Come collegare un monitor a un PC portatile

(Aggiornato il: Gennaio 12, 2023)


Se vi state chiedendo come collegare un monitor a un PC portatile, siete nel posto giusto. Qui troverete tutto quello che c’è da sapere su HDMI e DisplayPort, compreso come configurare i cavi a doppio uso e come estendere lo schermo del portatile a più monitor.

HDMI
Il cavo HDMI è il modo standard per collegare un monitor a un PC portatile. Tuttavia, esistono altri metodi per farlo funzionare, tra cui il collegamento del monitor a una porta USB-C o l’utilizzo di un adattatore per display. È anche possibile utilizzare un adattatore da HDMI a VGA.

Collegare uno schermo a un PC può essere un po’ complicato. Fortunatamente, Windows offre alcune opzioni che semplificano la configurazione dello schermo.

Innanzitutto, è necessario decidere quale schermo collegare al PC. Esistono tre opzioni principali: HDMI, VGA e DVI. Sebbene ogni tipo sia progettato per offrire una qualità d’immagine simile, le loro capacità sono diverse. Alcuni sono in grado di fornire video ad alta definizione, mentre altri sono in grado di inviare una versione più vecchia della stessa qualità.

Per ottenere i migliori risultati dal cavo HDMI, è necessario collegarlo a un dispositivo con le giuste specifiche. Ad esempio, i cavi HDMI sono disponibili in diversi tipi, dallo standard al mini. Sono compatibili con video e audio ad alta definizione e migliorati e possono supportare l’audio digitale a più canali.

Quando si è pronti a collegare il monitor, è necessario un cavo di alimentazione e un cavo HDMI o DVI. Assicurarsi che il cavo corrisponda alle specifiche del monitor e del computer. L’uso di un cavo DVI o HDMI non adatto al tipo di segnale corretto può danneggiare il dispositivo.

Infine, è necessario assicurarsi che il computer e il monitor siano entrambi accesi. Una volta acceso il computer, è possibile accendere il monitor. A seconda del modello, l’estremità piatta del cavo di alimentazione può essere integrata nel retro del monitor. In caso contrario, è necessario collegarlo a una protezione da sovratensione.

In definitiva, un cavo HDMI può essere un ottimo modo per collegare il monitor a un PC portatile. Anche se può sembrare un processo semplice, è importante capire le specifiche del cavo prima di provare a usarlo. In questo modo si potrà sapere se è il caso di utilizzare il cavo.

DisplayPort
Se avete appena acquistato un nuovo computer portatile e volete collegarvi il vostro monitor, ci sono alcuni passi fondamentali da fare. È necessario conoscere le porte di connessione del portatile e il loro funzionamento. Una volta individuate le porte, è il momento di installare i cavi corretti.

Se si utilizza Windows, è facile configurare il portatile per inviare l’output a un monitor esterno. Il modo più semplice è premere il tasto funzione WIN+P, che apre il menu delle opzioni. Da qui è possibile scegliere la sorgente di ingresso da utilizzare con il monitor esterno. A seconda del computer e del monitor, potrebbe essere necessario passare da un tipo di connettore all’altro.

Se siete utenti Mac, la procedura è simile. In Preferenze di sistema, selezionare la scheda Schermo. Fate clic su “Configura uno schermo”. Selezionare il monitor dall’elenco e fare clic su “OK”.

Il monitor dovrebbe essere dotato di un cavo. È importante utilizzare un cavo di alta qualità. In questo modo si evita il degrado della risoluzione e si mantiene la qualità dello schermo. Assicuratevi che il monitor sia collegato a una presa di corrente.

Un’altra opzione è quella di utilizzare un adattatore video. Questi sono poco costosi e possono essere acquistati nei negozi di elettronica. Collegare l’adattatore al cavo appropriato per il monitor esterno.

Un’altra opzione è quella di collegare in cascata più monitor. Il collegamento a margherita consente di utilizzare due o più monitor con risoluzioni diverse. Tuttavia, è necessario considerare le limitazioni della larghezza di banda. Alcuni display limitano la risoluzione massima di ciascun monitor.

Per collegare i monitor in cascata, è necessario collegare un cavo DisplayPort al sistema host e ai monitor. È inoltre necessario abilitare DisplayPort 1.2 nel menu OSD del computer.

A seconda dell’hardware grafico del computer, è possibile collegare in cascata più di due monitor. Tuttavia, se si prevede di utilizzare più di due monitor, è necessario ridurre la risoluzione di ciascun monitor.

Se siete interessati al collegamento a cascata, prendete in considerazione l’acquisto di un hub multiporta. È una soluzione semplice che semplifica la gestione dei cavi. Un hub USB-C può supportare due schermi da 1920×1080.

Utilizzare un cavo a doppio uso
Avere un monitor aggiuntivo può essere un’aggiunta molto utile al PC portatile. Molti laptop moderni sono dotati di porte HDMI, il che significa che è possibile collegare due schermi con un unico cavo. Ciò consente di lavorare in multitasking senza dover passare da uno schermo all’altro. Esistono anche adattatori e convertitori che possono essere utilizzati per collegare il computer al monitor.

Un monitor con porte HDMI e VGA è il più facile da collegare a un portatile. Tuttavia, alcuni monitor utilizzano la porta USB. Se si dispone di un computer portatile più vecchio, potrebbe essere necessario utilizzare un adattatore per effettuare la connessione. Alcuni di questi convertitori sono disponibili nei negozi di elettronica.

Per la maggior parte dei computer portatili, è possibile configurare l’uscita per un monitor esterno utilizzando un tasto funzione. L’opzione “Duplica” visualizza lo stesso contenuto su entrambi i monitor, mentre l’opzione “Estendi” consente di distribuire il desktop su entrambi gli schermi. È anche possibile rilevare manualmente il monitor sul PC.

Per collegare un monitor esterno al PC sono necessari un cavo HDMI e un adattatore. Entrambi sono facilmente reperibili. Quando si collega un cavo HDMI, è importante allinearlo in modo che sia inserito nella porta corretta sul retro del monitor.

Inoltre, è necessario collegare la presa per le cuffie al computer. Una volta fatto questo, si è pronti a collegare il PC portatile al monitor esterno.

Infine, è necessario scegliere il tipo di cavo da utilizzare. Se si utilizza un sistema Windows, è possibile eseguire facilmente questa procedura. Se si utilizza un sistema Mac, potrebbe essere necessario utilizzare un cavo separato per collegare il PC portatile al monitor.

La scelta della giusta combinazione di cavi e adattatori può aiutarvi a sfruttare al meglio il vostro PC portatile. È facile collegare il PC al televisore o semplicemente espandere il desktop. Collegare un secondo monitor al computer consente di lavorare in multitasking e non costa nulla. Ricordate però che alcune connessioni video potrebbero non funzionare bene come dovrebbero.

Estendere lo schermo di un computer portatile su più monitor
L’aggiunta di un monitor supplementare al vostro computer portatile può aggiungere molto valore al vostro sistema. Gli schermi aggiunti offrono più spazio per il lavoro e il multitasking. Tuttavia, è importante assicurarsi che la scheda video del computer sia in grado di gestire più schermi. Alcuni dispositivi più vecchi non supportano questa funzione e potrebbe essere necessario scaricare nuovi driver.

Diversi adattatori di schermo possono aiutare a configurare più monitor. Un adattatore per display è solitamente dotato di due uscite, che consentono di collegare un monitor diverso al computer portatile. Questi adattatori sono relativamente economici.

Ad esempio, i convertitori da USB a HDMI sono molto economici. È anche possibile utilizzare un cavo mini DisplayPort-to-DisplayPort per un monitor compatibile. Sono disponibili anche docking station per estendere una singola porta video del portatile.

Se si desidera modificare le impostazioni di visualizzazione di uno o più monitor, è possibile utilizzare le impostazioni avanzate di visualizzazione. Questa opzione si trova nella parte inferiore della finestra delle impostazioni di visualizzazione. Una volta selezionate le impostazioni, verranno visualizzate le informazioni di visualizzazione per ciascuno dei monitor collegati al PC. È possibile modificare la risoluzione dello schermo o la precisione del colore.

Una volta terminata l’estensione dello schermo, è importante regolare la posizione dei monitor. A tale scopo, spostare il cursore dallo schermo integrato a quello del monitor che si desidera spostare. Quindi, ruotare il monitor per ottenere l’orientamento corretto.

Già che ci siete, controllate anche il driver della scheda video. Assicuratevi che sia aggiornato e controllate che non ci siano errori di segnale. In caso contrario, potrebbe essere necessario passare da DisplayPort a HDMI.

Un’altra funzione ideale per le presentazioni è il mirroring del desktop del portatile. Questa funzione consente di visualizzare il desktop del portatile su un secondo monitor, il che può essere utile quando si utilizza un proiettore. Inoltre, può essere utile per guardare film ad alta definizione.

Il modo migliore per collegare due monitor al portatile è collegarli alle uscite video. Molti computer dispongono di una porta DVI. Altri portatili possono avere una sola porta, il che richiede l’uso di una docking station o di una scheda grafica.