Migliori Barbecue a Gas sui 100 euro | Guida completa all’acquisto

La comodità dei barbecue a gas li ha resi la prima scelta per chi vuole cucinare alla griglia in modo semplice e veloce, senza rinunciare al gusto tradizionale del barbecue.

Quest’ultimo punto è stato notevolmente migliorato negli ultimi anni e il sapore del carbone di legna è già stato riprodotto in modo molto affidabile. Per migliorarlo ancora di più, alcuni barbecue includono barrette aromatiche che carbonizzano le colature e impregnano il cibo di quell’inconfondibile gusto affumicato.

Anche se generalmente più costosi, si possono trovare dei buoni prodotti anche nella fascia di prezzo sui 100 euro,  i barbecue a gas hanno diversi vantaggi rispetto ai tradizionali barbecue a carbone o a legna:

Molto più veloce (si può mangiare in pochi minuti)
Facilità di pulizia
Facilità d’uso
Controllo della temperatura

Il calore è inoltre distribuito in modo uniforme in tutto il barbecue, e ciò garantisce una cottura più regolare, senza lasciare zone più cotte di altre o dover monitorare costantemente il cibo nel caso in cui bruci da qualche parte.

Inoltre, evita l’effetto di pressione dei barbecue tradizionali. Il problema di questi barbecue è che una volta accesa la carbonella o la legna da ardere, bisogna usarla per cucinare tutto il cibo previsto. Se verso la fine del barbecue vi rendete conto che dovete cucinare più cibo, probabilmente è già troppo tardi.

Migliori Barbecue a Gas sui 100 euro

 

Offerta
Sochef Piùsaporillo Barbecue, Sistema di Cottura a Pietra Lavica, Nero, 52x122x103 cm
  • Sistema di cottura a Pietra Lavica (in dotazione)
  • Bruciatori in acciaio inox, potenza 10 Kw
  • Fornello laterale 3 Kw e ripiano pieghevole
  • Griglia smaltata 50.6x35.6 cm e Griglia articolata
  • Indicatore di temperatura, Cestello frontale portaoggetti, Telo copri bombola
  • Facilmente trasportabile, è fornito di un ripiano laterale pieghevole, un porta bombola coperto e un cestello frontale...
  • Potenza: 10 kW; area di cottura: 50,6 x 36,6 cm; cottura con pietra lavica
  • Fornello laterale da 3 kW; 1 ripiano laterale pieghevole; coperchio con indicatore di temperatura
Offerta
Campingaz BBQ a Roccia Lavica Xpert 100 LS Plus Rocky, Barbecue Grill Compatto a 2 Bruciatori e 1 Fornello Laterale, 7.1 kW di Potenza, 2 Griglie Cromate
  • Qualita elevata e potenza: 2 bruciatori in acciaio alluminato ad alte prestazioni (7.1 kW); comodo fornello laterale per contorni...
  • Opzioni di cottura infinite: griglia di cottura in acciaio cromato (45 x 35 cm), per donare ai cibi le tipiche righe da grigliata
  • Distribuzione del calore: dotato di roccia lavica che assicura una distribuzione uniforme del calore su tutta la superficie della...
  • Stoccaggio e trasporto: 1 comodo ripiano laterale pieghevole e 2 ruote robuste per riporre il BBQ quando non è in us0
  • Specifiche: coperchio con termometro (per cottura indiretta); superficie 1535 cm²; altezza cottura: 85 cm; consumo gas 515+153...

 

Barbecue a gas più venduti su Amazon

Guida completa all’acquisto di un barbecue a gas

Le dimensioni del barbecue

Per scegliere quale formato di barbecue è ideale per voi, dovreste prima pensare a cosa cucinerete regolarmente e per quante persone, perché è questo che determinerà lo spazio necessario.

Se avete intenzione di usarlo per cucinare un sacco di salsicce e hamburger per grandi gruppi di persone, probabilmente avrete bisogno di un barbecue più grande.

Barbecue per gruppi

In questo caso si dovrebbe ottenere un barbecue con 3 o più bruciatori e una superficie di cottura di oltre 2500 cm2 (70 x 35 cm) assicurandovi uno spazio di cottura sufficiente per tutti i vostri ospiti senza che debbano aspettare.

Per gruppi numerosi è anche utile avere un vassoio riscaldante sui lati o sulla parte superiore del barbecue per mantenere il cibo caldo.

Barbecue per famiglia di 4 persone

Se cercate un barbecue da utilizzare regolarmente per una famiglia di 4 persone, sono sufficienti due fornelli e una superficie di cottura di circa 1.800 cm2 (60 x 30 cm).

Migliori Barbecue a Gas sui 100 euro | Guida completa all'acquisto

Il materiale del barbecue

Anche il materiale di cui è composto il barbecue è importante, perché oltre ad essere quello che determinerà la durata, influenzerà anche la distribuzione del calore e quindi la qualità del cibo.

Materiale delle griglie

Idealmente in acciaio inossidabile, perché diffondono meglio il calore ed evitano la formazione di muffe. Quelli fatti di ferro lavorano bene e trattengono meglio il calore, ma col tempo possono diventare ammuffiti o corrosi e sono meno durevoli.

La maggior parte delle griglie sono smaltate o rivestite di porcellana per migliorare la ritenzione del calore e facilitare la pulizia. In questo caso bisogna fare attenzione perché sono anche più fragili. Fate particolare attenzione quando li pulite se sono caldi, perché in tal caso potreste danneggiare il materiale.

Materiale esterno

Si possono trovare barbecue in acciaio inossidabile, anche se quelli di alta qualità sono di solito abbastanza costosi.

Quelli rivestiti in porcellana sono di solito più economici, e anche se evitano molto bene macchie o graffi, se il rivestimento si rompe possono corrodere.

La potenza di riscaldamento del barbecue

La potenza di riscaldamento è spesso misurata con le BTU (unità termiche britanniche), ma questa misura non è realmente correlata alla velocità di cottura o alla qualità.

Le BTU non indicano in realtà la quantità di calore utile che un barbecue può generare, ma la quantità di combustibile che consuma. Per questo motivo è molto più utile calcolare il flusso di calore, che è il BTU diviso per la zona di cottura (anche se i produttori di solito non riportano questi dati).

Flusso di calore

Per darvi un’idea, il flusso di calore più comune per un barbecue a gas è di solito di 35 BTU per cm2. Ma a causa del numero di variabili che la influenzano, non è veramente importante guardare a questa caratteristica.

Sistema di diffusione del calore

È più importante prestare attenzione a quale sistema di protezione e diffusione del calore colloca il barbecue sopra i bruciatori. Si tratta di solito di un tipo di piastre metalliche che possono avere o meno dei fori, che proteggono i bruciatori dallo sgocciolamento e aiutano a distribuire meglio il flusso di calore.

Inoltre, carbonizzando i residui di cibo che vi cadono sopra, questi piatti servono a fornire più sapore di carbonio al cibo. Idealmente, questi ferri dovrebbero coprire quanta più superficie possibile, senza lasciare spazi vuoti.

Numero di bruciatori

La maggior parte dei barbecue a gas hanno diversi bruciatori che permettono di cucinare a temperature diverse allo stesso tempo, il che è l’ideale se vogliamo fare un barbecue che abbina carni più spesse a quelle più sottili, o se includiamo le verdure.

Se si desidera la massima versatilità, il nostro consiglio è quello di acquistare un modello con un minimo di tre bruciatori. In questo modo sarà possibile utilizzarne due per il barbecue lasciandone uno spento.

Una volta che la carne ha una macchia di colore, è possibile spostarla nel bruciatore non attivo e chiudere il coperchio. In questo modo il calore presente all’interno del barbecue continuerà a cuocere la carne senza bruciarla.

Il tipo di bruciatori

I bruciatori possono essere a fiamma o a infrarossi. Queste ultime offrono un’intensità di cottura più diretta e costante, raggiungendo temperature elevate. Sono notevolmente più costosi e in genere non sono necessari per ottenere risultati eccellenti.

Il tipo di accensione

Un accendino elettronico o piezoelettrico, a differenza di un accendino rotante o a impulsi, è l’ideale per avviare il barbecue con un solo clic senza rischio di incidenti, quindi questa è la nostra raccomandazione.

Campana per barbecue

Alcuni barbecue a gas includono una cappa come copertura per il cibo durante la cottura alla griglia. In questo modo, oltre ad evitare che il fumo ci disturbi o ci sporchi, permette anche di distribuire il calore in modo più uniforme. In questo modo si eviterà che la carne sia cruda all’interno e tostata all’esterno.

Ruote

Se avete intenzione di usare il vostro barbecue regolarmente, probabilmente troverete molto utile avere le ruote su tutte e quattro le gambe invece che su due, in modo da poterlo spostare più comodamente.

La maggior parte dei barbecue a quattro ruote hanno un sistema che mantiene due delle ruote frenate, per evitare che il barbecue si muova durante la cottura.

Altri extra

Un’opzione che può essere interessante è quella di avere le luci sotto la campana o sui comandi, soprattutto se si intende fare un barbecue dopo il tramonto.

È inoltre preferibile che il barbecue abbia un indicatore di gas residuo predefinito. Altrimenti non dovete preoccuparvi, perché possono essere acquistati separatamente – ma non c’è niente di peggio che finire il propano nel bel mezzo di un barbecue con gli ospiti!

Un’altra opzione utile è quella di avere un termometro digitale sulla griglia. La maggior parte dei barbecue include di serie un termometro a quadrante; il problema è che di solito è posizionato sul coperchio, e la temperatura lì è diversa dalla griglia.

Per questo motivo, se volete controllare il più possibile la temperatura di cottura, vi consigliamo di procurarvi uno degli speciali termometri digitali per barbecue che troverete in questa selezione.

Infine, un extra molto utile che alcuni barbecue incorporano è una griglia di riscaldamento supplementare che si trova sopra la griglia principale. In questo modo si può lasciare il cibo che si vuole tenere al caldo e anche evitare che si bruci.

La maggior parte dei barbecue a gas possono essere integrati con opzioni aggiuntive come pinzette per le costole, cestini, griglie, o retrobruciatori a infrarossi (utili per arrostire i polli, per esempio), anche se la maggior parte non sono in realtà necessari per cucinare un barbecue più che decente.

Migliori Barbecue a Gas sui 100 euro | Guida completa all'acquisto
Domande frequenti FAQ sui barbecue a gas

È necessario utilizzare pietre laviche?

Mettere pietre vulcaniche su un vassoio sopra i bruciatori è diventato abbastanza di moda qualche anno fa. Sono pietre vulcaniche naturali che trattengono bene il calore, e in alcuni barbecue a bassa potenza sono utili per aumentare la temperatura di cottura. Permettono inoltre di distribuire uniformemente il calore in tutta la griglia e di raccogliere il grasso che cade dal cibo.

Anche se al giorno d’oggi non sono di solito necessari nella maggior parte dei barbecue di qualità perché hanno una potenza sufficiente e distribuiscono bene il calore, se volete usarli dovreste controllare che il vostro barbecue includa già o permetta di posizionare un vassoio tra i fornelli e la griglia, perché è lì che metterete le pietre laviche.

La procedura è la seguente:

Una volta che il vassoio è coperto di pietre, accendere il barbecue e lasciare che le pietre si riscaldino per 15 minuti.
Dopo 15 minuti si può iniziare a cuocere il cibo sulla griglia perché le pietre saranno pronte.

Ogni 2 o 3 utilizzi, girare le pietre in modo che si riscaldino sul lato opposto per prolungare al massimo la loro vita. Le pietre possono essere riutilizzate più volte, anche se si raccomanda di cambiarle almeno una volta all’anno.
Gas naturale o butano/propano?

La stragrande maggioranza dei barbecue utilizza butano o propano, anche se alcuni permettono di collegarsi al gas naturale in casa.

In questo modo il vostro barbecue non rimarrà mai a corto di carburante e potrete dimenticarvi di fare il pieno alle bombole di propano, ma sarà anche meno trasportabile e probabilmente avrete bisogno di un professionista per effettuare l’installazione.

I barbecue a gas stanno avanzando rispetto ai barbecue a carbone o a legna per la loro facilità d’uso e la velocità di avviamento. Anche se non sono la scelta ideale per la cottura lenta di alcuni tipi di carne, oggi sono in grado di fornire un gusto molto simile al carbone.

Nel caso di cibi a cottura rapida e ad alta temperatura, come bistecche, hamburger, costine, pesce o verdure, sarà praticamente impossibile differenziare il gusto ottenuto con un barbecue a gas da uno a carbone.

È vero che di solito sono più costosi, ma è anche vero che un barbecue a gas di buona qualità può durare per molti anni.

 

Come funziona un barbecue a gas con pietra vulcanica

Le pietre vulcaniche sono popolari perché trattengono molto bene il calore, ed è per questo che sono state messe in un vassoio sopra i bruciatori per barbecue per aumentare la loro potenza. Servono anche a distribuire meglio il calore e ad assorbire il grasso.

Ma al giorno d’oggi l’uso di un barbecue a gas con pietra vulcanica non è del tutto necessario perché i modelli attualmente in grado di distribuire il calore molto bene.
barbecue a gas con pietra vulcanica

Tuttavia, se siete interessati ad un barbecue a gas con pietra vulcanica per i vostri risultati, assicuratevi che il vostro modello abbia spazio per posizionare un vassoio tra i bruciatori e la griglia per posizionare le pietre.

Allora, come si fa a fare una grigliata su un barbecue a gas con pietre vulcaniche? Seguite questi semplici passi:

Coprire il vassoio tra i fornelli e la griglia con un sacco di pietre, accendere il barbecue e attendere che si riscaldi per circa 15 minuti.
Cuocere il cibo normalmente.
Ricordatevi di girare le pietre ogni 2 o 3 volte per prolungare la loro vita.

 

Come accendere un barbecue a gas

Per accendere barbecue di questo tipo non c’è bisogno di grandi complicazioni.

Se si tratta di un’accensione automatica, sarà necessario collegare e aprire la bombola del gas del barbecue e premere il pulsante di accensione. Poi posizionare il cibo per cucinarlo perfettamente.
accensione automatica su barbecue a gas

Se invece non ha un’accensione automatica, è sufficiente portare un fiammifero o un accendino all’accendino dopo aver aperto il cilindro per avviare la preparazione.
Vantaggi delle grigliate su un barbecue a gas

Conosco molte persone che ancora non sanno decidere se è meglio comprare un barbecue a gas o elettrico, o uno a legna e carbone.

Si preoccupano del gusto, del prezzo e della durata. Ma in questa occasione, e visto che stiamo parlando di barbecue a gas, voglio citare alcuni motivi per decidere per questi:

Preparazione più veloce: Quando si cucina su un barbecue a gas, si può mangiare dopo pochi minuti. Tanto che anche in 20 minuti si può mangiare. Questo vantaggio è dovuto al fatto che i barbecue che utilizzano combustibili fossili, devono preparare la griglia giusta e affrontare ogni tipo di contrattempo per farlo.

Migliore controllo della temperatura: il calore di questi è distribuito uniformemente in tutto il barbecue, in modo da garantire una cottura più regolare. In questo modo non dovrete preoccuparvi che un’area venga lasciata grezza o bruciata.

 

Pulizia più facile: un barbecue a gas è molto più facile da pulire, nel senso che non sarà necessario raccogliere cenere, o carbone o residui di legno.

 

Come pulire un barbecue a gas

La pulizia e la manutenzione del vostro barbecue è la chiave per far sì che duri per molti anni.

Sia prima che lo usiate, sia dopo l’uso, dovete assicurarvi che sia pulito per dare un sapore migliore al vostro cibo ed evitare rischi per la sicurezza.

Prima di pulirlo, è necessario assicurarsi che sia già freddo e che il gas sia ben chiuso.
Procedere poi a rimuovere gli scarti di cibo e altri residui dalla superficie.
Assicuratevi anche di pulire i condotti, ma è importante non farlo con un prodotto qualsiasi. Ci sono diversi prodotti speciali sul mercato per questo scopo.

Generalmente è più comune usare i barbecue in estate, quindi il resto dell’anno lo copre con una copertura impermeabile per mantenerlo in buone condizioni.

Consigli di sicurezza per i barbecue a gas

I barbecue a gas possono comportare un certo pericolo di non essere curati o utilizzati correttamente. Ecco alcuni consigli da tenere a mente:
sicurezza barbecue a gas

I bambini dovrebbero stare lontani dal barbecue in ogni momento e mantenere una costante supervisione da parte degli adulti.
Non esporsi al gas del barbecue per troppo tempo, potrebbe farti girare la testa.
Possono verificarsi esplosioni incontrollabili. E anche se è raro, non è raro avere un estintore nelle vicinanze.
Non trascurare mai il barbecue. Se hai intenzione di fermarti per un po’, chiedi a qualcun altro di supervisionare.

Altri tipi di barbecue

Naturalmente, ci sono più tipi di barbecue di quelli menzionati sopra. Un altro tipo di barbecue è il barbecue in pietra. Se avete un grande giardino e vi piace preparare i barbecue molto spesso nello stesso posto, questi barbecue sono perfetti per voi.

Oltre ai barbecue in pietra e muratura, potrete preparare il vostro barbecue su un barbecue in pietra vulcanica. Questi barbecue sono molto simili ai barbecue a gas, con la differenza che sono dotati di pietre vulcaniche che si riscaldano quando si accendono i bruciatori. In questo modo è possibile mantenere a lungo il calore del barbecue e sfruttare i vantaggi di questi barbecue.

Un altro tipo di barbecue sono i barbecue portatili, molto pratici non appena si vuole uscire al parco o in campagna e si vuole preparare un barbecue spontaneo. I barbecue portatili sono molto piccoli e spesso pieghevoli – quindi potete portarli ovunque senza problemi. Ma bisogna tener conto del fatto che, nonostante le piccole dimensioni, non si può cucinare per molte persone, e non si ottengono nemmeno temperature molto alte, perché non c’è molto spazio per il carbone da ardere.

Scegliere il barbecue giusto

Se prendete nota dei seguenti consigli, troverete sicuramente il barbecue perfetto!

Stai lontano dai barbecue troppo piccoli

Molti pensano che i barbecue più grandi siano meno pratici di quelli più piccoli. Questo è in parte vero. Anche se richiedono più spazio, offrono molti più vantaggi rispetto ai modelli più piccoli. Soprattutto nel caso delle griglie a caldaia, la scelta per l’acquisto di un barbecue dovrebbe essere un modello più grande, poiché i barbecue più piccoli sono molto più difficili da regolare e spesso si riscaldano troppo velocemente.

Per poter gustare il vostro barbecue per lungo tempo, è necessario pulirlo accuratamente dopo ogni barbecue. Questo punto è spesso considerato fastidioso quando si acquista un barbecue, ma contribuisce in modo significativo alla durata del barbecue. Pertanto, assicuratevi che il vostro barbecue possa essere smontato il più facilmente possibile, in modo che tutti i componenti possano essere puliti bene e senza grande sforzo. Questo punto gioca un ruolo importante anche nel confronto dei barbecue.

Inoltre, è necessario assicurarsi che il cibo del barbecue sia sempre fresco prima di acquistarlo. Se i prodotti per il barbecue vengono acquistati con diversi giorni di anticipo, è assolutamente necessario conservarli in un luogo fresco. Il modo migliore per farlo è utilizzare un frigorifero standard o un frigorifero-congelatore combinato. Questi possono essere raffreddati e congelati.
Vantaggi di un barbecue di marca

Anche se il prezzo favorevole di un barbecue senza nome può sembrare molto allettante a prima vista, si dovrebbe piuttosto acquistare il barbecue con una tecnologia sviluppata da un produttore di marca. Come già detto nelle tre regole di base per la scelta del barbecue giusto, i barbecue senza nome utilizzano spesso materiali scadenti e inadeguati.

A prima vista sembrano quasi identici, ma come dimostra il nostro confronto con i barbecue, i barbecue economici sono di solito un caso per la spazzatura dopo uno o due anni. Questo è confermato anche da altri confronti di barbecue.

 

Facilità di montaggio

Dopo l’acquisto del barbecue, in generale, l’attenzione si concentra per la prima volta sull’assemblaggio. Questo dimostra anche se la griglia vale i vostri soldi. Se il montaggio è semplice e non complicato durante il controllo del barbecue, questo è segno che il produttore si è già impegnato molto nella costruzione e non ha risparmiato su altri punti.

Quanto velocemente si riscalda il barbecue?

Con questo breve controllo del barbecue è possibile determinare quanto tempo ci vuole perché il barbecue raggiunga la temperatura di esercizio (valore standard: 200 °C). Il valore viene utilizzato per confrontare il barbecue con altri dispositivi. È possibile eseguire questo controllo del barbecue direttamente con il termometro nel coperchio o, se non è disponibile, è possibile misurare la temperatura del barbecue con un termometro separato. A tal fine è necessario raggiungere una temperatura di 200°C. Potete eseguire questo controllo della temperatura sul vostro vecchio e nuovo barbecue.

Un punto importante, soprattutto nei barbecue più grandi, è la distribuzione del calore. È possibile eseguire facilmente questo controllo del barbecue durante la preparazione della griglia. Equipaggiate la griglia con materiale sufficiente e osservate il controllo del barbecue, come sono croccanti i rispettivi pezzi di carne nei singoli punti della griglia.

Nonostante tutto, anche la stagione gioca un ruolo molto importante. Se pensate che il barbecue sia possibile solo nei mesi più caldi, date un’occhiata al nostro consulente!

Ultimo aggiornamento 2020-09-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More