dei microprocessori, i computer ospitavano più PCB che erano collegati tra loro attraverso un backplane. Un backplane è una disposizione parallela di connettori elettrici, ognuno dei quali è allineato con l’altro in modo che ogni pin di un connettore sia collegato con il relativo pin dell’altro. Questo backplane è stato utilizzato per collegare tra loro più PCB. Componenti come l’unità centrale di elaborazione (CPU), la memoria e altre periferiche sono stati collegati a diversi PCB e poi combinati usando il backplane.

Con il tempo, con l’avvento dei microprocessori, questi backplane sono diventati un ricordo del passato e vari componenti sono stati integrati direttamente in un unico circuito stampato. Così, un singolo PCB, chiamato scheda madre, era necessario solo per un computer.

Negli anni ’80, aziende come Apple e IBM rilasciarono la documentazione e i progetti delle loro schede madri. Lo scopo era quello di permettere la produzione di schede madri sostitutive per i loro popolari computer come l’Apple II e il PC IBM. Le schede madri cominciarono a diventare più consolidate ma allo stesso tempo complesse. I chip Super I/O (single ICs) iniziarono ad esistere nella scheda madre alla fine degli anni ’80, consentendo il supporto di periferiche a bassa velocità come mouse, tastiera, floppy drive, ecc.

Con l’avvicinarsi dell’anno del millennio, la necessità di slot di espansione è stata eliminata per i componenti come video, storage, audio e adattatori di rete incorporandoli nella scheda madre. Attualmente, le schede madri hanno fatto un balzo in avanti fino a una fase in cui è possibile apportare modifiche quasi trascurabili dopo la produzione di una scheda madre. Le dimensioni della scheda madre si sono ridotte drasticamente negli ultimi decenni e potrebbero continuare a ridursi ulteriormente.

Domanda: Cos’è il C.M.O.S.?

Risposta: Guardando il dizionario si ottiene questa definizione;

a) “una tecnologia per la realizzazione di circuiti integrati a bassa potenza.

b) un chip costruito con tecnologia CMOS”.

Questo è molto vero, all’interno del computer, ci sono quelli che noi chiamiamo chip RAM normalmente chiamati CMOS RAM. CMOS è l’acronimo di Complementary Metal Oxide Semiconductor. È una tecnologia utilizzata per fabbricare o realizzare circuiti integrati utilizzati nella maggior parte dei campi elettronici ed elettrici. Questi chip ram perdono potenza e quindi devono essere alimentati con una batteria chiamata batteria CMOS. I dispositivi CMOS richiedono una potenza molto bassa per funzionare. La RAM CMOS è usata per memorizzare informazioni di base sulla configurazione del PC.

Domanda: Cos’è il BIOS?

Rispondere: “BIOS” sta per “Basic Input Output System”. È un software memorizzato su un piccolo chip di memoria sulla scheda madre. Questo software istruisce il computer su come eseguire alcune funzioni di base come l’avvio e il controllo della tastiera. Il BIOS è anche utilizzato per identificare e configurare l’hardware di un computer, come il disco rigido, l’unità floppy disk, l’unità ottica, la CPU, la memoria, ecc.

Domanda: Cos’è la RAM?

Rispondere: La RAM o Random Access Memory è un tipo di memoria per computer ad alta velocità che memorizza temporaneamente tutte le informazioni di cui il PC ha bisogno al momento. È il luogo in cui il vostro computer carica tutte le cose che pensa di dover scoprire presto, in modo da poterlo considerare come un luogo di lavoro del vostro computer. Quando ha bisogno di qualcosa, lo recupera in modo super veloce dalla memoria a cui si accede in modo casuale. Si noti che la RAM è una memoria temporanea; quindi quando si spegne la corrente o quando si spegne il computer, tutti i dati contenuti nella RAM vanno persi.

Domanda: Cosa sono i codici bip di una scheda madre?

Rispondere: I codici beep sono segnali audio emessi da un computer per annunciare il risultato di una breve sequenza di test diagnostici che il computer esegue alla prima accensione (chiamata Power-On-Self-Test o POST). Quando si accende il computer, deve testare i principali dispositivi come RAM, processore, tastiera e unità, tra gli altri. Se uno qualsiasi dei dispositivi è difettoso, si riceve un segnale acustico che indica quale dispositivo ha un problema.

Domanda: Quali sono le funzioni del Chipset ponte sud?

Rispondere: Il chipset Southbridge è il chip che controlla tutte le funzioni di I/O (input-output) dei computer, come USB, audio, seriale, il BIOS del sistema, il bus ISA, il controller di interruzione e i canali IDE.

Ultimo aggiornamento 2020-12-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More