The Best Fluffy Pancakes recipe you will fall in love with. Full of tips and tricks to help you make the best pancakes.

Come usare il computer portatile come secondo monitor

Se state cercando un modo per guardare film, giocare o guardare il vostro programma televisivo preferito sul vostro computer portatile, siete nel posto giusto! Per farlo, è necessario collegare il computer portatile a un monitor esterno. A questo punto, è necessario assicurarsi che il computer portatile sia in grado di gestire la risoluzione del display esterno.

Controllare la risoluzione massima del display esterno del computer portatile
Se si utilizza un computer portatile per visualizzare un display esterno di grandi dimensioni, è importante verificare la risoluzione massima dello schermo. In questo modo si garantisce che il testo, le icone e altri elementi non vengano schiacciati. È inoltre possibile utilizzare una risoluzione più alta per aumentare il numero di pixel visualizzati sullo schermo, migliorando così la qualità delle immagini.

La risoluzione consigliata per il display esterno del portatile dipende dalla scheda grafica del computer, dal tipo di monitor e da altri fattori. La maggior parte degli schermi ad alta risoluzione dispone di un ridimensionamento del display, che consente di utilizzare più pixel sullo schermo.

Per impostare il display esterno del computer portatile alla risoluzione desiderata, è necessario configurare il driver del display. In genere, questo si trova in Gestione periferiche. È importante tenere aggiornato il driver per ottenere le migliori prestazioni dal monitor. In alcuni casi, è possibile scaricare i driver aggiornati dal sistema operativo o dal sito Web del produttore del computer portatile.

Alcuni portatili più vecchi potrebbero non supportare l’intera risoluzione del display esterno. In questo caso, è necessario regolare manualmente le impostazioni. Tuttavia, se la scheda grafica del portatile è in grado di gestire l’intera risoluzione, di solito è possibile lasciare le impostazioni predefinite del monitor.

Una volta determinata la risoluzione appropriata per lo schermo, è necessario determinare se è necessario modificare la frequenza di aggiornamento. Un dispositivo di visualizzazione tipico ha una frequenza di 60 Hz, mentre le risoluzioni più elevate spesso richiedono una frequenza di aggiornamento di 75 Hz o superiore. Una frequenza di aggiornamento più elevata può contribuire a ridurre lo sfarfallio.

Alcuni dei computer portatili più recenti hanno la possibilità di inviare l’uscita a un display esterno. Nella maggior parte dei casi, ciò avviene tramite un tasto funzione. Dopo aver selezionato l’opzione di utilizzo del display esterno, è possibile accendere il display esterno del computer portatile e posizionarlo accanto al display principale.

Se si utilizza un computer Windows, è possibile verificare la risoluzione massima del display esterno del portatile andando in Preferenze schermo. Si trova nell’angolo in basso a destra della finestra.

Disattivare automaticamente lo schermo di sistema dopo il collegamento di un monitor esterno
È possibile impostare lo schermo del portatile in modo che si spenga automaticamente al termine dell’utilizzo. Questa opzione consente di risparmiare energia quando non lo si utilizza. Ci sono alcuni modi per ottenere questo risultato.

Se siete utenti Mac, potete andare in Preferenze di sistema e cercare il menu Visualizzazioni. Da qui è possibile selezionare lo schermo che si desidera visualizzare e se questo deve agire come un’estensione dello schermo principale o viceversa.

I computer Windows consentono agli utenti di configurare lo schermo in diversi modi. Possono anche far sì che lo schermo di sistema si spenga automaticamente dopo aver collegato un monitor esterno al portatile. Inoltre, è possibile scegliere di duplicare il desktop sia sul display integrato che su quello esterno.

Per spegnere automaticamente lo schermo del sistema dopo aver collegato un monitor esterno, è necessario innanzitutto collegare il display esterno alla porta di uscita video del PC. Quindi, è necessario impostare la frequenza di aggiornamento e l’uscita in Windows. Si tratta di una fase cruciale, poiché frequenze di aggiornamento diverse possono impedire al computer di rilevare il secondo schermo.

A seconda del sistema, è possibile utilizzare un tasto funzione per controllare l’uscita del secondo monitor. La maggior parte dei computer portatili dispone di questa funzione.

Un’altra soluzione al problema consiste nel ripristinare manualmente le impostazioni predefinite del BIOS. In questo modo il computer sarà in grado di rilevare il secondo schermo.

Anche se questa soluzione non è così comoda come spegnere il display del PC, almeno si può risolvere il problema. Inoltre, se non siete abili con i cacciaviti, potreste chiamare un professionista che si occupi del compito per voi.

Un altro ottimo modo per riparare lo schermo del portatile è passare da HDMI a DisplayPort. Vale la pena ricordare che alcune schede grafiche non supportano la modifica della frequenza di aggiornamento del monitor. La modifica della temperatura del colore del display può essere un’altra opzione.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito di supporto di ASUS. Il team del servizio clienti sarà lieto di aiutarvi. Tuttavia, è bene ricordare che le informazioni fornite sono solo di riferimento.

Collegare due computer portatili
Collegare due computer portatili come secondo monitor è un ottimo modo per lavorare meglio. Permette di visualizzare le stesse informazioni su entrambi gli schermi contemporaneamente. In questo modo è possibile lavorare in riunioni virtuali o su un foglio di calcolo aggiornato. Se il vostro computer portatile principale non dispone di una porta HDMI, potete utilizzare un adattatore USB-C o uno splitter per porta display.

Prima di iniziare, assicuratevi che i vostri portatili abbiano connessioni funzionanti. Controllare le porte di entrambi i portatili e verificare che le uscite video siano compatibili. Quindi, collegare i portatili all’alimentazione.

È anche possibile utilizzare un computer portatile con più porte per il collegamento a margherita. In questo caso, è necessario un cavo HDMI o DisplayPort e una porta Thunderbolt. In alternativa, è possibile utilizzare un dongle.

Sia che si scelga di collegare due portatili come secondo monitor, sia che si scelga di collegarli come monitor singolo, è necessario regolare le impostazioni di visualizzazione. A seconda del sistema operativo, è possibile estendere il desktop e trascinare le finestre tra gli schermi. Tuttavia, alcuni sistemi più vecchi potrebbero non essere in grado di farlo. Inoltre, potrebbe essere necessario regolare la risoluzione dello schermo del portatile secondario per adattarlo al meglio.

È inoltre necessario assicurarsi che i monitor dispongano di porte corrispondenti. La maggior parte dei monitor moderni dispone di un ingresso DisplayPort o USB-C. I monitor più vecchi potrebbero necessitare di un ingresso VGA o analogico. Se non si dispone di una seconda porta video, è necessario un adattatore per monitor esterno.

Per configurare il secondo portatile, aprire l’applicazione Connect. Selezionare il portatile nell’elenco. Assicurarsi di installare l’applicazione prima di collegare i portatili. Quando si è pronti a utilizzare il secondo portatile, chiudere l’applicazione.

Successivamente, fare clic sulla scheda Impostazioni di visualizzazione. Da qui è possibile vedere il secondo e il terzo display. Fare clic sul pulsante Duplica questi schermi nella casella grigia. Scegliere la porta del monitor che si desidera utilizzare.

Per opzioni più avanzate, è possibile aprire le impostazioni avanzate del display. Qui è possibile modificare la risoluzione, l’eventuale mirroring dei monitor del portatile e il numero di monitor utilizzati.

Simone Pellizzari
Simone Pellizzari

Copywriter e recensore di prodotti high tech, passione per la scrittura e social media manager.

Articoli: 8954