Piastra per capelli in ceramica o in titanio?

Cosa scegliere: una piastra per capelli con piastre in ceramica o in titanio? Quando si tratta di comprare una buona piastra per capelli, è sempre una buona idea investire del tempo nella ricerca prima di fare la scelta finale. In generale, le piastre per capelli sono prodotti molto durevoli e se ne compri una con materiale di bassa qualità, potrebbe consumarsi e danneggiare i tuoi capelli.

Il problema è che spesso troviamo informazioni poco chiare, confuse e a volte anche contraddittorie. Ecco perché riassumeremo alcuni dei punti chiave sull’aspetto più importante da considerare quando si acquista la piastra per capelli: il materiale di cui sono fatte le piastre.

Per quanto riguarda i materiali, le opzioni principali sono le seguenti:

Ceramica. Questo è il materiale per eccellenza, il più conosciuto e il più usato nelle piastre per capelli, perché? La ceramica permette una distribuzione uniforme del calore e lo aiuta a scivolare attraverso i capelli senza problemi, sigillando le punte e dando la lucentezza caratteristica di questo prodotto.

Anche se aumenta il prezzo, se si sceglie questa opzione è importante che la piastra sia fatta di piastre in ceramica al 100%.

Molti hanno solo un leggero rivestimento che, con l’uso, fa sì che la ceramica finisca per consumarsi, facendo uscire i materiali che dovrebbero essere tenuti negli strati interni delle piastre. Questo fa sì che i tuoi capelli entrino in contatto con altri metalli, come l’alluminio, che possono danneggiarli.

Opinione su GHD Original Styler

All’interno delle piastre di ceramica ne troverete alcune che sono rinforzate con tormalina, un minerale che genera un aumento di ioni negativi, che migliorerà la morbidezza e la lucentezza dei capelli e ridurrà il cosiddetto “effetto crespo”, che non è altro che il crespo prodotto dall’elettricità statica.

Titanio. Il titanio è un metallo molto resistente, con un’eccellente conducibilità termica e durata, anche più della ceramica, che, come quest’ultima, evita bruciature e danni ai capelli grazie alla sua distribuzione uniforme del calore. Inoltre, permette una trasmissione più rapida del calore, il che riduce il numero di colpi necessari.

Pertanto, questo materiale è particolarmente utile per i capelli spessi o crespi che richiedono diverse passate per essere lisciati. Le piastre con questo materiale forniranno una finitura sigillata e liscia.

Migliore piastra per capelli Corioliss C3 2020

D’altra parte, a causa della loro alta conduttività termica, le piastre di titanio possono raggiungere temperature elevate, quindi l’ideale sarebbe scegliere modelli controllati da microchip che assicurano un calore uniforme e autoregolato in ogni momento.

Il resto dei materiali e delle opzioni che possiamo valutare positivamente in una piastra (cheratina, diamante, perle, argento, ionizzatori, ecc.) sono complementari; cioè, tutti forniscono un extra, generalmente legato a una maggiore durata, brillantezza, scorrevolezza nello scorrimento o riduzione dell’elettricità statica.

Anche se è vero che forniscono un extra positivo, le marche di solito li introducono nelle loro piastre per capelli come una strategia di marketing per differenziarsi dai loro concorrenti e rendere il loro prodotto più completo e attraente per il consumatore. Quindi, come abbiamo detto, sono solo un complemento aggiuntivo: ciò che è veramente importante è che ci si assicuri che, idealmente, siano al 100% in ceramica o titanio.

In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.