In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Migliori Alimentatori PSU per Ryzen 9 5900x e 5950x (Ottobre 2021)

Il Ryzen 9 5900X/5950X sono i due processori di punta di AMD. Il Ryzen 5900X ha 12 core, 24 thread e 105 TDP. Il Ryzen 5950X  ha 16 core e 32 thread.

Nonostante offrano un grande aumento di prestazioni, questi processori consumano più o meno la stessa potenza dei loro predecessori. Ciò significa che non c’è bisogno di comprare una nuova PSU se stai aggiornando dal 3900X o 3950X.

Per scegliere i migliori PSU per la serie Ryzen 9 5000 occorre sapere quale scheda video abbinerete.

Ryzen 9 5900x e RTX 3070 : quale alimentatore?

Almeno un PSU da 650W o 750W Gold per quelle specifiche, perché un Ryzen 9 5900X può usare fino a circa 200W con Precision Boost Overdrive abilitato e una RTX 3070 può usare facilmente 280W con picchi di oltre 300w e più con i modelli AIB personalizzati. Questo è semplicemente troppo per una PSU da 550W perché i picchi di potenza dalla sola 3070 causeranno lo spegnimento. Non scenderei sotto i 650W e deve essere un’unità di buona qualità.

1.Thermaltake Toughpower PF1 750W

Thermaltake Toughpower Pf1 750W - Tt Premium Edition / Alimentatori
  • Il nuovo design del PCB consente a tutti gli SMD di stare sul lato superiore del PCB dell'alimentatore. Questo design non solo impedisce l'accumulo di calore nella parte inferiore dell'alimentatore, ma consente anche il passaggio dell'aria fredda grazie alla ventola con cuscinetti idraulici da 120 mm che copre l'intero set di componenti, mantenendo bassa la temperatura dell'alimentatore
  • Tutte le oscillazioni sono inferiori ai 30 mV sui +12 V, + 5 V o + 3,3 V dallo 0% al 100% del carico per garantire un funzionamento stabile e mantenere più a lungo e affidabili le prestazioni dei componenti anche nei momenti di criticità.
  • Il sistema di regolazione della tensione, più stringente rispetto agli standard ATX Intel, che prevedono un ±5% per le linee principali (3,3V, 5V e 12V) ed un ±10% per quella da -12V, è impostato con un’oscillazione massima di un ±2% per tutte le linee principali così da soddisfare le richieste energetiche più impegnative.
  • Il cavo nero piatto low-profile semplifica e migliora la gestione dei cavi, riducendo l'ingombro e aumentando il flusso d'aria all'interno del case.

Thermaltake Toughpower PF1 750W è una buona opzione se hai intenzione di usare il tuo 5900X/5950X con una RTX 3080.

Assomiglia a qualsiasi altro PSU ATX ma ha un profilo relativamente più piccolo. A differenza di altri PSU, la ventola è installata sul lato superiore mentre le specifiche tecniche sono elencate nella parte inferiore.

Il pannello modulare è organizzato in due sezioni. La sezione superiore ha il connettore principale a 24 pin, mentre gli altri, come i connettori PCIe e SATA, si trovano sulla sezione inferiore. Alcune persone potrebbero sentire queste sezioni un po’ strette.

All’interno, vedrete componenti ben organizzati, con condensatori Rubycon giapponesi da 105c e una ventola TT-1225 a cuscinetto idraulico da 120mm che è il punto forte.

Insieme a questa ventola, Thermaltake ha fatto alcune modifiche al design che mantengono la temperatura bassa. Il nuovo design ha l’SMD sul lato più alto del PCB, che crea un flusso d’aria alla base del PSU.

La ventola non gira finché il carico non supera il 30%, ma è possibile disattivare questa funzione tramite un interruttore sul retro.

Come molti altri PSU Thermaltake, c’è un’emissione di rumore a basso ripple, il che significa una fluttuazione minima della tensione. Nonostante sia un 750W, siamo riusciti a raggiungere di più prima che si spegnesse. È classificato 80+ platino, il che significa che è più efficiente di molti altri alimentatori concorrenti 80+ gold.

Non c’è RGB o qualsiasi altra caratteristica appariscente, ma PF1 svolge tutti i suoi compiti principali in modo eccezionale. Da non dimenticare anche l’enorme garanzia di 10 anni.

2.NZXT C850

NZXT C850 - NP-C850M-EU - Alimentatore da 850 Watt - Certificato 80+ Gold - Controllo ibrido silenzioso della ventola - Cuscinetti fluidodinamici - Design modulare - Alimentatore da gioco ATX
  • Con la semplice pressione di un pulsante si attiva la modalità Zero RPM, silenziando la ventola in condizioni di basso carico
  • Tutti gli alimentatori della serie C si adattano a qualsiasi PC Build conforme allo standard ATX e supportano le GPU NVIDIA fino a 2080ti e le GPU AMD fino a Vega 64; l'alimentatore C850 supporta configurazioni PC con più di una GPU
  • Il design modulare consente di utilizzare solo i cavi necessari, assicurando un'installazione più facile con il minimo ingombro

Il C850 è un nuovo PSU di NZXT. Anche se viene definito un alimentatore da gioco, non c’è alcun tipo di illuminazione RGB.

Non è un grosso problema per noi, ma per molti giocatori lo è. Ma il design generale è elegante, con fori di ventilazione su diversi lati.

È simile all’NZXT E850 ma non ha l’integrazione digitale CAM.

Come ogni PSU di fascia alta in questi giorni, il C850 è dotato di una modalità ventola a zero RPM, supporto multi-GPU, certificazione 80+ Gold e una garanzia di 10 anni.

C’è un cavo fornito per ogni connettore, il che significa che puoi utilizzare ognuno di essi se vuoi. Questo è importante perché alcune aziende forniscono solo un numero limitato di cavi. Questi cavi sono rivestiti, il che li rende belli da vedere e ne aumenta la durata.

Si comporta ragionevolmente bene, ma non può tenere il passo con altri PSU (come Corsair RM850X e XPG Core Reactor 850) nella regolazione del carico e nel tempo di mantenimento a causa di condensatori di capacità inferiore.

Non ci è piaciuto il rumore extra della ventola sotto forte stress (funziona alla grande in circostanze normali, però) e il piccolo spazio tra i connettori.

Ma la ragione principale per cui l’abbiamo scelto, invece dell’Rm850X, è il prezzo. È circa 50 euro in meno rispetto all’RM850X, che può essere una grande differenza se avete un budget limitato.

3.GameMax 750W PSU

GAMEMAX Alimentatore 750 Watt Completamente modulare 80 Plus Oro Certificato con Luce RGB direzionabile - Modalità Colore Vairous, Marca Modello RGB-750
  • Potenza: design a nido d'ape per una dissipazione ottimale del calore. 80 Plus Gold certificato, con 92% di efficienza o superiore sotto cariche tipiche. Cavo di uscita completamente modulare, ottimizza i requisiti di routing.
  • Controllo RGB direzionabile: premere l'interruttore del controller RGB in seguito, le luci cambiano in modalità di colore e luci di respirazione, modalità di miscelazione dei colori.
  • Massima protezione: i potenti binari singoli da +12 V offrono un'uscita DC stabile e supportano schede grafiche di fascia alta e sistema PC. I condensatori giapponesi offrono la massima stabilità, durata e affidabilità, protezione elettrica OPP/OVP/UVP/SCP/OCP inclusa.
  • Il nostro marchio: GAMEMAX si impegna a produrre componenti PC e fornire servizi OEM per marchi noti dal 2003. I prodotti GAMEMAX sono diversi certificati standard di sicurezza internazionali, tra cui CB, CCC, FCC, CE, ecc.

– Specifiche:

80 Plus Gold rated.
Potenza: 750 Watts.
Peso: 6,01 libbre
Modello: RGB-750
Tipo: PSU ATX da tavolo
Dimensione della ventola: 140mm
Completamente modulare.
Un pulsante per controllare gli effetti RGB.
Dimensione: 170 × 150 × 85 mm
– Vantaggi:

Completamente modulare.
Facile gestione dei cavi.
Filo del modulo piatto.
25 diversi controlli RGB con un pulsante.
Molto silenzioso
Viene fornito con 5 anni di garanzia.
– Svantaggi:

Nessun software per controllare RGB.
GameMax modular PSU è uno dei migliori PSU da 750W, che danno un incredibile rapporto qualità-prezzo. È valutato all’80% oro.

Il GameMAx ha un involucro di fascia alta con rivestimento nero SECC che dà una sensazione premium, il che significa che non c’è una sensazione di plastica a buon mercato anche con un prezzo accessibile.

È una PSU RGB, ma non c’è altro modo per controllare l’RGB su questa PSU se non i pulsanti sulla PSU stessa. Questo significa che non viene fornito con alcun software attraverso il quale è possibile controllare l’RGB.

Tuttavia, è possibile passare tra diverse modalità RGB premendo il pulsante di controllo più e più volte. Puoi passare da un colore statico all’altro per abbinare altri componenti del tuo PC, oppure puoi passare all’opzione di luce respirabile, e c’è anche una modalità di mix di colori che puoi selezionare.

La cosa buona di questo PSU è che è completamente modulare, il che significa che si collegherà solo i fili necessari, il che darà un aspetto più pulito al PC.

Il PSU GameMax è dotato di un “design di ventilazione a nido d’ape”, che assicura la massima dissipazione del calore anche sotto carichi pesanti. Non avrete problemi di temperatura da questa unità.

Il prodotto sembra bello, ed è un po’ un furto per quanto costa. È circa $40-$50 più economico degli altri PSU da 750W.

Essendo un PSU modulare, viene fornito con un sacco di cavi, e puoi usare solo quelli di cui hai bisogno. I cavi inclusi contengono un connettore a 24 pin per connettersi alla scheda madre, connettori 2xCPU 8(4+4) pin, 2×8 (6+2) pin, 8x connettori SATA e 1x connettore FDD.

– Il nostro verdetto:

Potresti non aver mai sentito parlare del marchio GameMax prima d’ora, ma è un marchio abbastanza affidabile, e questo PSU offre una prestazione solida per il suo costo.

Il più grande vantaggio di questo prodotto è che è completamente modulare e viene fornito con un ottimo prezzo. Questo prodotto supporta anche le schede grafiche di fascia alta, ed è possibile utilizzarlo con qualsiasi scheda grafica moderna, escludendone solo un paio.

La sua classificazione oro all’80%, l’illuminazione RGB e l’eccellente qualità costruttiva rendono questo PSU una scelta perfetta per il tuo sistema.

4.EVGA Super Nova 750W G5 PSU

– Specifiche:

80 Plus Gold rated.
Potenza: 750 Watts.
Peso: 6 libbre
Modello: 220-G5-0750-X1
Dimensione ventola: 135 mm.
Completamente modulare.
Dimensioni: 12 x 9 x 5 pollici.
Pronto per Nvidia SLI e ADM Crossfire.
– Vantaggi:

Completamente modulare.
Viene fornito con un incredibile 10 anni di garanzia.
La temperatura massima raggiunta è di 47 gradi anche a pieno carico.
Regolazioni di carico strette.
Lunga durata di tenuta.
Condensatori giapponesi al 100%.
Protezione da sovratensione e sottotensione.
La ventola non gira a basso e medio carico.
– Svantaggi:

Abbastanza rumoroso a carichi elevati.
EVGA è un marchio affidabile, e la lista dei migliori PSU da 750W non può essere completata senza avere un’unità EVGA. Questo è anche un componente classificato 80 Plus Gold, il che significa che ha un’efficienza molto buona sotto carichi consistenti.

Questo è anche un PSU modulare che significa che dovrai collegare solo i cavi di cui hai bisogno, e il tuo PC non sembrerà disordinato con un sacco di cavi inutilizzati qua e là.

I cavi inclusi sono 3xSATA, 2×8 pin (4+4), 2×8 pin (6+2 cavi, 1 adattatore FDA, e 1 cavo di alimentazione per fornire energia all’alimentatore.

SuperNova è piuttosto rumoroso rispetto agli altri alimentatori della nostra lista. Tuttavia, il rumore vi darà fastidio solo quando metterete una certa quantità di carico sul vostro PC, e comincerà ad assorbire più potenza che alla fine si tradurrà in una rotazione più veloce delle ventole e nel rumore.

Tuttavia, le ventole non gireranno sempre. Si fermerà sotto un carico medio-basso e inizierà a girare solo quando si raggiunge un certo carico sul PC. Inoltre, è dotato di una ventola Fluid Dynamic Bearings invece di un doppio cuscinetto a sfera che si tradurrà in una lunga durata della ventola e ridurrà l’usura.

Anche se il SuperNova è rumoroso, il rumore si traduce in temperature eccellenti. Anche sotto il pieno carico, questa PSU ha raggiunto un massimo di 47 gradi Celsius, che è incredibilmente buono.

L’unica grande ragione per cui puoi fidarti di questo prodotto e sceglierlo per il tuo sistema è che viene fornito con un’enorme garanzia di 10 anni. Questo significa che avrai la pace della mente per 10 anni, e se qualcosa va storto con l’unità, EVGA se ne prenderà cura.

– Il nostro verdetto:

Se vuoi  un PSU da un marchio affidabile, questa è la scelta perfetta per te. L’EVGA SuperNova viene fornito con un’incredibile garanzia di 10 anni.

Inoltre, l’EVGA Eco Mode non lascia che la ventola giri sotto carico basso e medio, il che si traduce in un funzionamento silenzioso se non stai giocando ed eseguendo alcune attività generali.

5.ARESGAME Alimentatore 750W

ARESGAME 750W Alimentatore PC, Semi-modulare, 80 Plus (AGS750)
  • Alimentatore da gioco ATX semi-modulare 750w
  • La struttura DC-DC fornisce un'uscita di tensione molto stabile
  • Ventola da 140 mm silenziosa e resistente
  • Protezione completa che include OVP/UVP/OPP/SCP/OCP

– Specifiche:

Classificato 80 Plus Bronze.
Potenza: 750 Watts.
Peso: 4,6 libbre.
Modello: ARESGAME AGV750
Dimensione della ventola: 120 mm.
Semi-modulare.
Dimensioni: 150mm x 140mm x 85mm.
Nvidia SLI e ADM Crossfire pronto.
– Vantaggi:

Cavi piatti.
Temperature eccellenti anche a pieno carico.
Viene fornito con una fascetta magica per una migliore gestione dei cavi.
Protezione da sovratensione e sottotensione.
Abbastanza silenzioso.
– Svantaggi:

Aresgame potrebbe essere un altro nome nuovo per te nel reparto PSU, ma funziona alla grande e non avrà alcun problema con il tuo sistema. Inoltre, questa unità è un grande valore per i vostri soldi.

Questo è un alimentatore semi-modulare che significa che il connettore a 24 pin della scheda madre e alcuni dei connettori SATA e PCIe sono attaccati con esso mentre tutti gli altri connettori sono rimovibili.

I connettori di alimentazione collegati includono 2 connettori SATA per collegare 2 dei tuoi dischi rigidi o SSD SATA. Poi ci sono anche 2 connettori PCIe a 8 pin, che puoi usare per alimentare la tua CPU o qualche altro componente con connettore a 8 pin.

Fondamentalmente, una CPU, una GPU, una scheda madre e 2 dischi rigidi possono essere alimentati con i connettori collegati. Se vuoi aggiungere altri componenti al tuo PC o alcuni componenti potenti, allora dovrai collegare i cavi extra che vengono forniti con l’alimentatore.

Tutti i cavi forniti con l’Aresgame 750 sono piatti tranne uno. Il cavo del connettore a 24 pin che va nella scheda madre è l’unico cavo che è rotondo.

C’è una ventola da 120 mm per raffreddare l’Aresgame. Le temperature sono discrete, e non diventa troppo duro, e anche la ventola non diventa troppo rumorosa durante il gioco o qualsiasi altra attività. La ventola è dotata di un controllo intelligente della velocità per operazioni più silenziose. Il suo design di ventilazione a nido d’ape mantiene l’unità più fresca.

Questa è un’unità certificata 80 Plus Bronze, che non è efficiente come quella certificata Gold, ma fa comunque il lavoro in modo efficiente.

Il suo involucro di rivestimento nero e i cavi + connettori a boccola neri, insieme alla ventola nera, gli conferiscono un aspetto bellissimo, e si inserirà splendidamente nel vostro sistema se è totalmente nero.

– Il nostro verdetto:

Se sei a corto di budget e non ti rimangono abbastanza soldi da investire in un PSU, questa potrebbe essere la tua scelta, dato che è la più conveniente della nostra lista.

Anche se l’Arsegame 750 semi-modulare è un buon PSU, e fa il lavoro abbastanza bene, ma non viene fornito con una garanzia che lo rende un investimento un po’ rischioso da fare.

6.Cooler Master MWE 750W Gold PSU

Cooler Master MWE 750 Gold V2 PSU Completamente modulare- 80 Plus Gold Alimentatore da 650 W, Cablaggio Nero Piatto, Ventola HDB da 120 mm, Soglia per Alte Temperature
  • 80 plus gold - l'efficienza del 90% (sotto carico tipico) rende 80 plus gold ideale per i sistemi di gioco per pc con elevate esigenze energetiche, risparmiando sui costi delle utenze e migliorando le prestazioni complessive riducendo l'accumulo di calore dovuto a una conversione inefficiente dell'energia
  • Cablaggio nero piatto completamente modulare - la gestione completa dei cavi consente un'estetica sofisticata della struttura del case e migliora la ventilazione interna eliminando il cablaggio non necessario che spreca spazio e limita il flusso d'aria interno (raccogliendo così la polvere)
  • Resilienza alle alte temperature - mwe gold v2 è dotato di una soglia di temperatura più alta di 50 c (l'originale era di 45 c) che lo rende una scelta saggia per l'overclock o il rendering 3-d in tempo reale/in-game su potenti gpu o schede grafiche dedicate
  • Ventola hdb responsiva - la ventola con cuscinetto idrodinamico da 120 mm (hdb) utilizza il controllo della velocità della ventola sensibile alla temperatura, risparmiando così l'alimentazione del sistema e riducendo il rumore non necessario durante i periodi di bassa richiesta

– Specifiche:

80 Plus Gold rated.
Potenza: 750 Watts.
Tipo: PSU ATX da tavolo
Peso: 6,23 libbre.
Modello: B08M9LDLXH
Dimensione della ventola: 120 mm.
Completamente modulare.
Dimensioni: 5.51 x 5.91 x 3.39 pollici
Pronto per Nvidia SLI e ADM Crossfire.
– Vantaggi:

Viene fornito con 5 anni di garanzia.
Protezione da sovratensione e sottotensione.
Non molto rumoroso anche quando le ventole a piena velocità.
Temperature eccellenti.
Cavi modulari piatti per la massima efficienza.
– Svantaggi:

La ventola non smette di girare anche quando è a carico minimo.
I PSU di Cooler Master hanno dimostrato di essere tra i migliori PSU disponibili. L’MWE 750 è un altro incredibile PSU di Cooler Master.

È un PSU standard 80 Plus completamente modulare. Questo significa che nessuno dei tuoi cavi è attaccato ad esso, e puoi collegare solo i cavi di cui hai veramente bisogno. L’MWE ha un’efficienza superiore al 90% su carichi tipici.

Viene fornito con un connettore di alimentazione a 24 pin per la scheda madre, poi 2x (6+2) connettori, e 2x cavi SATA con 4 connettori SATA su ogni cavo per i dischi rigidi e SSD. Un cavo con connettore Molex è anche incluso se hai un dispositivo che usa ancora un connettore Molex.

Viene anche fornito con 2 connettori EPS che lo rendono universalmente compatibile con tutte le schede madri di ultima generazione. I cavi modulari inclusi sono piatti, il che si traduce in una gestione dei cavi più facile, un migliore flusso d’aria e una migliore efficienza generale.

La ventola è da 120 mm, che funziona alla grande nel mantenere la temperatura bassa. La ventola è dotata di un cuscinetto speciale per mantenere il rumore a un livello minimo in modo da poter godere di un funzionamento silenzioso.

In alcuni PSU, la ventola si ferma quando il carico è sotto un certo livello. Il che si traduce in un funzionamento silenzioso quando non stai facendo qualcosa di pesante. La ventola idrodinamica su Cooler Master MWE 750 non si ferma, ma quando il carico è minore, gira a un numero di giri molto basso

Le temperature dell’MWE sono davvero buone, ed è un PSU silenzioso. Anche quando la ventola è a piena velocità, non c’è molto rumore, e non sarete in grado di sentire le ventole se indossate le cuffie.

L’MWE può sopportare molto più calore del suo predecessore. Questo poteva operare solo a un massimo di 45 gradi, ma il nuovo MWE può operare fino a 50 gradi Celsius. Questo significa che l’overclocking dei tuoi componenti di sistema non causerà alcun problema in quanto MWE può sopportare il calore.

Anche se il marchio Cooler Master dovrebbe essere sufficiente per fidarsi di questo PSU, ma per darti più tranquillità, viene fornito con una garanzia di 5 anni.

– Il nostro verdetto:

I PSU di Cooler Master sono sempre buoni, e questo è ancora meglio perché è dotato di certificazione oro.

Viene fornito con la fiducia del marchio Cooler Master e 5 anni di garanzia. Questa è un’unità completamente nera e si abbinerà perfettamente al vostro sistema se state optando per una costruzione nera. E anche se non lo siete, il nero va con tutti i colori.

L’efficienza di Cooler Master MWE è anche grande, è oltre il 90% di efficienza sotto carichi tipici. Raccomandiamo sicuramente di prendere questo PSU.

7.Segotep 750W PSU

– Specifiche:

80 Plus Gold rated.
Potenza: 750 Watts.
Peso: 5,84 libbre
Modello: 750W
Tipo: PSU ATX da tavolo
Dimensione della ventola: Ventola a cuscinetto idraulico da 140mm.
Completamente modulare.
Fili piatti.
Dimensioni: 14.4 x 8 x 5 pollici.
– Vantaggi:

5 anni di garanzia.
Protezione da sovracorrente, tensione, potenza, temperatura.
Protezione da cortocircuito.
Eccellente qualità costruttiva.
Eccellente efficienza energetica.
– Svantaggi:

Non è un marchio noto.
Segotep potrebbe non essere un marchio di cui avete sentito parlare. Ma questo alimentatore da 750W completamente modulare è un prodotto di alta qualità dell’azienda.

Dall’imballaggio alla qualità costruttiva alle prestazioni, tutto ciò che riguarda questo prodotto è premium. Anche i cavi inclusi nel prodotto sono di alta qualità.

Come accennato in precedenza, questo è un alimentatore completamente modulare, il che significa che puoi attaccare e staccare i cavi come vuoi. Questo alla fine si tradurrà in una configurazione più pulita e in temperature migliori, poiché non ci saranno fili extra a disturbare il flusso d’aria.

È un prodotto 80 Plus gold-rated che significa che l’efficienza sarà eccellente su carichi tipici. L’azienda sostiene che ha l’87% di efficienza o più in scenari di carico del 20-100%. Inoltre, questo prodotto può gestire tensioni che vanno da 96 volt a 264 volt.

Viene fornito con un connettore di alimentazione a 24 pin per alimentare la scheda madre, 2 cavi PCIe, 2 cavi per collegare le unità SATA, 2 cavi per alimentare la CPU e un cavo di alimentazione.

Le prestazioni della ventola di Segotep 750W sono incredibilmente buone. Non ha quasi nessun rumore anche a pieno carico, e il rumore è quasi nullo in scenari di basso carico. La dimensione della ventola è di 140mm, ed è una ventola a cuscinetto idraulico.

Il Segotep è dotato di diversi standard di sicurezza per garantire la sicurezza dei diversi componenti del tuo PC. Ha una protezione da sovracorrente, sovratensione, sovralimentazione e sovratemperatura. La protezione da cortocircuito è anche implementata per salvare i componenti del PC dal danneggiamento.

– Il nostro verdetto:

Poiché non si tratta di un marchio noto, potreste esitare a considerare questo prodotto. Ma per darvi fiducia, il Segotep 750W viene fornito con 5 anni di garanzia. Questo significa che puoi acquistare questo prodotto in tutta tranquillità.

L’efficienza di questo prodotto è incredibile. È uno dei PSU più efficienti nella categoria 80 Plus gold. Inoltre, ha tutte le protezioni necessarie, compresa la protezione da sovratemperatura.

Cosa cercare in un alimentatore da 750W

Prima di acquistare un alimentatore, ci sono più fattori che dovresti controllare. Per esempio, la capacità dell’unità, se è modulare o no, e il rumore della ventola, ecc.

Ottenere il giusto alimentatore è necessario perché è una delle parti più importanti del tuo PC e gli altri componenti del tuo PC dipendono da esso. Se non è di buona qualità, può causare un guasto immediato di altri componenti del tuo PC e può causare spegnimenti inaspettati.

Discuteremo tutti i fattori prima di prendere un alimentatore in dettaglio uno per uno.

Completamente modulare, semi-modulare e non modulare

Gli alimentatori non modulari sono quelli in cui tutti i fili sono permanentemente attaccati all’unità. Non puoi aggiungere o rimuovere fili extra anche se ne hai bisogno. Questo porta al disordine nel tuo PC perché anche quei fili rimangono nel tuo PC, di cui non hai bisogno. Quei cavi ostacolano anche il flusso d’aria del tuo PC, il che si traduce in temperature più alte in molti casi.

Gli alimentatori semi-modulari hanno il cavo della scheda madre a 24 pin, un cavo PCIe con 2-3 connettori, e 1 cavo con 2-3 connettori SATA attaccati. Questi sono i cavi necessari per avviare i componenti di base del sistema.

Puoi sempre collegare più cavi se hai intenzione di aggiungere altri componenti. Gli alimentatori semi-modulari sono migliori di quelli non-modulari perché causano relativamente meno casino. Ma non sono ancora buoni come quelli completamente modulari.

Poi arrivano gli alimentatori completamente modulari. Questi alimentatori non hanno nemmeno un singolo cavo attaccato. Attaccherete solo i cavi di cui avete bisogno, e potrete rimuoverli quando non ne avete bisogno.

Inoltre, puoi aggiornare il tuo PSU in qualsiasi momento senza rimuovere tutti i cavi dal tuo sistema. Avrai solo bisogno di rimuovere i cavi dall’alimentatore e rimuoverlo.

Il risultato dell’alimentatore modulare è la configurazione più pulita in quanto solo i cavi saranno attaccati ad esso, di cui hai veramente bisogno. Questo migliorerà anche il flusso d’aria, che si tradurrà in temperature più basse e migliori prestazioni complessive.

Gli alimentatori completamente modulari sono ovviamente la migliore opzione da considerare tra questi 3. Ma dovete tenere a mente che sono i più costosi e quelli non modulari sono i più economici.

Se stai usando una GPU fino a 3080, allora l’alimentatore da 750 watt dovrebbe essere sufficiente per te. Ma se stai prendendo una RTX 3090, allora potresti aver bisogno di un’unità da 850 watt o più.

E non solo la GPU; dovresti anche controllare i requisiti di potenza degli altri componenti del tuo PC. Se state usando una CPU normale, allora potreste ottenere fino a un alimentatore da 750 W.

Potenza continua e potenza di picco

Ci sono 2 modi in cui la capacità della PSU può essere espressa. Uno è il wattaggio di picco, e l’altro è il wattaggio continuo. Dovresti sempre concentrarti sul wattaggio continuo prima di prendere un alimentatore.

Se il prodotto non è valutato in potenza continua e solo in potenza di picco, dovresti evitare quel prodotto perché non c’è un vero standard di ciò che significa picco, dato che potrebbe fornire potenza di picco solo per pochi secondi o minuti.

Un alimentatore multi-rail è uno che ha 2 diversi binari da 12 volt per 2 alimentatori diversi. Ci sono anche altri binari, che sono chiamati binari minori, ma svolgono poco o nessun ruolo in questi giorni.

I binari da 5 volt sono tra i più importanti in quanto forniscono energia alle porte USB del tuo dispositivo. Ci sono anche altri binari, tra cui uno da 3 volt.

Poi c’è un binario di standby che riceve il segnale per accendere il PC dalla modalità stand-by. Senza questo binario, il PC non si avvia nemmeno.

Anche la stabilità della tensione è molto importante. Qualunque sia la tensione che l’alimentatore fornisce ai tuoi componenti, dovrebbe essere normale e non dovrebbe fluttuare perché potrebbe danneggiare il tuo PC.

Rumore della ventola e gestione dei cavi
Ci sono alcuni alimentatori disponibili sul mercato che spengono automaticamente la ventola quando non sta usando abbastanza energia. Questo alla fine si tradurrà in un funzionamento silenzioso, e non sarete disturbati dal rumore durante il lavoro leggero.La gestione dei cavi è anche molto importante in quanto una cattiva gestione dei cavi ostacola il flusso d’aria nel case, che causerà un aumento della temperatura e causerà problemi di prestazioni.

Gli alimentatori modulari giocano un ruolo molto importante in quest’area. Negli alimentatori modulari, avrete bisogno di collegare solo i cavi di cui avete veramente bisogno, e potrete staccarli in qualsiasi momento. Meno cavi causeranno meno disordine che migliorerà il flusso d’aria e meno temperatura in generale.

Le Certificazioni PSU

Le certificazioni sono date agli alimentatori per avere un’idea di quanto sia efficiente il prodotto. Ci sono 3 scenari di carico su cui il prodotto è valutato. Questi scenari sono il 20% del carico massimo, il 50% del carico massimo e il 100% del carico massimo.

La certificazione originale 80 Plus era semplice. Significava semplicemente che l’alimentatore doveva essere efficiente almeno all’80% al 20, 50 e 100% del carico massimo.

In seguito, intorno al 2008 e al 2009, sono state introdotte altre 4 certificazioni, chiamate 80 Plus Bronze, 80 Plus Silver, 80 Plus Gold e 80 Plus Platinum.

La 80 Plus Platinum ha un’efficienza energetica di oltre il 90%, che è incredibilmente buona. Gli alimentatori 80 Plus Platinum sono sempre intorno al 90% di efficienza energetica in tutti gli scenari di carico.

Verdetto finale:
Tutti gli alimentatori che abbiamo raccomandato sopra sono di ottima qualità.

La maggior parte di loro sono modulari, e si consiglia sempre di deve andare per un modulare come si riduce l’ingombro da un sacco e provoca un migliore flusso d’aria complessiva.

#1 – Qual è il miglior alimentatore da 750W?
Anche se tutti gli alimentatori che abbiamo menzionato sono eccellenti e tutti faranno il lavoro correttamente. Ma se dovessimo sceglierne uno, raccomanderemmo l’EVGA SuperNova 750W G5 PSU in quanto è prodotto da un marchio affidabile e viene fornito con un enorme 10 anni di garanzia che nessun altro alimentatore fa.

#2 – Un alimentatore da 750 watt è sufficiente?
Sì, è sufficiente per la maggior parte delle configurazioni di gioco. Ci sono solo alcuni scenari in cui si dovrebbe passare a un alimentatore con un wattaggio più alto.

#3 – 750w è sufficiente per RTX 3080?
Sì, è sufficiente per una GPU RTX 3080 con processori fino a Core i9 e Ryzen 9. Ma se hai intenzione di comprare un processore Ryzen Threadripper, dovresti optare per una PSU migliore.

#4 – La PSU da 750w è sufficiente per 2080 Super?
Sì, è più che sufficiente per la 2080 Super poiché l’alimentatore raccomandato per la 2080 Super è di 650 watt,

#5 – 750w è sufficiente per la 3090?
Se hai intenzione di usare una CPU i7 o Ryzen 7 nel tuo PC con RTX 3090, 750 watt di PSU sono sufficienti. Ma se stai prendendo un i9 o un processore Ryzen 9 o Threadripper, dovresti andare per almeno 850 watt di PSU.

#6 – La PSU da 750w è sufficiente per la 3070?
Sì, è sufficiente per una 3070. Se hai una 3070, dovresti prendere una di queste PSU da 750 watt con tranquillità.

Tenete a mente che molte aziende di alimentazione hanno diverse gamme di qualità, quindi non si può dire che una marca è buona o cattiva solo per una delle sue gamme. Ma ci sono aziende che cercano di vendere prodotti economici e di scarsa qualità ad acquirenti che non sanno nulla di alimentatori.

La richiesta di potenza dell’alimentatore varia molto con la combinazione di CPU e GPU, da 300W per un semplice computer da ufficio con un processore e un’unità grafica integrata a 900W per coloro che scelgono un processore potente e una scheda grafica dedicata.

Overclock

Per aumentare le frequenze del processore o della GPU, dovrete assicurarvi, tra le altre caratteristiche, che l’alimentazione fornisca la massima stabilità al livello di tensione di 12 volt. Dato che l’overclocking richiede tensioni dei componenti elevate più stabile è la tensione fornita dall’alimentatore, meno è probabile che l’overclocking sia instabile. Se si esegue un leggero overclock, non ci saranno molti problemi, ma se si vuole spingere la propria attrezzatura al massimo, ci saranno.

Normalmente questo significa che dovrete spendere molto di più per l’alimentatore perché avrete bisogno che abbia molta potenza – fino a 200W più del solito – e i migliori condensatori sul mercato insieme al miglior assemblaggio. Se vuoi solo fare un po’ di overclocking leggero, non avrai bisogno di investire molto di più, e anche il normale alimentatore che hai guardato potrebbe essere sufficiente.

Formati di alimentazione

Gli attuali formati di alimentazione ruotano intorno a due. ATX PS/2, il più comune è generalmente 140 x 150 x 85 mm di dimensioni, anche se gli alimentatori più alti possono essere più lunghi, con una variante ATX PS/3 che è più corta a circa 86 mm. SFX è un formato più compatto per apparecchiature più piccole, che misura 125 mm × 100 mm × 63,5 mm, con varianti come la SFX-L che misura 130 mm × 125 mm × 63,5 mm. Ci sono altri formati di alimentazione specifici per l’azienda, come per Shuttle barebone, quindi se volete cambiarlo dovrete cercare roba specifica dell’azienda o fare qualche lavoro da tuttofare per installarlo.

Flex ATX è un piccolo fattore di forma di 81,5 mm × 40,5 mm × 150 mm, utilizzato in PC di piccole dimensioni, come alcuni casi barebone o mini-ITX. TFX è un tipo di alimentatore da 85 mm × 65 mm × 175 mm per apparecchiature con spazio molto più limitato di altri alimentatori.

Efficienza dell’alimentazione

Il primo è che la potenza indicata non è quella effettiva che consuma. A causa del coefficiente di efficienza energetica, quando compriamo un alimentatore dovremo moltiplicare i watt che l’alimentatore sta consumando per ottenere la potenza fornita alla nostra attrezzatura. I buoni alimentatori sono all’80% o più, con il restante 20% che viene dissipato come calore o energia che stiamo pagando sulla nostra bolletta elettrica per niente di più che ingrassare le bollette.

L’acquisto di un alimentatore più efficiente può aiutare a ridurre il consumo di elettricità nelle nostre case. Per esempio, se passiamo ore a giocare e il nostro computer richiede 350 W, in realtà stiamo pagando 450 W, 100 W in più all’ora, che alla fine dell’anno possono tradursi in più di 22 euro (a seconda delle ore che passiamo davanti al computer). I calcoli che ho fatto sono 4 kW di consumo alla settimana (circa 4 o 5 ore al giorno davanti al computer), per 0,15 euro al KW, e per 52 settimane. Se sei uno di quelli che passano tutto il giorno a giocare, preferisco non calcolare cosa stai perdendo in denaro per una fonte di bassa efficienza.

Non esiste un’alimentazione che raggiunga il 100%, e questo dovrebbe essere preso in considerazione al momento dell’acquisto per non essere truffati. Se vedete un alimentatore da 20 euro con un’efficienza del 90%, scappate. I buoni e costosi alimentatori raggiungono un’efficienza del 90 %, alcuni intorno al 95 % a metà carico, ma nessuno raggiunge più del 90 o 91 % a pieno carico. E quelli non sono affatto economici – oltre 100 euro per quelli da 700 W.

Un’altra caratteristica importante delle prestazioni è se sono PFC (Power Factor Correction) attivi o passivi. Questo è semplicemente un’ulteriore indicazione della loro efficienza, poiché gli alimentatori passivi tendono a fornire circa la metà della loro potenza nominale – il che significa che metà della potenza consumata viene persa come calore – consumano più di quanto dovrebbero, producono più rumore ambientale ed elettrico, e generalmente non compensano il loro basso costo.

Gli alimentatori PFC passivi generalmente non hanno alcuna protezione per i componenti elettronici che alimentano, quindi in aree con interruzioni di corrente costanti sono un pericolo per i nostri portafogli. Inoltre, dato che hanno un’efficienza così bassa, la bolletta elettrica alla fine dell’anno può aumentare di altri 10-20 euro a causa di questo, quindi vi consiglio di non mettere gli occhi su nessuno di loro e di investire in uno con PFC attivo.

Posizione geografica e uso continuato

Questo è qualcosa a cui non molti pensano, ma è terribilmente importante. Quando si usa un alimentatore in aree calde, il consumo di energia dell’alimentatore aumenta a causa del calo di efficienza dovuto al maggiore calore ambientale, quindi l’alimentatore potrebbe non avere le prestazioni che ci si aspetta. Questo è anche il caso se si passano ore a giocare a giochi ad alta intensità di GPU, dove l’accumulo di calore intorno ai componenti dell’alimentatore diminuisce la sua efficienza. Soprattutto se il computer e i suoi componenti non sono adeguatamente raffreddati, o se avete il computer inscatolato contro un muro o una piccola alcova.

La perdita di efficienza significa che l’alimentatore deve assorbire più watt per fornire al computer i livelli di potenza necessari affinché possiamo continuare a usare il computer. La spiegazione (quasi) tecnica e semplificata è che il calore aumenta la resistenza al passaggio della corrente elettrica attraverso i metalli conduttori.

Se avete un alimentatore da 500 W con un’efficienza dell’80%, potete usarlo in apparecchiature che consumano fino a 400 watt senza problemi nei componenti dell’alimentatore, dando spazio a diminuzioni di efficienza. Questa è di solito la norma per i computer con una scheda grafica tipo GTX 660 a pieno carico, anche se le schede grafiche AMD tendono a disegnare di più delle schede grafiche Nvidia e questo deve essere preso in considerazione. Quell’alimentatore darebbe quell’efficienza a una temperatura ambiente di 22 gradi, ma se lo si usasse molto comincerebbe a calare di efficienza, il che significherebbe che un computer medio che consuma 370W assorbirebbe più energia dall’alimentatore di quanto raccomandato solo facendo scendere la sua efficienza al 70 o 75%.

Di quanta potenza avete bisogno?

Per questo è consigliabile prendere in considerazione la zona in cui si vive, l’uso intenso (o meno) che se ne farà, e calcolare da lì la potenza di cui si ha bisogno. Per un computer dove si gioca per qualche ora in una zona calda d’estate , è normale consumare circa 200-300 watt a pieno carico (cioè giocando a Battlefield 1 e giochi simili, o facendo design 3D).

Con un alimentatore all’80% di efficienza (raccomandato), e tenendo conto della posizione geografica, in estate potrebbe essere necessario un alimentatore di almeno 500W per compensare la sua perdita di efficienza, con un minimo assoluto di 400W. Ci saranno schede che consumano 200-300W a pieno carico – come la Radeon RX Vega64 – che richiederanno alimentatori da 600-700W.

Inoltre, l’usura riduce l’efficienza nel tempo, e quando un alimentatore è al 40-60% della sua capacità massima, è al massimo dell’efficienza. Ecco perché è consigliabile aumentare il margine di watt di cui si pensa di aver bisogno per non spendere 60 euro per uno e doverlo cambiare dopo un anno. L’ideale sarebbe tenerlo in funzione a metà della sua capacità per massimizzare la sua efficienza e allo stesso tempo la sua durata.

Infine, giusto per essere chiari, un alimentatore da 500 W, efficiente all’80%, è in grado di fornire quei 500 W ma con un consumo reale di circa 620 W. Se, per esempio, calcolate che la vostra attrezzatura consuma al massimo 450 W, nulla vi impedisce di comprare un alimentatore da 450 W con un’efficienza dell’80%. Vi fornirà quei 450 W, ma il problema viene dai picchi di consumo che superano quei 450 W (nelle schede grafiche sono comuni) che influenzano negativamente i componenti. Questo riduce di nuovo la durata dell’alimentazione e alla fine del mese pagherete di più per l’elettricità.

Il funzionamento al di sotto del suo wattaggio massimo permette anche all’alimentatore di generare meno calore, alla ventola di funzionare a giri più bassi e di essere meno udibile. Il calore generato dal funzionamento al massimo carico è anche dannoso per i componenti e diminuisce la loro aspettativa di vita.

Non sovradimensionare mai la potenza di un alimentatore. In primo luogo, perché è uno spreco di denaro. In secondo luogo, perché se, per esempio, l’alimentatore viene fatto funzionare al di sotto del 20% di carico, il consumo di energia può essere molto più alto che se fosse stato acquistato un alimentatore di potenza inferiore.
Una nota sull’overclock

Per l’overclock, hai bisogno di un alimentatore con un’uscita a 12 V che sia il più stabile possibile. A causa di come funziona la trasformazione da 220V 50Hz AC a 12V DC, hai bisogno di condensatori di alta qualità, così come tutti gli altri componenti come le bobine. Questo si può ottenere, temo, solo spendendo più euro di quanto si possa desiderare, ma da 100 a 120 euro si possono trovare buone fonti per gli upload, anche se è consigliabile non lesinare sul prezzo della fonte per questi compiti.

Alimentatore Economico (meno di 30 euro)

Non spenderei meno di 30 euro per un alimentatore a causa dei problemi a breve e medio termine associati ad esso. Tenete presente che spesso sono modelli con PFC passivo, quindi di solito hanno bisogno di consumare il doppio della potenza che il PC sta fornendo a tutto ciò che vi è collegato, con i costi aggiuntivi di elettricità che questo comporta. Di solito non hanno anche una protezione sufficiente per garantire che gli sbalzi di tensione e altri problemi non danneggino la scheda madre o altri componenti.

Se ne vedete uno a meno di 30 euro con PFC attivo, potrebbe essere un’opzione per i computer che consumano poca energia, come le apparecchiature da ufficio che generalmente non consumano più di 100 W, anche se nei computer che richiedono un po’ più di potenza potrebbero fare rumore o avere altri problemi. Assicuratevi della sua qualità prima di comprarlo.

Alimentatore Medio (da 30 a 55 euro)

Se vuoi un computer per l’ufficio, il gioco e hai un budget limitato, puoi optare per un alimentatore in questa fascia di prezzo. Un computer con un processore Intel/AMD e una scheda grafica GTX 1660 Ti avrebbe bisogno di un alimentatore di circa 400 W, considerando che il computer consumerà circa 200 W sotto carico, mentre con una vecchia scheda AMD, come la Radeon RX 580, sarebbe interessante dare più margine all’alimentatore a causa dei possibili picchi di consumo istantanei che sono presenti nelle schede Radeon.

Alimentatore di Alta qualità (da 55 a 100 euro)

Questa fascia di prezzo è quella che vi consiglio se avete un budget più comodo perché eviterete problemi di efficienza, gli alimentatori dureranno più a lungo, faranno meno rumore e avranno meno probabilità di soffrire di disturbi elettrici. Naturalmente, gli alimentatori della gamma precedente non hanno nulla di sbagliato per un normale impianto di gioco e quindi non si dovrebbe avere paura di acquistare uno di loro, ma quelli in questa sezione sono alimentatori di alta qualità, con buone certificazioni e di solito modulare -cablaggio rimovibile-.

Alimentatore di Massima qualità (più di 100 euro)

Questi costosi alimentatori per PC possono includere quelli per computer con elevate esigenze energetiche dovute all’uso con due schede grafiche -SLI o CrossFire-, che si desidera che siano particolarmente silenziosi, o che si vive in zone molto calde durante l’estate e non si ha l’aria condizionata in casa -più alta è la temperatura ambiente, più caldo sarà l’alimentatore, e più consumerà. Con l’aumento del consumo energetico di alcuni modelli di schede grafiche, come la RTX 3090, questa è anche la gamma da guardare per loro, soprattutto i modelli da 800W in su.

I componenti elettronici soffrono di usura durante l’uso come qualsiasi altro prodotto, ma quando vengono portati fuori dalla loro normale area di lavoro si degradano molto più velocemente. Mentre un alimentatore da 300 W potrebbe fornire abbastanza potenza per fornire 350 W o più, soffrirà di una rapida usura e in giorni, settimane o pochi mesi finirà per smettere di funzionare. Quindi ci sono alcune cose da considerare quando si compra un alimentatore.

Ultimo aggiornamento 2021-10-20 at 12:25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Home » Informatica » Migliori Alimentatori PSU per Ryzen 9 5900x e 5950x (Settembre 2021)