Miglior Monitor Gaming sui 100 e 200 euro | Quale Comprare | 2020

DA COMPRARE
LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23.6" Full HD LED, 1920 x 1080, 1 ms, Radeon FreeSync 144 Hz, Contrasto Dinamico 5 M, 2 x HDMI, 1 x Display Port, Uscita Audio, Multitasking
DA CONSIDERARE
HP - Gaming OMEN 25 Monitor TN, Schermo FHD Antiriflesso 24.5", Tecnologia AMD FreeSync, Tempo di Risposta 1 ms Overdrive, Frequenza 144 Hz, Risoluzione 1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, Nero
INTERESSANTE
DELL, Monitor Pc SE2416H da 24 Pollici, Schermo LCD Full HD, Risoluzione 1920x1080 Pixel, Retroilluminazione a LED, Entrate AV/AVG/HMI, Inclinazione regolabile, Colore Nero
DA VALUTARE
Philips Monitor 243V5LHSB Gaming Monitor per PC Desktop 23.6" LED Full HD, 1920 x 1080, 250 cd/m², 1 ms, HDMI, DVI, VGA, Attacco VESA, Nero
LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23.6" Full HD LED, 1920 x 1080, 1 ms, Radeon FreeSync 144 Hz, Contrasto Dinamico 5 M, 2 x HDMI, 1 x Display Port, Uscita Audio, Multitasking
HP - Gaming OMEN 25 Monitor TN, Schermo FHD Antiriflesso 24.5", Tecnologia AMD FreeSync, Tempo di Risposta 1 ms Overdrive, Frequenza 144 Hz, Risoluzione 1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, Nero
DELL, Monitor Pc SE2416H da 24 Pollici, Schermo LCD Full HD, Risoluzione 1920x1080 Pixel, Retroilluminazione a LED, Entrate AV/AVG/HMI, Inclinazione regolabile, Colore Nero
Philips Monitor 243V5LHSB Gaming Monitor per PC Desktop 23.6" LED Full HD, 1920 x 1080, 250 cd/m², 1 ms, HDMI, DVI, VGA, Attacco VESA, Nero
-
DA COMPRARE
LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23.6" Full HD LED, 1920 x 1080, 1 ms, Radeon FreeSync 144 Hz, Contrasto Dinamico 5 M, 2 x HDMI, 1 x Display Port, Uscita Audio, Multitasking
LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23.6" Full HD LED, 1920 x 1080, 1 ms, Radeon FreeSync 144 Hz, Contrasto Dinamico 5 M, 2 x HDMI, 1 x Display Port, Uscita Audio, Multitasking
-
DA CONSIDERARE
HP - Gaming OMEN 25 Monitor TN, Schermo FHD Antiriflesso 24.5", Tecnologia AMD FreeSync, Tempo di Risposta 1 ms Overdrive, Frequenza 144 Hz, Risoluzione 1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, Nero
HP - Gaming OMEN 25 Monitor TN, Schermo FHD Antiriflesso 24.5", Tecnologia AMD FreeSync, Tempo di Risposta 1 ms Overdrive, Frequenza 144 Hz, Risoluzione 1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, Nero
INTERESSANTE
DELL, Monitor Pc SE2416H da 24 Pollici, Schermo LCD Full HD, Risoluzione 1920x1080 Pixel, Retroilluminazione a LED, Entrate AV/AVG/HMI, Inclinazione regolabile, Colore Nero
DELL, Monitor Pc SE2416H da 24 Pollici, Schermo LCD Full HD, Risoluzione 1920x1080 Pixel, Retroilluminazione a LED, Entrate AV/AVG/HMI, Inclinazione regolabile, Colore Nero
DA VALUTARE
Philips Monitor 243V5LHSB Gaming Monitor per PC Desktop 23.6" LED Full HD, 1920 x 1080, 250 cd/m², 1 ms, HDMI, DVI, VGA, Attacco VESA, Nero
Philips Monitor 243V5LHSB Gaming Monitor per PC Desktop 23.6" LED Full HD, 1920 x 1080, 250 cd/m², 1 ms, HDMI, DVI, VGA, Attacco VESA, Nero

Scegliere il nuovo monitor gaming perfetto può essere impegnativo per molti utenti, poiché ci sono molte opzioni e specifiche da prendere in considerazione.

Per utilizzare appieno i videogiochi più recenti, non solo avrete bisogno di un PC da gioco con una potente scheda grafica e una CPU, ma avrete anche bisogno di un monitor da gioco adeguato che sia in grado di trarre vantaggio da tutto questo.

In questa guida, vi spiegheremo a fondo tutto ciò che dovete sapere sui monitor da gioco e a cosa fare attenzione per essere sicuri di avere il monitor giusto per le vostre esigenze e preferenze, rimanendo intorno al prezzo di 100 euro circa.

Offerta
LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23.6" Full HD LED, 1920 x 1080, 1 ms, Radeon FreeSync 144 Hz, Contrasto Dinamico 5 M, 2 x HDMI, 1 x Display Port, Uscita Audio, Multitasking
  • UltraGear Monitor Gaming 24" FullHD 1920 x 1080, Flicker Safe, Anti Glare
  • Tempo di risposta 1 ms, 300 cd/m²
  • Radeon FreeSync 144 Hz (Low Frame Compensation)
  • Black Stabilizer, Dynamic Action Sync (DAS), Crosshair
  • Schermo Multitasking, Screen Split, Reader Mode (Low Blue-Light)
  • Connessioni: 2x HMDI, 1x Display Port 1.2, uscita audio (Jack)
  • Attacco VESA 100 x 100, dimensioni con stand: 556.8 x 419.8 x 180.6 mm

Dimensioni e risoluzione dello schermo di monitor gaming

La migliore dimensione del monitor per Giocare

Quando si tratta delle migliori dimensioni del monitor per il gioco, più grande non è sempre meglio – bisogna anche tenere conto della densità dei pixel.

La densità dei pixel è un rapporto pixel per pollice della risoluzione e delle dimensioni del monitor.

Se un monitor ha una densità di pixel troppo bassa, la qualità dell’immagine sarà pixelata, il che significa che lo spazio sullo schermo sarà limitato così come la mancanza di dettagli.

Nel caso in cui sia troppo alta, ci sarà molto spazio sullo schermo e molti dettagli, ma si dovrà scalare l’immagine per far sì che il testo piccolo sia abbastanza grande da poter essere letto.

Anche se questo non è un problema in sé, in quanto si può scegliere se sacrificare lo spazio sullo schermo per dettagli più grandi e nitidi o meno, alcune applicazioni, compresi i videogiochi, hanno una scarsa capacità di ridimensionamento o nessuna capacità di ridimensionamento.

Questo significa che in alcuni giochi che non supportano il ridimensionamento, alcuni elementi del gioco come l’HUD saranno troppo piccoli.

Per fortuna, la maggior parte dei nuovi giochi supporta bene il ridimensionamento. Quindi, controllate due volte come le vostre app preferite gestiscono il ridimensionamento se decidete di utilizzare un display con un’alta densità di pixel.

Offerta
HP - Gaming OMEN 25 Monitor TN, Schermo FHD Antiriflesso 24.5", Tecnologia AMD FreeSync, Tempo di Risposta 1 ms Overdrive, Frequenza 144 Hz, Risoluzione 1920 x 1080, HDMI, DisplayPort, Nero
  • Dimensioni schermo 62.23 cm (24.5")
  • Tempo di risposta di aggiornamento 1.8 ms (da grigio a grigio)
  • Risoluzione FHD (1920 x 1080 a 144 Hz)
  • Luminosità 400 cd/m²
  • Proporzioni 16:9

Qual è la dimensione/risoluzione del monitor ideale?

In breve, la maggior parte delle persone è soddisfatta degli schermi da 27″. Sono ragionevolmente grandi, ma non troppo grandi da dover spostare la testa da un angolo all’altro dello schermo per cogliere tutto ciò che accade sullo schermo.

La risoluzione ideale di un monitor da 27″ è 2560×1440 (WQHD), che si traduce in una densità di pixel di ~109 pixel per pollice. Si ottiene la quantità perfetta di spazio sullo schermo e di dettagli senza che sia necessaria alcuna scalatura.

Al contrario, un monitor da 27″ 1080p (1920×1080 – Full HD) ha una densità di pixel di ~81 PPI, il che significa che si ottiene uno schermo poco appariscente e una qualità dell’immagine pixelata, anche se alcuni utenti non se ne preoccupano perché preferiscono avere uno schermo più grande piuttosto che una qualità dell’immagine chiara e nitida.

Combinazioni ottimali di dimensioni e risoluzione del monitor da gaming

Queste sono le combinazioni ottimali di dimensioni e risoluzione del monitor.

24″ o più piccolo: 1920×1080
27″-32″: 2560×1440 e 3840×2160
32″ o superiore: 2560×1440 e 3840×2160
25″-30″ ultra larga: 2560×1080
34″-35″ ultrawide: 3440×1440
38″ ultrawide: 3840×1600
43″ super-ultra-largo: 3840×1200
49″ super-ultra-largo: 5120×1440

Naturalmente, è necessario assicurarsi che la CPU/GPU sia in grado di gestire la risoluzione del monitor alla massima velocità di aggiornamento, il che ci porta alla prossima specifica da prendere in considerazione.

DELL, Monitor Pc SE2416H da 24 Pollici, Schermo LCD Full HD, Risoluzione 1920x1080 Pixel, Retroilluminazione a LED, Entrate AV/AVG/HMI, Inclinazione regolabile, Colore Nero
  • Monitor nero da 24 pollici retroilluminato a LED
  • Risoluzione massima da 1920x1080 Pixel e formato 16:9
  • Collegamento con VGA e HDMI
  • Design moderno con accesso facilitato a comandi e impostazioni
  • Inclinazione regolabile

Frequenza di aggiornamento

Nel video qui sopra, si può vedere come le diverse frequenze di aggiornamento influiscono sulla chiarezza del movimento. Più alto è il tasso di aggiornamento, più fluido è il gameplay – a patto che il vostro FPS (Frames Per Second) possa tenere il passo con esso.

Miglior Monitor Gaming sui 100 e 200 euro | Quale Comprare | 2020

Come scegliere un monitor da gioco

Se quella macchina da corsa fosse un giocatore nemico in un competitivo sparatutto in prima persona e voi sparaste su di essa su un monitor a 60Hz, sparereste a un bersaglio che non è esattamente dove sembra, perché il vostro display sta aggiornando i fotogrammi troppo lentamente.

Quindi, non solo un display con una frequenza di aggiornamento più alta fornisce un gameplay più reattivo e divertente, ma offre anche un piccolo vantaggio contro gli altri giocatori in giochi veloci.

La differenza tra 240Hz e 144Hz non è così evidente come tra 60Hz e 120Hz+.

Il salto a 360Hz è ancora meno evidente rispetto a 240Hz contro 144Hz,  e i giocatori competitivi vorranno tutto il miglioramento possibile.

Quindi, se sei un giocatore competitivo, ti consigliamo vivamente di prendere almeno un monitor da gioco a 144Hz, e sia 240Hz che 360Hz a seconda del tuo budget e di quanto sei competitivo.

Alcuni monitor da gioco hanno una frequenza di aggiornamento di 75Hz, che offre una piccola ma visibile spinta nella chiarezza del movimento rispetto ai display a 60Hz.

Ci sono anche monitor da gioco a 100Hz-120Hz ultrawide che combinano un’alta frequenza di aggiornamento con risoluzioni ultra-wide per un gameplay coinvolgente e reattivo.

 

UltraWide vs. Widescreen

I monitor ultra larghi hanno un rapporto d’aspetto di 21:9 rispetto al formato widescreen di 16:9. Così, si ottiene il 33% di spazio orizzontale in più per un’esperienza di gioco più coinvolgente.

In alcuni giochi, si ottiene un campo visivo più ampio, che può anche essere vantaggioso in quanto è possibile individuare più velocemente gli avversari che arrivano dagli angoli. Tuttavia, alcuni giochi competitivi limitano il rapporto d’aspetto a 16:9 proprio per questo motivo.

Nei giochi che non supportano il rapporto d’aspetto 21:9, si dovrà scegliere se avere i bordi neri ai lati dell’immagine o se avere un’immagine allungata.

La maggior parte dei giochi più recenti supporta risoluzioni ultra ampie, tuttavia.

Sono disponibili anche alcuni monitor “super” 32:9 ultrawide come il Samsung Odyssey G9.

Tipo di pannello e tempo di risposta

Ci sono tre tecnologie di pannelli principali che riguardano i monitor: TN, VA e IPS – tutte con i loro vantaggi e svantaggi.

Anche se ci sono monitor OLED, attualmente ne sono disponibili solo pochi, destinati principalmente all’uso professionale e piuttosto costosi.

TN (Twisted Nematic)

Nel complesso, i monitor TN hanno i peggiori angoli di riproduzione del colore e di visualizzazione, il che significa che i colori sono un po’ sbiaditi rispetto a IPS e VA, e che l’immagine si sposta in contrasto, colore e luminosità quando viene guardata ad angoli obliqui.

Tuttavia, i pannelli TN sono economici da realizzare e hanno una velocità di risposta veloce di soli ~1ms (GtG – Gray to Gray), il che significa che i pixel impiegano solo circa 1ms per passare da una tonalità di grigio all’altra.

Questo elimina efficacemente il trailing e la sfocatura di oggetti in rapido movimento, motivo per cui i giocatori della concorrenza di solito optano per questa tecnologia a pannello.

Al giorno d’oggi, ci sono monitor a pannello IPS e VA, come il LG 27GL83A e il Samsung G7, che hanno un tempo di risposta dei pixel altrettanto veloce di alcuni modelli TN, quindi non è più necessario sacrificare la qualità dell’immagine per un tempo di risposta veloce – se se lo si può permettere.

VA (Allineamento verticale)

Poi abbiamo i pannelli VA che vantano il miglior rapporto di contrasto, che permette di produrre neri profondi per dettagli più vividi nelle ombre dell’immagine e un miglior rapporto complessivo tra i colori più scuri e quelli più luminosi.

Ahimè, i pannelli VA hanno le peggiori prestazioni in termini di tempo di risposta. Anche a velocità di aggiornamento più elevate, i pannelli VA hanno un notevole ghosting che peggiora quando ci sono per lo più pixel scuri coinvolti nell’immagine.

Per la maggior parte dei giocatori, la quantità di ghosting è tollerabile in quanto, in cambio, si ottengono neri così profondi. Se siete un giocatore competitivo e giocate per lo più a giochi veloci, tuttavia, dovreste evitare i pannelli VA.

La nuova generazione di pannelli VA non ha questo problema in quanto ha un tempo di risposta altrettanto veloce di alcuni TN, ma questi pannelli sono disponibili solo in alcuni costosi monitor di fascia alta (oltre 600 euro), come il già citato Samsung G7.

A differenza dei pannelli TN, i monitor VA hanno ampi angoli di visione di 178° anche se sono previsti piccoli spostamenti di contrasto se si guarda lo schermo troppo lontano dai lati o sotto/superiore.

IPS (In-Plane Switching)

Infine, i pannelli IPS hanno i colori più precisi e coerenti, anche se non hanno un rapporto di contrasto così elevato come i pannelli VA.

I monitor IPS hanno anche i migliori angoli di visualizzazione, mentre le loro prestazioni in termini di tempo di risposta sono molto migliori di quelle della maggior parte dei pannelli VA, e alcuni pannelli IPS più recenti sono veloci quanto i TN.

Così, si ottengono colori vibranti così come nessun ghosting nei giochi veloci. Il problema principale della tecnologia IPS è l’IPS glow.

IPS glow è un normale svantaggio del pannello. Fondamentalmente, quando la luce in eccesso passa attraverso il pannello, c’è un evidente bagliore intorno agli angoli dello schermo.

Il bagliore è fastidioso solo se si sta guardando un’immagine scura in una stanza buia, ma anche in questo caso, ci sono modi per gestire l’IPS glow.

Miglior Monitor Gaming sui 100 e 200 euro | Quale Comprare | 2020

Come scegliere un monitor Gaming

Tempo di risposta contro il ritardo di ingresso

Si noti che la velocità del tempo di risposta del monitor non deve essere confusa con il ritardo di ingresso, che viene misurato come il tempo impiegato dal monitor per registrare e visualizzare i comandi.

A differenza della velocità di risposta, il ritardo di ingresso non è specificato dai produttori di monitor, quindi dovrete cercare le recensioni dei monitor se avete bisogno di informazioni dettagliate.

Inoltre, tenete presente che il tempo di risposta specificato dal produttore del monitor non va preso alla lettera.

Se un monitor IPS ha un tempo di risposta di 5ms (GtG) elencato nelle sue specifiche e un pannello VA ha 4ms (GtG), non significa che il modello VA avrà meno ghosting e smearing.

La misura del tempo di risposta specificata si riferisce alla transizione più veloce possibile dei pixel da una tonalità di grigio ad un’altra in determinate condizioni di test. Non è la velocità media.

La misura del tempo di risposta specificato si riferisce alla transizione più veloce possibile dei pixel da una tonalità di grigio ad un’altra in determinate condizioni di prova. Non è la velocità media.

Quindi, ancora una volta, dovrete affidarvi ad approfondite revisioni del monitor per assicurarvi di ottenere le prestazioni desiderate.

Caratteristiche esclusive

Ora che avete deciso quali sono le dimensioni dello schermo, la risoluzione, la frequenza di aggiornamento e il tipo di pannello più adatto a voi, potete cercare alcune caratteristiche che alcuni monitor da gioco offrono.
AMD FreeSync e NVIDIA G-SYNC

 

Cosa cercare in un monitor Da Gioco

Noterete che alcuni monitor da gioco sono dotati di FreeSync di AMD o della tecnologia G-SYNC di NVIDIA.

Entrambe le tecnologie forniscono una frequenza di aggiornamento variabile, che permette al monitor di cambiare la sua frequenza di aggiornamento in modo dinamico, eliminando così artefatti visivi senza influenzare il ritardo di ingresso come fa VSync.

Per abilitare questa funzione, è necessaria una GPU compatibile con FreeSync per i monitor FreeSync o una scheda grafica NVIDIA compatibile con G-SYNC per i monitor G-SYNC.

Alcuni monitor FreeSync, tuttavia, sono compatibili con G-SYNC e funzionano anche con schede NVIDIA compatibili (serie GTX 10 o più recenti).

La differenza tra le due tecnologie è che i monitor G-SYNC hanno un modulo integrato che assicura un’ampia gamma dinamica di refresh rate, un overdrive variabile e un ritardo minimo in ingresso, ma aumenta anche significativamente il costo del monitor.

FreeSync, d’altra parte, non aumenta il prezzo del monitor in quanto si basa su uno standard royalty-free. Inoltre, FreeSync può funzionare sia su HDMI che su DisplayPort a seconda del monitor, mentre G-SYNC funziona solo su DisplayPort.

Miglior Monitor Gaming sui 100 e 200 euro | Quale Comprare | 2020

Come scegliere un monitor per il gioco

Alcuni monitor da gioco supportano anche l’HDR, che fornisce una maggiore luminosità, contrasto e gamma di colori per contenuti compatibili.

Tuttavia, non ci sono molti giochi per PC che supportano l’HDR al momento, e ci sono diversi ‘livelli’ di HDR.

Per esempio, per godere veramente dell’HDR, un display dovrebbe essere in grado di avere almeno una luminanza di picco di 1.000 nit, un rapporto di contrasto minimo di 20.000:1 e una gamma di colori DCI-P3 di almeno il 90%.

Per ottenere una luminosità e un contrasto così elevati, sarà necessaria una costosa implementazione di dimming locale full-array, disponibile in alcuni monitor da gioco di fascia alta come l’ASUS ROG Swift PG27UQ.

Ci sono anche modelli meno costosi che dispongono del supporto HDR, ma questi possono solo dare un assaggio di ciò che l’HDR può veramente fare.

La maggior parte delle volte, questi monitor HDR avranno la certificazione VESA DisplayHDR che chiarisce le capacità del display.

Nel complesso, si dovrebbe cercare almeno la certificazione DisplayHDR 600 se si desidera un notevole miglioramento rispetto alla qualità dell’immagine standard.

I monitor da gioco che supportano sia FreeSync/G-SYNC che HDR possono anche avere le certificazioni AMD FreeSync Premium Pro o NVIDIA G-SYNC Ultimate, che garantiscono che sia VRRR che HDR funzionino senza problemi e allo stesso tempo.

Cosa rende buono un monitor da gioco

Volete una chiarezza di movimento simile a quella dei CRT?

Cercate un monitor da gioco con una tecnologia stroboscopica in controluce, che di solito si chiama Motion Blur Reduction (MBR) da 1 ms, NVIDIA Ultra Low Motion Blur (ULMB), Extreme Low Motion Blur, 1 ms MPRT (Moving Picture Response Time), ecc.

Quando è abilitata, la retroilluminazione stroboscopica riduce ulteriormente la sfocatura del movimento nei giochi veloci.

Si noti che quando questa tecnologia è abilitata, la massima luminosità dello schermo viene ridotta, quindi utilizzarla solo nei giochi.

Inoltre, non è possibile abilitare contemporaneamente FreeSync/G-SYNC e una tecnologia di riduzione della sfocatura, a meno che il monitor non abbia una funzione speciale per questo, come ad esempio ELMB-Sync di ASUS.

Monitor gaming curvi vs. monitor piatti

I monitor da gioco curvi stanno diventando sempre più popolari, anche se molti li considerano una moda passeggera.

Alla fine, la scelta tra un monitor curvo o piatto si riduce a una preferenza personale. Le curvature vanno da 1000R (molto ripide) a 3800R (molto sottili).

PC contro i monitor da gioco da console

Con l’eccezione di Xbox One S e Xbox One X, che supportano 120Hz a 1080p e 1440p, le console current-gen sono limitate a 60Hz.

Quindi, se avete una PS4, PS4 Pro, Nintendo Switch, ecc., non c’è bisogno di un monitor da gioco a 60Hz+, a meno che non abbiate intenzione di usare quel monitor anche per il gioco su PC.

Oltre al supporto dei 120Hz, le console Xbox One (compresa la Xbox One originale e le X1S e X1X) supportano anche AMD FreeSync.

 

Monitor da gioco a LED o LCD?

Non c’è una grande differenza tra i monitor a LED e quelli LCD, anche se i LED hanno alcuni vantaggi in più rispetto ai loro omologhi LCD. I LED garantiscono immagini più nitide, richiedono meno energia e i loro schermi tendono ad essere più sottili. Nonostante siano più costosi degli LCD, i LED stanno diventando lo standard non solo per i giochi, ma anche per le attività quotidiane.

Angolo di visualizzazione dello schermo

L’angolo di visione non ha molta importanza nel gioco, in quanto il monitor non è a più di 30 pollici di distanza dal viso, ma in generale, più ampio è l’angolo di visione, meglio è. Se si guarda un monitor LCD da un angolo, si può notare che i colori sembrano distorti e le immagini sembrano come se fossero scomparse. Se avete intenzione di usare il vostro monitor per le presentazioni, dovreste prestare attenzione anche all’angolo di visualizzazione. L’angolo di visualizzazione dei monitor LCD è solitamente indicato dal produttore.

Casual Gamer

Ami i videogiochi e ci giochi di tanto in tanto per liberarti dallo stress. Non puoi permetterti di spendere più di 200 dollari per un monitor ma allo stesso tempo non vuoi scendere a compromessi sulle prestazioni? Se vi riconoscete nella descrizione di cui sopra, ecco le specifiche a cui dovreste prestare attenzione:

Risoluzione dello schermo: Full HD (1920 x 1080)
Frequenza di aggiornamento minima: 60Hz
Tempo di ritardo massimo in ingresso: 30ms
Tempo di risposta massimo: 8ms

Gamer avanzato

Se utilizzate ogni minuto libero per giocare al vostro videogioco preferito e avete bisogno di sostituire il vostro attuale monitor, i modelli economici sotto i 200 dollari non soddisferanno le vostre esigenze. Per ottenere la chiarezza dell’immagine desiderata ed essere in grado di giocare ad una risoluzione più alta, dovrete stanziare un budget più alto e attenervi ai seguenti requisiti minimi:

Risoluzione dello schermo: Full HD (1920×1080)
FreeSync o G-Sync
Frequenza di aggiornamento minima: 120Hz
Tempo di ritardo massimo in ingresso: 20ms
Tempo di risposta massimo: 5ms

Pro Gamer

Se passi la maggior parte del tempo a cercare di superare te stesso e hai grandi ambizioni per diventare un professionista o un giocatore semi-professionista, allora, hai bisogno di un monitor di livello professionale.

Sincronizzazione adattiva – FreeSync o G-Sync
Frequenza di aggiornamento minima: 144Hz
Tempo di risposta massimo: 4ms
Tempo di ritardo massimo in ingresso: 15ms
Regolabile in altezza, inclinabile, girevole, ricco di ingressi video

A quanto pare, non tutti i monitor di gioco sono creati uguali, e si dovrebbe prestare attenzione a tutte le caratteristiche di cui sopra per fare una scelta intelligente nella scelta del monitor da gioco. Passiamo ora ad un riassunto più pratico di questa guida e rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti sui monitor.

Cos’è il ritardo di ingresso

Il ritardo di ingresso, noto anche come ritardo di visualizzazione, si riferisce al tempo necessario al movimento del mouse per apparire sullo schermo. Il ritardo di ingresso viene misurato in millisecondi (ms).

Se siete un giocatore occasionale, un monitor con un ritardo di ingresso inferiore a 30 ms è sufficiente. Tuttavia, se si gareggia a livello professionale, il ritardo di ingresso dovrebbe essere di 15ms o meno. Tenete presente che il ritardo in ingresso non è una metrica standardizzata e che alcuni produttori non lo delineano nelle specifiche del prodotto.

Cos’è il rapporto di contrasto?

La verità è che il rapporto di contrasto di cui si vantano i produttori non è molto utile a meno che non si confrontino due o più monitor uno accanto all’altro e non si valuti la qualità dell’immagine. Detto questo, più alto è il rapporto di contrasto, maggiore è il rapporto di contrasto si traduce in una migliore qualità dell’immagine e in un’esperienza più coinvolgente. Il rapporto di contrasto non è l’unico fattore che determina la qualità dell’immagine, anche se fornisce una guida su ciò che ci si dovrebbe aspettare da un certo modello.

I monitor sono migliori dei televisori per il gioco?

L’idea di collegare il PC o la console a uno schermo da 60 pollici potrebbe suonare bene, ma in realtà l’esperienza di gioco sarà inferiore a quella che si otterrebbe giocando su un monitor da 27″.

I monitor da gioco sono progettati in modo da consentire di godere di immagini più nitide e chiare. Anche se si opta per un monitor da gioco economico, si otterrà un tempo di risposta migliore e un piccolo ritardo di input rispetto a uno schermo televisivo standard. Pertanto, anche i vostri problemi di motion-blur e ghosting saranno notevolmente ridotti.

D’altra parte, i monitor da gioco non sono progettati per l’uso in soggiorno. Quindi, se volete collegare una console al televisore e trascorrere un po’ di tempo di qualità con i vostri cari, un televisore a grande schermo potrebbe essere l’opzione migliore per voi.

Quali sono gli FPS ideali per i giochi in prima persona?

Immaginate di giocare a 20-30FPS e che qualcuno della squadra nemica giochi a più di 60. Ovviamente, l’avversario avrà un vantaggio su di voi. Inoltre, giocare a un FPS inferiore fa sembrare il gioco un po’ “lento”.

Per farla breve, non si dovrebbe scendere sotto i 30FPS nelle campagne per giocatore singolo. Per i multiplayer il minimo dovrebbe essere di almeno 50-60FPS.

 

I cavi HDMI possono causare ritardi?

Teoricamente, possono, anche se ci sono poche possibilità che si verifichi un ritardo a causa del cavo HDMI utilizzato. I produttori di cavi HDMI sono consapevoli che i loro prodotti sono utilizzati per i giochi ad alta definizione e li pubblicizzano come cavi “High Speed”.

Come aumentare il mio FPS?

Ci sono alcune cose che potete fare per aumentare il vostro FPS

Ridurre la risoluzione
Aggiornare i driver della scheda grafica
Overclock il vostro hardware
Modificare le impostazioni del videogioco

 

Ultimo aggiornamento 2020-12-02 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More