Come overcloccare un monitor

(Aggiornato il: Gennaio 12, 2023)

Forse avete sentito dire che è possibile overcloccare un monitor. La verità è che se avete un computer abbastanza nuovo e una scheda video abbastanza potente, potete overcloccare il vostro schermo abbastanza facilmente. Ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione quando si cerca di overcloccare il monitor. Tra questi vi sono il tearing, il lag e il frame skipping.

Utilità di risoluzione personalizzata (CRU)
Custom Resolution Utility (CRU) è uno strumento software gratuito che può aiutare a overcloccare un monitor. Lo fa in diversi modi. Innanzitutto, consente di aumentare la risoluzione della scheda video. In secondo luogo, consente di regolare la frequenza di aggiornamento del display.

Uno degli aspetti più interessanti di questa utility è che funziona con diverse schede grafiche AMD e Nvidia. Inoltre, può essere eseguita senza installazione.

È molto facile overcloccare un monitor utilizzando la CRU. È possibile farlo selezionando lo schermo dal menu del programma. Successivamente, verrà presentato un elenco delle risoluzioni disponibili. Questo è un buon punto di partenza.

Tuttavia, la caratteristica più interessante del programma è la funzione di ripristino a prova di errore. Questa funzione consente di modificare la frequenza di aggiornamento senza dover riavviare il PC.

Un’altra caratteristica interessante è la possibilità di aggiungere risoluzioni personalizzate per il monitor. Infatti, le sovrascritture EDID vengono aggiunte automaticamente al registro di sistema.

Se si desidera salvare la migliore risoluzione possibile, selezionare la casella accanto alla risoluzione personalizzata. Una volta fatto questo, fare clic sul pulsante con la freccia rivolta verso l’alto accanto al pulsante Reimposta.

Successivamente, è possibile scorrere verso il basso fino a Impostazioni di visualizzazione avanzate. Da qui, fare clic su Proprietà dello schermo per lo schermo 1.

A questo punto verrà richiesto di selezionare la risoluzione dello schermo. Questo passaggio può essere verificato con un programma come lo strumento Blur Busters.

Aumentare la frequenza di aggiornamento al massimo può essere pericoloso. A seconda dell’hardware e delle capacità del monitor, si possono verificare strani effetti visivi, salto di fotogrammi e artefatti. In alternativa, è possibile ridurre la frequenza di aggiornamento a un valore ragionevole.

Come per qualsiasi altro componente del computer, è necessario essere prudenti quando si esegue l’overclocking del monitor. Una frequenza di aggiornamento più elevata è utile per i video in streaming e i giochi online e per migliorare la qualità dell’immagine. Ma non è adatta a tutti. Alcune persone sono sensibili alle variazioni della frequenza di aggiornamento del monitor, mentre altre non lo sono.

Processo di overclocking di Nvidia relativamente fluido


Il processo di overclocking di Nvidia, relativamente senza interruzioni, può essere di grande aiuto per i giocatori che vogliono massimizzare la loro esperienza di gioco. Anche se l’overclocking non è sempre perfetto, può aumentare le prestazioni della scheda grafica fino al 10%. Tuttavia, è importante comprendere i rischi e sapere a cosa si va incontro prima di immergersi.

Il processo di overclocking della GPU consiste in tre fasi. Innanzitutto, è necessario utilizzare un’applicazione di benchmarking. È possibile farlo con un gioco o con un’applicazione di benchmarking sintetica. Una volta individuate le prestazioni desiderate, si può iniziare a impostare l’overclock. È importante testare le impostazioni prima di applicarle al sistema. In caso di problemi, è sempre possibile riavviare il PC e riprovare.

Successivamente, è necessario controllare la temperatura della scheda grafica. Questo è un buon indicatore per capire se l’overclock è stabile o meno. L’overclocking può aumentare le temperature, causando una riduzione della velocità di clock della GPU. Fortunatamente, un buon strumento di overclocking dovrebbe aiutarvi a rilevare eventuali artefatti che potrebbero indicare instabilità.

Infine, è necessario controllare la tensione. È possibile farlo con Gigabyte Xtreme Engine Utility. In questa applicazione, sarete in grado di controllare sia la frequenza operativa che la tensione della vostra scheda grafica.

Prima di iniziare l’overclocking, è una buona idea guardare un paio di tutorial e imparare a conoscere gli strumenti disponibili. Inoltre, è bene considerare l’utilizzo di un software che copra sia i processori grafici AMD che quelli Nvidia.

Infine, è bene testare il processo di overclocking con giochi reali. In questo modo, potrete vedere se l’overclocking aiuta o danneggia la vostra esperienza di gioco. Durante questo processo, è anche utile eseguire il test della frequenza di aggiornamento per misurare gli effetti.

Sebbene l’overclocking della GPU sia sicuro, può comunque causare artefatti dell’immagine. Fortunatamente, la maggior parte di questi artefatti sono impercettibili, quindi non li noterete fino a quando non saranno troppo lontani.

Per ulteriori informazioni sull’overclocking della GPU, è possibile visitare il Pannello di controllo di Nvidia. Aprire il Pannello di controllo facendo clic sul desktop di Windows e poi sulla scheda Personalizza risoluzioni.

Screen tearing


Lo screen tearing è un problema che colpisce i giocatori. Questo problema si verifica quando la frequenza di aggiornamento del monitor non corrisponde alla frequenza dei fotogrammi della scheda grafica di gioco. Il problema dello screen tearing si risolve con l’overclock del monitor per aumentarne le prestazioni.

Nel mondo dei computer, l’overclocking è il processo che consente di rendere più veloci la CPU, la memoria e la scheda grafica del computer. Ciò può essere fatto per ridurre il ritardo, aumentare la velocità di input o migliorare le prestazioni grafiche complessive. Tuttavia, l’overclock non è qualcosa da fare per capriccio. Prima di eseguire l’overclock del monitor, è bene fare delle ricerche sul modello in questione per verificare che sia compatibile con l’overclock. L’overclocking può tuttavia invalidare la garanzia.

È anche possibile evitare lo screen tearing utilizzando le giuste impostazioni della scheda grafica. È possibile controllare le specifiche dello schermo nel menu Avanzate del monitor o facendo clic con il pulsante destro del mouse sul desktop.

Se dopo l’overclocking del monitor si verificano ancora fenomeni di screen tearing, provare a disattivare la funzione G-Sync. G-Sync è una tecnologia adattiva che mantiene sincronizzati il monitor e la scheda grafica.

Un altro modo per evitare lo screen tearing è aumentare la frequenza dei fotogrammi della scheda grafica. Spesso il modo più efficace per aumentare la frequenza dei fotogrammi è aumentare la risoluzione del monitor. Una risoluzione più alta significa transizioni più fluide. Ma se il monitor non riesce a tenere il passo con l’alta frequenza dei fotogrammi, si verifica uno stuttering.

Anche se l’overclocking di un monitor non è una soluzione immediata allo screen tearing, è una buona idea farlo se si vuole ottenere il massimo dal proprio monitor. Inoltre, l’overclocking del monitor può contribuire a ridurre al minimo l’input lag, rendendo il gioco più veloce.

Oltre all’overclocking del monitor, è importante anche provare diverse impostazioni grafiche per vedere quale funziona meglio. Alcuni giochi non sono supportati da schede grafiche overcloccate e potrebbe essere necessario modificare le impostazioni della scheda grafica per tenere il passo.

L’uso delle funzioni G-sync del monitor, la disattivazione della funzione VSync e l’impostazione della frequenza dei fotogrammi della scheda grafica ai giusti livelli sono tutti modi per evitare lo screen tearing.

Lag e frame skipping


L’overclocking di un monitor è un ottimo modo per migliorare le prestazioni di gioco. Tuttavia, ci sono alcuni problemi potenziali che si possono incontrare, come lo screen tearing e il lag. Per evitare questi problemi, è necessario conoscere i diversi fattori coinvolti nell’overclocking e sapere come affrontarli.

Una delle prime cose da considerare è la frequenza di aggiornamento del monitor. In genere, 60 Hz è il valore massimo per la maggior parte dei monitor. Quando la frequenza di aggiornamento scende al di sotto di questo valore, si verifica uno stuttering. È anche possibile overcloccare la GPU per accelerare il tempo di risposta dello schermo.

Un altro fattore è l’input lag. L’input lag è il ritardo tra il dispositivo di input e lo schermo. Può trattarsi di un puro ritardo del segnale o del risultato di scaler interni. È difficile individuare la durata esatta di questo ritardo, ma di solito è piuttosto evidente.

L’aumento della frequenza di aggiornamento del monitor può aiutare a risolvere questi problemi. La maggior parte dei monitor è in grado di gestire una piccola quantità di overclocking. Tuttavia, è necessario testare prima le impostazioni.

Il pannello di controllo NVIDIA è uno dei modi più semplici per overcloccare il monitor. Se si dispone di una scheda grafica AMD, è possibile utilizzare le impostazioni AMD Radeon per l’overclock. Esiste anche una comoda estensione del browser chiamata TestUFO, che vi mostrerà la risoluzione e la frequenza di fotogrammi target del vostro monitor.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è VSync. VSync è uno strumento di sincronizzazione video che aiuta a evitare che la frequenza dei fotogrammi della scheda grafica superi la frequenza di aggiornamento del monitor. Tuttavia, può anche causare balbuzie. Una soluzione simile è FreeSync, che ha il marchio di AMD.

Infine, è opportuno esaminare le impostazioni di gamma e colore. Le opzioni di gamma e colore possono essere regolate tramite l’OSD del monitor. La scelta delle impostazioni ideali per il monitor overcloccato vi aiuterà a mantenere gli oggetti nitidi e vivaci.

Ricordate che l’overclocking può creare artefatti nei monitor moderni, e dovreste testarli con la vostra fotocamera e altre apparecchiature. Inoltre, il processo di overclocking stesso potrebbe danneggiare la garanzia del monitor.