The Best Fluffy Pancakes recipe you will fall in love with. Full of tips and tricks to help you make the best pancakes.

Qual è la differenza tra monitor LCD e LED?

Se state cercando di acquistare un nuovo monitor per il vostro computer, è importante capire la differenza tra monitor LED e LCD. Questi due tipi di monitor presentano alcune differenze che influiscono sulle modalità di utilizzo e sulla qualità dell’output.

I monitor LCD emettono luce in tutte le direzioni


I monitor LCD sono dispositivi basati su computer che utilizzano cristalli liquidi per creare un’immagine. Funzionano con una retroilluminazione, che può essere fluorescente o a LED. Questi dispositivi sono spesso integrati nei computer e richiedono un’alimentazione di 12 volt.

La tecnologia più importante utilizzata dagli LCD è la polarizzazione. Questa permette di suddividere la luce in due polarizzazioni perpendicolari. Ogni polarizzazione ha un colore e una direzione specifici. Una polarizzazione viene utilizzata per bloccare la luce della retroilluminazione, mentre l’altra polarizzazione viene utilizzata per proiettare la luce risultante sullo schermo.

Un altro componente essenziale di un LCD è la pellicola polarizzante. Queste pellicole sono utilizzate per controllare il modello di luce che passa attraverso il display. Alcuni filtri polarizzatori sono realizzati in vetro, mentre altri sono costituiti da cristalli trasparenti.

In poche parole, un filtro polarizzatore è uno strato di cristalli circondato da un filtro colorato. La luce che passa attraverso il primo filtro polarizzatore diventa polarizzata, mentre il secondo filtro polarizzatore blocca il resto della luce. Ciò contribuisce a creare un’immagine chiara e luminosa.

Normalmente la polarizzazione avviene in un’unica direzione, ma alcuni LCD utilizzano due strati polarizzanti, ciascuno con il proprio orientamento. In questo caso, lo schermo può essere considerato normalmente acceso o spento.

Esistono molti altri tipi di cristalli liquidi utilizzati negli LCD. L’ossido di indio-stagno è comune per i pixel degli LCD. Tuttavia, esiste una varietà di altri materiali, tra cui gli ioni di litio, l’acetato e altri.

La maggior parte degli LCD ha una durata di 30.000-60.000 ore, pari a circa cinque-dieci anni di utilizzo per un PC desktop. È importante notare che alcuni modelli hanno un processo di screening supplementare per garantire che ogni pixel sia privo di difetti.

I LED emettono luce in una sola direzione


I monitor a LED sono utilizzati per una varietà di applicazioni. Offrono una fonte di luce comoda, compatta e affidabile. Questo tipo di display si trova comunemente nei monitor dei computer, nei televisori e in molte altre apparecchiature.

I LED possono essere un’ottima soluzione per i sistemi di visione perché possono essere accesi o spenti in base alle esigenze del sistema. Sono disponibili in un’ampia gamma di forme, dimensioni e intensità luminose.

Alcuni pacchetti di LED sono progettati per focalizzare la luce. Possono essere piccoli, come i LED a cupola da 5 mm comuni nei computer e nei televisori, o grandi, come le lenti a riflessione interna totale utilizzate per i display degli stadi.

Molti dei pacchetti LED più grandi richiedono un riflettore esterno, come le lampadine fluorescenti. A seconda della densità della luce, alcuni livelli possono causare danni agli occhi e ad altri tessuti. Ad esempio, i monitor LED per computer possono avere una densità luminosa di 300 candela per metro quadro.

I LED sono prodotti per usi diversi, tra cui ultravioletto, visibile e infrarosso. Esistono anche LED bicolore, che contengono due diversi emettitori LED in un unico pacchetto. La combinazione bicolore più comune è rosso/verde tradizionale. Altre combinazioni includono ambra/verde tradizionale e rosso/verde puro.

I LED sono disponibili in varie forme e dimensioni e sono spesso combinati in strisce o array. Per controllare la luminosità di un diodo a emissione luminosa, è possibile utilizzare un resistore, un semplice circuito o un chip di controllo.

I LED sono spesso utilizzati anche nei dispositivi di comunicazione. Sebbene non possano raggiungere gli elevati livelli di intensità dei laser, possono fornire un’elevata larghezza di banda per i dati. I loro tempi di risposta sono solitamente più rapidi rispetto ad altri tipi di sorgenti luminose.

A differenza di altri tipi di diodi, i LED non generano calore. Pertanto, non sono soggetti agli spaventosi tassi di guasto delle lampade fluorescenti.

Gli LCD sono più ingombranti e spessi


Il display a cristalli liquidi (LCD) è un moderno schermo piatto che utilizza diodi a emissione di luce (LED) per produrre immagini ad alta risoluzione e velocità video. Questa tecnologia è diventata la tecnologia di visualizzazione preferita per molti prodotti. Produce un’immagine superiore senza i problemi associati ai vecchi display CRT e al plasma.

Oltre a essere più sottili e a consumare meno energia rispetto ai loro predecessori, gli LCD hanno anche migliori proprietà antiriflesso. Lo schermo in vetro della maggior parte dei monitor, tuttavia, può provocare un maggiore abbagliamento.

Uno dei motivi è che i pannelli LCD non sono collegati direttamente ai circuiti stampati in rame. Al contrario, un connettore elastomerico rosa collega il pannello alle tracce del circuito.

Altri fattori che contribuiscono alla superiorità degli LCD rispetto ai CRT sono i migliori angoli di visione, il basso consumo energetico e il peso inferiore a parità di dimensioni del display. Un altro vantaggio degli LCD è l’assenza di pixel morti. Tuttavia, gli LCD possono avere problemi di persistenza dell’immagine. Quando la stessa immagine viene lasciata su un display per giorni, può finire per bruciarsi nei pixel. Fortunatamente, questi problemi possono essere facilmente risolti con la degassificazione dello schermo.

Alcuni schermi LCD moderni sono composti da milioni di piccoli rettangoli colorati. Questi sono chiamati sub-pixel e il numero di questi pixel è indicato dalla loro risoluzione.

La maggior parte dei produttori di pannelli LCD per computer di marca offre una garanzia di zero difetti. Come suggerisce il nome, questo processo di screening supplementare identifica i pannelli di qualità “A”.

Una delle innovazioni più impressionanti dell’LCD è stata la sua capacità di produrre un contrasto elevato. I ricercatori di Philips, il produttore del primo monitor LCD, dimostrarono che, lasciando variare l’intensità della retroilluminazione, era possibile aumentare il rapporto di contrasto fino a 30000:1. Per ottenere la migliore qualità dell’immagine, i monitor LCD devono essere in grado di garantire la massima qualità.

Per ottenere la migliore qualità dell’immagine, gli LCD sono noti per l’utilizzo di un filtro colorato in sostituzione delle resine. I filtri colorati sono in genere costituiti da un vetro speciale che non si espande quando viene riscaldato, diffondendo così la luce sullo schermo in modo più uniforme.

I LED producono colori più brillanti


Un monitor LED utilizza diodi luminosi al posto delle lampade fluorescenti a catodo freddo. Sono più efficienti e più economici.

La maggior parte dei monitor LCD moderni utilizza la retroilluminazione a LED. Alcuni produttori hanno persino prodotto schermi LED RGB. La tecnologia più recente consente un’illuminazione più dettagliata, un rapporto di contrasto migliore e un consumo energetico inferiore.

Sebbene queste soluzioni di retroilluminazione siano più sottili e leggere, presentano alcuni aspetti negativi. Possono produrre problemi di abbagliamento e di uniformità della luminanza. C’è anche il problema della polarizzazione del blu. Per compensare questo problema, molti produttori hanno modificato i rivestimenti dei fosfori per ridurre la polarizzazione del blu.

Molti LED sono disponibili in diverse dimensioni e forme. Alcuni hanno una superficie piatta sulla parte superiore, mentre altri hanno una forma cilindrica o emisferica. Ciò contribuisce a proteggere il LED da urti e vibrazioni.

La maggior parte dei monitor a LED è di tipo full-array, ovvero i LED sono disposti uniformemente sullo schermo. Tuttavia, esistono alcuni modelli illuminati ai bordi. I LED illuminati ai bordi sono più sottili, ma presentano maggiori problemi di abbagliamento rispetto ai LED full-array.

Quando si sceglie un monitor, bisogna considerare se include la regolazione locale dei LED. Questa funzione può migliorare notevolmente la qualità dell’immagine. Inoltre, consente di ottenere neri incandescenti.

Inoltre, molti monitor moderni ad alte prestazioni sono dotati di mini-LED. I mini-LED sono grandi circa 1/5 dei LED standard e offrono una capacità di regolazione più precisa.

Le immagini migliori hanno un buon rapporto di contrasto. Per ottenere questo risultato, il monitor deve filtrare la luce per creare una varietà di colori. Un LED standard emette luce rossa, verde e blu. Se si mescolano questi tre colori, si possono generare migliaia di altri colori.

Esistono anche diodi organici a emissione di luce, che offrono livelli di nero migliori e una migliore qualità del colore. Tuttavia, questo tipo di dispositivi richiede un’iniezione di atomi di azoto nella struttura cristallina.

I LED possono essere attenuati per creare un nero più vero
Se state cercando di aggiornare il vostro monitor, sarete felici di sapere che c’è una varietà di tecnologie tra cui scegliere. Dai LED perimetrali ai LED full-array, le opzioni sono numerose. È persino possibile acquistare un mini-LED per controllare meglio i livelli di retroilluminazione. Tuttavia, non è sempre facile come acquistare un nuovo televisore. C’è molto da imparare quando si tratta di scegliere lo schermo migliore.

Alcuni dei migliori televisori LCD sul mercato offrono un’ampia gamma di funzioni di controllo della luce. Ad esempio, è possibile utilizzare una ruota dei colori per regolare la giusta quantità di luce rossa, verde e blu. Questo è importante per i giochi e altre applicazioni multimediali. Inoltre, se siete interessati a guardare video su uno schermo di grandi dimensioni, dovrete assicurarvi di scegliere un monitor con una buona gamma di colori.

Uno degli aspetti migliori di un display a LED è che i LED sono dimmerabili. Questo non solo consente di risparmiare sull’elettricità, ma offre anche una maggiore flessibilità nella scelta delle immagini da guardare. Inoltre, è un’alternativa più ecologica alle lampadine fluorescenti.

Il vantaggio più evidente di questa nuova tecnologia è che offre immagini più vivaci e precise. Inoltre, alcuni monitor LED sono in grado di produrre una luminosità ottimale dello schermo superiore a 12000 nit. E se non si vuole puntare alla fascia ultra-alta, è possibile trovare monitor LED di fascia alta con diodi più piccoli di un centesimo.

Nonostante la pletora di opzioni disponibili, la parte più difficile è decidere quale sia quella giusta per voi. Un acquisto ben informato è il modo migliore per assicurarsi di acquistare un monitor che vi darà il massimo del divertimento e della soddisfazione per gli anni a venire.

Simone Pellizzari
Simone Pellizzari

Copywriter e recensore di prodotti high tech, passione per la scrittura e social media manager.

Articoli: 8954