Quanti megapixel dovrebbe avere un monitor da gioco?

(Aggiornato il: Gennaio 12, 2023)

Non è sempre facile stabilire il numero di megapixel di un monitor da gioco da acquistare. Alcuni dei fattori da considerare sono la frequenza di aggiornamento, i display IPS, il ghosting inverso e il tempo di risposta.

Frequenza di aggiornamento
La frequenza di aggiornamento di un monitor da gioco è un fattore chiave quando si tratta di visualizzare un’immagine. Maggiore è la frequenza di aggiornamento, migliore è l’immagine. Tuttavia, se lo schermo non è in grado di tenere il passo, è possibile che non si riesca a sfruttare appieno l’hardware ad alta velocità.

Ci sono diversi modi per assicurarsi che lo schermo sia all’altezza. Innanzitutto, è necessario determinare la risoluzione del monitor. Si tratta del maggior numero di pixel che lo schermo può visualizzare contemporaneamente.

Il passo successivo consiste nel trovare la frequenza di aggiornamento più alta che il computer può gestire. I migliori monitor sono dotati di una funzione di overclock che consente di aumentare il numero di volte che il display può essere aggiornato in un secondo.

Una frequenza di aggiornamento elevata può migliorare l’esperienza in quasi tutti i tipi di utilizzo. Ad esempio, può essere utile per un artista o un designer. Può anche migliorare l’esperienza di gioco.

Quando si sceglie un monitor, è necessario considerare anche l’accuratezza dei colori. I pannelli IPS possono fornire una buona precisione dei colori, ma hanno tempi di risposta più lenti. I pannelli VA sono una scelta migliore, in quanto tendono a produrre immagini più chiare.

Se si vuole ottenere la massima precisione visiva possibile, è necessaria anche una scheda grafica di fascia alta. La CPU e la GPU devono essere in grado di eseguire rapidamente l’elaborazione delle immagini.

Un monitor con una frequenza di aggiornamento più elevata può ridurre il ritardo di input, facilitando la visione di azioni in rapido movimento. Inoltre, la tecnologia più avanzata può aiutare a evitare il tearing dello schermo. Potete anche optare per un display curvo, che vi aiuterà a vedere l’azione da tutti i lati.

Infine, è necessario determinare la risoluzione migliore per le proprie esigenze. Maggiore è la risoluzione, maggiore sarà il numero di pixel visibili.

Tempo di risposta
Il tempo di risposta di un monitor da gioco è un fattore molto importante da considerare. Un monitor con un tempo di risposta inferiore può fare la differenza tra un’esperienza visiva eccellente e una media.

Ha anche un effetto misurabile sull’input lag. Con un monitor medio a 60 Hz, il tempo necessario allo schermo per riaccendersi è di 17 millisecondi. Questo può causare immagini sfocate quando si gioca ai videogiochi. Se giocate a un gioco competitivo, potreste perdere la vostra prossima partita a causa del ritardo dell’immagine.

Il tempo di risposta di un monitor si misura in millisecondi (ms) e la misura più accurata e rapida è quella da grigio a grigio (GtG). Il tempo di risposta di un pannello TN può essere di 1ms. Il tempo di risposta di un pannello IPS, invece, può raggiungere i 4ms.

Un monitor da gioco medio dovrebbe avere un tempo di risposta di almeno 5 ms. Si tratta di un buon valore, in quanto riduce al minimo il motion blur e il ghosting. Il ghosting è il processo di dissolvenza delle sagome degli oggetti in movimento.

Per questo motivo, è importante scegliere un monitor con un tempo di risposta rapido. Un tempo di risposta veloce è indispensabile per gli esports e altri giochi che comportano movimenti rapidi. Inoltre, un monitor con un buon tempo di risposta consente di ottenere immagini più vivide e chiare.

Un tempo di risposta superiore a cinque ms potrebbe non essere l’ideale, ma non è impossibile trovare un monitor da gioco con un tempo di risposta di 10 ms o più. Questi sono solitamente disponibili sui monitor progettati per gli esports.

Il tempo di risposta è una specifica che la maggior parte delle persone non si preoccupa di controllare. Tuttavia, è bene sapere cos’è e perché è importante.

Inversione dell’immagine (ghosting)
Il ghosting inverso sui monitor da gioco si verifica quando il tempo di risposta è lento e l’immagine cambia colore. Non è permanente e si può risolvere facilmente disattivando le funzioni o aggiornando i driver.

Alcune immagini fantasma sono causate da una mancanza di overdrive, ma possono anche essere causate dalle impostazioni del display. È possibile utilizzare il manuale del monitor per trovare l’impostazione corretta. L’impostazione migliore si trova solitamente a metà della gamma di overdrive.

L’overdrive sui monitor da gioco aumenta la velocità di risposta per gli oggetti in rapido movimento. Tuttavia, può anche causare un effetto ghosting inverso. Se non si è sicuri dell’impostazione dell’overdrive, cercare di ottenere l’overdrive più basso possibile.

Anche i monitor con angoli di visione diversi possono essere soggetti a ghosting. Un buon monitor vi aiuterà a evitare questo problema. Un altro motivo di ghosting è la presenza di un pannello con tempi di risposta lenti.

Per evitare il ghosting sul monitor, è necessario scegliere un pannello con un’elevata frequenza di aggiornamento. È inoltre possibile ridurre il ghosting aggiornando i driver della scheda grafica e del monitor.

Se il ghosting persiste, potrebbe essere necessario acquistare un nuovo monitor. Se non si riesce a trovare un monitor dotato di overdrive, si dovrebbe cercare di acquistarne uno con una frequenza di aggiornamento più elevata.

Se non si riesce a trovare una frequenza di aggiornamento elevata, si può comunque migliorare il tempo di risposta utilizzando alcune tecniche di miglioramento dell’immagine. Queste includono la riduzione del rumore, la nitidezza perfetta e il contrasto dinamico. Ognuna di queste tecniche ridurrà il tempo di risposta totale e quindi il ghosting.

Se si utilizza uno schermo LCD IPS, si dovrebbe essere meno soggetti al ghosting. D’altra parte, è necessario prestare attenzione ai pannelli TN.

Sincronizzazione adattiva AMD
La sincronizzazione adattiva AMD su un monitor da gioco è una funzione che riduce lo stuttering e contribuisce ad aumentare le prestazioni del display. Il sistema funziona regolando la frequenza di aggiornamento del monitor in base alla frequenza dei fotogrammi della scheda grafica. In questo modo si eliminano il tearing e il judder dello schermo.

Esistono due tipi di Adaptive Sync. Uno è G-Sync di Nvidia e l’altro è FreeSync di AMD. Funzionano in modo diverso, ma entrambi risolvono problemi simili.

Nel caso di AMD, FreeSync funziona consentendo al monitor di regolare la frequenza di aggiornamento in base alla frequenza dei fotogrammi della scheda grafica Radeon. Se il gioco viene eseguito a una frequenza di aggiornamento inferiore a quella massima del monitor, si noterà un calo della frequenza dei fotogrammi. Tuttavia, se il gioco viene eseguito a una frequenza di aggiornamento superiore a quella massima, la scheda grafica compenserà la minore frequenza di fotogrammi del monitor e non ci si dovrà preoccupare di judder o stutter.

D’altra parte, G-Sync di Nvidia richiede un monitor e una scheda grafica compatibili. Inoltre, dispone di un programma di certificazione che garantisce un’esperienza senza strappi.

Un’altra caratteristica di un monitor da gioco è la velocità di aggiornamento. È possibile scegliere tra diversi tipi, a seconda del budget e delle preferenze. Ad esempio, si può optare per un monitor LCD IPS o per un pannello LED di fascia alta. Inoltre, è possibile scegliere tra un’ampia gamma di dimensioni e modelli.

Infine, la compensazione del basso framerate di AMD è un’altra caratteristica che migliora la vostra esperienza di gioco su PC. Grazie a questa funzione, la frequenza dei fotogrammi è sempre di 60 Hz.

Queste caratteristiche sono molto importanti per la vostra esperienza di gioco. Ma la domanda è: è importante? Alcuni giochi per PC semplici non necessitano di queste tecnologie, ma quelli ad alta intensità grafica potrebbero averne bisogno.

Display IPS
Il tempo di risposta del monitor è un fattore chiave per determinare la fluidità o meno del gioco. È importante avere un tempo di risposta veloce se si gioca con un frame rate elevato. In genere, i monitor migliori hanno un tempo di risposta di 5 millisecondi o meno. In questo modo si garantisce che le azioni siano rapide e che la visualizzazione non sia sfocata.

Anche se il tempo di risposta non è la caratteristica più importante da ricercare, è certamente un fattore importante da prendere in considerazione. Un tempo di risposta basso significa un’esperienza di visione più fluida e un’immagine più nitida.

Quando si sceglie un monitor, vale la pena considerare il tipo di pannello utilizzato. Ne esistono tre tipi: Twisted Nematic (TN), Vertical Alignment (VA) e In-plane switching (IPS). I pannelli TN sono solitamente più veloci, ma i pannelli VA e IPS sono progettati per migliorare i colori e le immagini.

Se si prevede di giocare a giochi competitivi, si dovrebbe prendere in considerazione l’acquisto di un monitor con un tempo di risposta di 1 ms. Ma non sarà possibile trovare un modello che si spinga fino a 4ms. I pannelli IPS e TN hanno una frequenza di aggiornamento più elevata, ma non sono in grado di eguagliare un tempo di risposta di 1ms.

Per un buon monitor da gioco, è necessario cercare un modello con una frequenza di aggiornamento elevata. È particolarmente importante se il gioco prevede azione. Una frequenza di aggiornamento elevata consente di giocare a una risoluzione più elevata.

I monitor con una frequenza di aggiornamento elevata sono perfetti per visualizzare immagini nitide e chiare. Inoltre, contribuiscono a ridurre al minimo gli effetti del motion blur, che può far muovere lentamente il cursore e causare immagini fantasma. Tuttavia, se non siete giocatori agguerriti, potete anche accontentarvi di un tempo di risposta più lento.