Come impostare i doppi monitor

(Aggiornato il: Gennaio 12, 2023)

Se state cercando un modo semplice per impostare due monitor, non cercate oltre. Questa guida vi mostrerà come impostare e collegare due monitor al vostro PC. Inoltre, scoprirete come modificare la luminosità e il colore degli schermi e passare da uno all’altro al volo.

Regolare la luminosità e il colore per farli combaciare


Per far sì che i due monitor abbiano lo stesso aspetto di uno solo, è necessario regolarne la luminosità e il colore. In alcuni casi è sufficiente ripristinare le impostazioni di fabbrica. In altri casi, invece, potrebbe essere necessario smanettare un po’ per farli funzionare al meglio. Fortunatamente, esistono numerosi strumenti e trucchi per aiutarvi a compiere l’impresa sopra descritta.

La cosa migliore è che la maggior parte di essi è gratuita. Uno di questi strumenti è la suddetta procedura guidata. Ad esempio, se possedete una scheda grafica (APU) AMD, potete facilmente modificare la tonalità, la saturazione e il contrasto per ottenere il massimo dal vostro display. Un’altra utility utile è Monitorian, un software in grado di regolare la luminosità del display. È anche facile da applicare alla barra delle applicazioni o da lanciare dal menu di avvio. È anche possibile aggiornarlo con il supporto della tecnologia DDC/CI (Data Distribution Control/Continuous Improvement).

Sebbene per alcune delle funzioni più avanzate sia necessario scavare un po’ più a fondo, è sempre possibile consultare il manuale del monitor per imparare a regolare la luminosità e il colore. Se si tengono presenti le raccomandazioni di cui sopra, si dovrebbe essere a posto. In caso contrario, è il momento di rivolgersi a un tecnico professionista. Alcune aziende offrono una consulenza e un preventivo gratuiti. È un ottimo modo per risparmiare qualche soldo e ottenere le migliori prestazioni possibili dal vostro computer.

Ci sono altri metodi che si possono provare, tra cui l’uso di un foglio bianco per testare l’illuminamento del display. Questo metodo, tuttavia, non è consigliato perché può essere difficile misurare e confrontare la luminosità di più schermi. Inoltre, è necessario assicurarsi di utilizzare la tecnica corretta, poiché alcuni produttori potrebbero utilizzare un metodo diverso per fare la stessa cosa.

Sebbene non sia possibile testare e confrontare realmente la luminosità e il colore di più monitor, è comunque possibile ottenere un effetto simile trascinando la finestra del programma scelto sul monitor. Assicuratevi di leggere le istruzioni prima di farlo, perché la visualizzazione risultante potrebbe essere diversa da quella che vi aspettavate.

Collegare due monitor a un PC


Una configurazione a doppio monitor è un ottimo modo per lavorare su un secondo monitor mentre quello principale è spento. Tuttavia, non si tratta solo di collegare un cavo. Il PC deve disporre delle uscite adeguate e i monitor devono essere configurati correttamente. Per garantire il successo della configurazione, assicuratevi che la scheda grafica sia aggiornata.

Per collegare i due monitor è necessario un cavo HDMI o DVI. È inoltre necessario un adattatore per convertire il segnale video dal PC al monitor. La porta DVI ha l’aspetto di una scatola bianca con gruppi di fori.

L’uso di un adattatore è utile per il multitasking. Può consentire di passare da un dispositivo all’altro senza riavviare il computer. Inoltre, è possibile proiettare i file e le schede sul secondo monitor.

Per i computer più vecchi potrebbe essere difficile configurare un doppio monitor. In tal caso, è necessario acquistare un adattatore o una nuova scheda grafica. Ma la buona notizia è che la maggior parte dei computer moderni supporta schermi multipli.

Se si utilizza un Mac, è necessario controllare le specifiche del prodotto per assicurarsi che il cavo video supporti una configurazione a doppio monitor. Una volta che si conosce il supporto dello schermo, è possibile scegliere il cavo e l’adattatore appropriati.

Se il computer dispone di un’unità di elaborazione grafica dedicata, può avere fino a quattro connessioni. Queste possono includere una porta HDMI, una porta VGA e una porta DisplayPort. Ciascuna di queste porte può gestire risoluzioni di alta qualità.

È anche possibile configurare il desktop in modo da riflettere l’immagine del monitor principale sul secondo. Questa operazione è nota come visualizzazione duplicata.

Per creare un doppio monitor su un PC Windows, sono necessari due monitor, un cavo HDMI o DVI e un adattatore. È inoltre necessario disattivare lo scorrimento. In caso contrario, lo schermo sfarfallerà.

Quando si collega un doppio monitor, potrebbe essere necessario attivare la Luce notturna, l’Alta gamma dinamica o altre impostazioni di visualizzazione avanzate. Queste funzioni consentono di regolare la risoluzione del monitor.

Cambiare modalità di visualizzazione al volo
Se avete impostato un doppio monitor, vi starete chiedendo come cambiare al volo le modalità di visualizzazione. Ci sono alcuni modi per passare a diverse modalità di visualizzazione. Il primo è aprire le Impostazioni di visualizzazione. A tale scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e selezionare Impostazioni schermo. Quindi, selezionare una delle quattro modalità.

Se è necessario modificare la visualizzazione del monitor secondario, è possibile utilizzare la modalità Estendi. In questo modo si espande la finestra sul secondo monitor, dando la possibilità di vedere la stessa cosa su entrambi gli schermi. È inoltre possibile utilizzare la funzione “Visualizzazioni speculari”.

Nella sezione Impostazioni avanzate dello schermo si trovano informazioni su ciascuno degli schermi collegati. Include un diagramma che mostra i collegamenti. Inoltre, è possibile regolare la scala, l’orientamento e la risoluzione di ciascuno schermo.

Quando si configura un doppio monitor, è necessario configurare anche la modalità di connessione al sistema. A tal fine si può utilizzare un adattatore per il cavo HDMI o DVI. Inoltre, la scheda grafica dovrà disporre delle informazioni di visualizzazione per ciascuno dei monitor collegati.

Se possibile, si consiglia di utilizzare le impostazioni consigliate. Tuttavia, se lo schermo non funziona come dovrebbe, potrebbe essere necessario regolare manualmente l’uscita del computer. Ad esempio, se si sta eseguendo un gioco, il puntatore potrebbe passare alla seconda finestra quando ci si sposta verso il bordo dello schermo.

Alcune applicazioni non bloccano i confini della finestra a schermo intero, consentendo al puntatore di passare alla seconda finestra di visualizzazione quando si sposta dalla finestra a schermo intero. Per risolvere questo problema, è necessario regolare il ridimensionamento della risoluzione sul primo monitor.

Infine, è necessario collegare il secondo monitor. È possibile farlo direttamente collegando il monitor, oppure aprire Preferenze di sistema.

Con un doppio monitor si possono sfruttare numerose funzioni, dal miglioramento della produttività alla flessibilità di posizionamento. Ma tenete presente che questi vantaggi non sono privi di difficoltà. A volte il secondo monitor smette di funzionare o la scheda grafica non è in grado di gestire il display aggiuntivo.

Risoluzione dei problemi e correzione di uno schermo nero
Se avete un sistema a doppio monitor, potreste aver riscontrato una schermata nera o un display vuoto. Questo problema può essere causato da vari fattori, tra cui il software, l’hardware o una scheda video malfunzionante. Per risolvere questo problema, è necessario eseguire alcune operazioni.

Innanzitutto, è necessario verificare se il monitor del computer è collegato alla porta video corretta. È possibile utilizzare un cavo VGA o un cavo HDMI per ispezionare il connettore. Verificare che il cavo non presenti danni fisici. Il cavo potrebbe aver perso la capacità di comunicare con il secondo monitor.

È inoltre opportuno contattare il produttore del dispositivo e chiedere assistenza. Alcuni problemi possono essere risolti semplicemente sostituendo il cavo o la porta.

Inoltre, si può provare a utilizzare un altro monitor o un altro cavo. Se il problema è legato all’hardware, potrebbe essere necessario sostituire il dispositivo. Un’altra soluzione è quella di riavviare il computer.

Se si dispone di un proiettore, è possibile collegarlo al monitor normale. Tuttavia, questa opzione è consigliata solo come ultima risorsa. In caso contrario, potrebbe essere necessario acquistare un nuovo monitor.

Se si dispone di un computer portatile, è possibile aumentare la luminosità del display utilizzando un tasto funzione. È anche possibile controllare l’alimentazione del computer online. È importante assicurarsi che l’alimentatore fornisca energia sufficiente.

Le schermate nere possono essere causate da diversi fattori, ma è possibile risolvere facilmente il problema. L’utilizzo di un driver grafico non aggiornato può essere una delle cause più comuni. L’aggiunta di un monitor esterno, la modifica della risoluzione del monitor o l’aggiornamento del firmware del monitor sono tutte soluzioni possibili.

Se non si riesce a individuare il problema, è necessario portare il computer da un tecnico. Anche se questo metodo non è sempre una soluzione efficace, può aiutare a trovare l’origine del problema.

In alternativa, si può provare a pulire il computer. L’avvio pulito di Windows 10 è un buon modo per determinare se ci sono componenti che potrebbero causare il problema.