Come capire se un monitor è buono

(Aggiornato il: Gennaio 12, 2023)


Quando si tratta di acquistare un monitor, sono molti gli elementi da considerare. Tra questi, il numero di ingressi, l’uniformità del pannello, la quantità di luce blu e la frequenza di aggiornamento. Questo articolo illustra alcuni dei punti chiave da considerare.

Riduzione della luce blu


Se si dispone di un computer portatile, di un tablet o di un monitor desktop dotato di un filtro Low Blue Light, è possibile proteggere gli occhi dalla dannosa luce blu. Ciò ridurrà gli effetti sulla vista e aumenterà la qualità del sonno.

Anche se la quantità di luce blu che gli occhi ricevono dallo schermo è minima, un’esposizione prolungata può causare danni. Gli studi hanno dimostrato che la luce blu può alterare i cicli naturali di veglia e sonno dell’organismo. Può anche portare a una serie di malattie degli occhi, tra cui la degenerazione maculare legata all’età.

La maggior parte degli schermi è dotata di un filtro a bassa luminosità blu. Tuttavia, gli schermi più vecchi potrebbero non avere queste caratteristiche. Per questi monitor più vecchi, si può prendere in considerazione l’acquisto di una protezione dello schermo per la luce blu.

Un buon monitor a bassa luce blu regola il livello di luminosità in base all’illuminazione ambientale della stanza. Anche la combinazione di colori del monitor viene regolata, in modo da poter scegliere il livello più adatto alle proprie esigenze di visione.

Se il computer o il monitor non è dotato di un filtro incorporato, è possibile scaricare un software per ridurre la quantità di luce blu emessa dal dispositivo. Questi software funzionano con il menu OSD del monitor per regolare la quantità di luce blu.

Oltre a utilizzare un monitor a bassa luminosità blu, è possibile ridurre l’impatto della luce blu utilizzando una protezione per lo schermo o controllando le impostazioni della luce. Si possono anche evitare i dispositivi digitali prima di andare a letto.

Indipendentemente dalle misure adottate, è importante fare delle pause dal computer. Aumentare il contrasto può aiutare gli occhi a concentrarsi e a ridurre l’affaticamento. Anche l’uso di un tema scuro può ridurre la luce.

Alta frequenza di aggiornamento


I migliori monitor ad alta frequenza di aggiornamento offrono un’immagine più fluida, una riduzione del ritardo di input e un migliore feedback per l’occhio. In alcuni casi, una frequenza di aggiornamento più elevata riduce anche lo sfarfallio, il balbettio e la sfocatura del movimento.

Non sorprende che i monitor che vantano una frequenza di aggiornamento elevata siano molto popolari. Il motivo è che uno schermo più veloce è in grado di tenere il passo con i movimenti rapidi e di fornire un’esperienza più fluida.

Se state pensando di acquistare un nuovo schermo, dovete innanzitutto considerare la precisione del colore e il tipo di pannello. È inoltre opportuno controllare le specifiche della scheda madre. È vero che alcuni PC da gioco sono dotati di schede grafiche dedicate che supportano frequenze di aggiornamento elevate, ma è possibile ottenere questo effetto anche con hardware meno costoso.

Un monitor ad alta frequenza di aggiornamento può non essere adatto a tutti, ma per i giocatori appassionati può rivelarsi un’aggiunta molto vantaggiosa al proprio impianto. Alcuni modelli offrono persino funzionalità di Enhanced Sync e V-sync per garantire che i giochi vengano visualizzati alle risoluzioni corrette.

Una cosa da tenere presente quando si prende in considerazione un monitor ad alta frequenza di aggiornamento è che può essere piuttosto costoso. Tuttavia, l’investimento vale la pena per ottenere l’esperienza di gioco più fluida e piacevole possibile.

Uno dei modi migliori per capire se il monitor è ad alta frequenza di aggiornamento è utilizzare un’utility per il monitoraggio della frequenza dei fotogrammi. È possibile confrontare gli FPS attuali con la media raccomandata per il gioco specifico. Questo vi darà un’idea concreta di quanto il vostro PC si stia comportando bene.

Un altro trucco è quello di controllare le specifiche della scheda grafica. Anche se non è necessariamente un requisito per un monitor ad alta frequenza di aggiornamento, una scheda video lenta può ostacolare l’esperienza di gioco.

Uniformità del pannello


Se state acquistando un monitor, l’uniformità del pannello è una delle prime cose da verificare. Sia che si tratti di un nuovo televisore, di un computer o semplicemente di un modo migliore per guardare film e giocare, è necessario sapere cosa cercare.

I migliori monitor offrono uniformità e contrasto, ma non tutti gli schermi sono uguali. I monitor con scarsa luminosità o uniformità dei colori presentano differenze evidenti nel contrasto e nella resa dei colori, che possono influire sulla qualità delle immagini. Questi problemi possono essere causati dal processo di produzione o da variazioni dell’hardware. Tuttavia, è possibile verificare facilmente questi problemi con un semplice test.

Un modo per verificare l’uniformità di un monitor è confrontare la visualizzazione dello schermo. In questo modo si può avere un’idea di come si comporta il monitor in termini di colori e luminosità.

A seconda delle dimensioni e della forma del monitor, è possibile che vi siano diverse aree con diversi livelli di cromaticità o luminosità. L’uso della giusta tecnica di calibrazione può aiutare a risolvere questi problemi.

L’uniformità della luminanza è la capacità di un pannello di rendere uniforme la luce su tutto lo schermo. Può essere misurata con una tecnica convenzionale che aderisce allo standard VESA (Video Electronics Standards Association).

Esistono tecniche più avanzate, ma molte di queste non offrono lo stesso livello di precisione. In generale, il modo più affidabile per determinare l’uniformità di luminosità di un pannello è quello di misurare tutti i suoi punti per calcolare il valore della varianza di luminosità.

Anche l’effetto “schermo sporco” è comune sugli schermi LCD. Questo effetto è causato da piccole variazioni nel processo di produzione. Alcuni monitor per computer di alto livello presentano questo problema.

Monitor curvi


I monitor curvi presentano molti vantaggi rispetto a quelli piatti, soprattutto quando si gioca. Non solo sono più facili da usare e comodi, ma creano anche un’esperienza coinvolgente.

Quando cercate un nuovo monitor, assicuratevi di considerare tutte le caratteristiche disponibili. Queste possono includere la risoluzione, la frequenza di aggiornamento e la curvatura. I migliori monitor curvi sono costruiti per il gioco e possono supportare elevate frequenze di aggiornamento. Questo può contribuire a garantire immagini più fluide e dettagliate.

Oggi è possibile trovare un’ampia gamma di monitor curvi sul mercato. La maggior parte di essi ha un rapporto 21:9, che si traduce in un campo visivo più ampio.

Sebbene un monitor curvo sia più comodo per gli occhi, può essere più soggetto a riflessi. È consigliabile posizionarli lontano da fonti di luce. Inoltre, si dovrebbe evitare di posizionare lo schermo ad un angolo che potrebbe causare distorsioni.

I monitor curvi presentano alcuni aspetti negativi. Uno di questi è il fatto che può essere più difficile tenerli al riparo dalla luce. Un altro è che sono costosi. Se non potete permettervi un monitor curvo, dovreste considerare le opzioni disponibili per gli schermi piatti.

Alcuni monitor sono inoltre sprovvisti di funzioni di protezione per gli occhi e bisogna assicurarsi di utilizzare il monitor in modo corretto. Diverse aziende offrono funzioni di sicurezza come BlueLightShield, VisionCare e altre misure di sicurezza.

In definitiva, è necessario scegliere un monitor curvo adatto alle proprie esigenze. Prima di procedere all’acquisto, controllate le varie recensioni online per trovare quello migliore per le vostre esigenze.

Ingressi


Se state cercando di passare a un nuovo monitor, ci sono diverse cose che dovete sapere. Il più importante è la frequenza di aggiornamento. Una frequenza di aggiornamento elevata consente una riproduzione 3D attiva più fluida. Inoltre, i migliori monitor sono privi di sfarfallio.

Esistono molti modi per misurare la magia del display. I produttori hanno a disposizione molti strumenti. Ad esempio, la maggior parte dei produttori misura la variazione di luminanza tra il 10% e il 90%. Possono anche disporre di uno scaler interno che aggiunge o sottrae il ritardo di ingresso.

Inoltre, è necessario considerare la risoluzione dello schermo. Gli schermi più grandi avranno un impatto maggiore sull’immagine. Si dovrebbe puntare a un pannello da 1080p o superiore.

Anche il tempo di risposta è importante. Alcuni monitor offrono un’impostazione dedicata al basso input lag. I monitor migliori hanno una frequenza di aggiornamento di 75 Hz o più. Questo vi aiuterà a giocare senza sfocature di movimento.

Un’altra caratteristica è l’overdrive. Molti monitor moderni ne sono dotati. È importante fare attenzione agli artefatti da overdrive, come il trailing. Il trailing è una sfocatura che va oltre quella che percepiamo come normale sfocatura dovuta al movimento degli occhi.

Quando cercate il monitor migliore per le vostre esigenze, non lasciatevi ingannare da ciò che vi dice il produttore. Anche se oggi sul mercato ci sono molte funzioni interessanti e fantasiose, è meglio dare la priorità alle proprie esigenze. Considerate gli usi principali del vostro nuovo monitor. Se lo userete per i giochi, vorrete trovare la risoluzione più alta e il tempo di risposta più breve possibile.

Grazie a questi suggerimenti, sarete in grado di prendere una decisione informata. Prima di procedere all’acquisto, provate lo schermo con diverse configurazioni di computer per vedere quale funziona meglio.