Raspberry PI 3 Modello B : recensioni offerte prezzo opinioni test

Aggiornamento della scheda madre del Raspberry Pi 3 Model B
Raspberry PI 3 Modello B Scheda madre CPU 1.2 GHz Quad Core 1 GB RAM
Raspberry PI 3 Model B è un aggiornamento rispetto ai suoi predecessori, con un processore più veloce, WiFi, Bluetooth Low Energy, alimentazione USB e altro ancora. È la scelta ideale sia per i principianti che per gli esperti. In questo articolo daremo un’occhiata più da vicino alle differenze tra i due modelli e metteremo in evidenza alcuni dei vantaggi del nuovo modello.

Socket Cpu CHipset Ram DDR
L’hardware del Raspberry Pi è cambiato diverse volte. Ora è disponibile con diverse unità di elaborazione centrale, capacità di memoria e supporto per reti e periferiche. Tuttavia, una cosa non è cambiata: la scheda madre. È ancora possibile utilizzare la stessa scheda madre se si desidera aggiornare il processore.

La CPU e la memoria sono le parti più importanti di un computer. La CPU e il controller di memoria sono spesso utilizzati in combinazione. La CPU e il controller di memoria sono integrati nella scheda madre. I socket sono la parte che li collega. I socket possono supportare più processori.

Il Raspberry Pi 3 Model B utilizza un chipset CPU Socket. La RAM DDR è un tipo di RAM che supporta il funzionamento ad alta velocità. Il chip RAM DDR supporta trasferimenti ad alta velocità e un’ampia gamma di velocità di trasferimento dati. In situazioni di elevata richiesta, il chip di memoria DDR può funzionare fino a 1 GHz senza surriscaldarsi. È bene notare, tuttavia, che l’overclocking del Raspberry Pi invalida la garanzia del dispositivo. Inoltre, si raccomanda di utilizzare un dissipatore di calore di dimensioni adeguate per evitare gravi surriscaldamenti.

Il Raspberry Pi modello B ha un processore ARM Cortex quad-core a 32 bit rispetto al modello A+. Un Raspberry Pi quad-core può eseguire quattro attività contemporaneamente. Ciò significa che le operazioni che sarebbero state eseguite su un singolo core sul modello A+ saranno eseguite il 30% più velocemente sul Raspberry Pi B. Inoltre, il nuovo processore è più potente e può gestire dati di dimensioni maggiori.

Slot SSD M2 PCI
Se si sta sostituendo l’unità SSD esistente, è possibile installare un’unità SSD M.2 nello slot SSD M.2 della scheda madre del Raspberry PI 3 Model B. Queste unità SSD sono progettate per essere utilizzate negli slot PCI Express e sono particolarmente adatte all’esecuzione di sistemi operativi. Per installare la nuova unità SSD, è necessario avviare il computer nel menu BIOS o UEFI e selezionare l’opzione “M.2”.

M.2 è un nuovo fattore di forma per le unità a stato solido interne. Questi dispositivi sono più piccoli delle unità SSD da 2,5 pollici e assomigliano a una chiavetta di RAM. Queste unità sono disponibili in diverse dimensioni e interfacce. Queste includono PCI-E x4 e SATA.

Le unità SSD sono un’ottima scelta per i computer Raspberry Pi. Offrono un accesso superveloce al sistema operativo. Tuttavia, alcune vecchie schede madri che supportano le unità SSD M.2 possono essere limitate dal bus PCIe, che ne limita la velocità di trasferimento a 6 Gb/s. Di conseguenza, questi dispositivi non possono essere utilizzati come unità principale. Le schede madri più recenti non presentano tali limitazioni.

Wi-Fi Bluetooth Usb
Se si utilizza la scheda madre Raspberry Pi 3 Model B, è ora possibile collegare i dispositivi Bluetooth tramite Wi-Fi. Innanzitutto, è necessario assicurarsi che i dispositivi Bluetooth siano in modalità di accoppiamento. Quindi, utilizzare il menu di connessione per selezionare il dispositivo che si desidera collegare. Dopo l’accoppiamento, il dispositivo Bluetooth avvierà automaticamente la connessione.

Il Raspberry Pi 3 è dotato di Bluetooth 4.1 e Wi-Fi integrati, che lo rendono un hub ideale per l’Internet delle cose. Se si necessita di maggiore connettività, è possibile aggiungere adattatori USB Wi-Fi e Bluetooth LE. Tuttavia, non è economico aggiungere hardware Wi-Fi e Bluetooth. Fortunatamente, è possibile costruire una radio integrata nella scheda madre del Raspberry Pi 3, eliminando la necessità di acquistare hardware costoso e incompatibile.

Il chip della radio wireless è saldato direttamente sulla scheda. Prima di collegare i dispositivi wireless al vostro Pi, assicuratevi che il vostro Raspberry Pi sia certificato FCC. Molti produttori utilizzano un modulo precostituito che viene fornito con la certificazione FCC. Questo costerà qualche soldo in anticipo, ma semplificherà il processo di produzione. Fortunatamente c’è ancora una discreta quantità di produzione per il modello Raspberry Pi 3.

Lan audio
Il Raspberry Pi 3 Model B si basa sui suoi predecessori con WiFi, Bluetooth Low Energy e alimentazione USB. Il suo coprocessore multimediale Dual-Core VideoCore IV(r) offre il supporto per Open GL ES 2.0 e OpenVG con accelerazione hardware. Include anche la decodifica ad alto profilo H.264 a 1080p30.

Il Raspberry Pi 3 Model B è alimentato da un processore Broadcom 2837 ARMv8 64bit migliorato. Questo processore è più veloce dei suoi predecessori e presenta una migliore gestione dell’alimentazione. Supporta inoltre una maggiore varietà di dispositivi USB esterni. Il modello B include anche una fonte di alimentazione micro USB commutata, che consente di alimentare dispositivi potenti tramite porte USB.

Per gli utenti che desiderano utilizzare il Raspberry Pi come centro di intrattenimento, è possibile utilizzare la LAN audio della scheda madre del modello B. La velocità di clock della CPU è di 1,2 miliardi di euro. La velocità di clock della CPU è di 1,2 GHz, ma la capacità di memoria è inferiore. Ad esempio, il modello A+ ha 512 MB di RAM, mentre il modello B ne ha 1 GB.

Sistema di alimentazione
Il Raspberry Pi 3 Model B è un potente computer a scheda singola con WiFi, Bluetooth Low Energy e diverse opzioni di connettività. È dotato di una CPU Broadcom quad-core e di 1 GB di RAM. Dispone inoltre di una fonte di alimentazione Micro USB commutata aggiornata. Il sistema fornisce energia sufficiente per alimentare dispositivi potenti tramite porte USB.

Questa nuova versione è dotata di una batteria e di un alimentatore che ne facilitano l’installazione. Il Raspberry Pi modello B è la soluzione ideale per le applicazioni embedded. Questo modello dispone di una porta GPIO per accedere al LED di stato ACT e al LED di stato dell’alimentazione. Può essere utilizzato con il Raspberry Pi 3 Modello A+ e il Raspberry Pi 3 Modello B.

Raffreddamento
Se state costruendo un computer Raspberry Pi, dovete trovare una soluzione di raffreddamento adeguata per la CPU. Fortunatamente, sul mercato sono disponibili diversi prodotti e una delle opzioni migliori è la scheda madre Raspberry Pi 3B+/B. È caratterizzata da un design aerodinamico e comprende diversi fori per l’aria. Questi si trovano sotto il chip RAM. È inoltre realizzata in ABS e dispone di porte che consentono di connettersi a tutto l’hardware del Raspberry Pi 3. Può anche essere montata a parete, in modo da rendere possibile il montaggio a parete. Può anche essere montato a parete, il che lo rende un’ottima soluzione per i piccoli spazi.

Sebbene il Raspberry Pi 3 Model B non sia così potente come il suo predecessore, è comunque dotato di un’abbondante ventola e di un sistema di dissipazione del calore, per cui non ci sono problemi termici con la scheda. È possibile alimentare il Raspberry Pi 3 B con una porta USB del PC o del telefono. Poiché il Raspberry Pi non dispone di una porta USB di dimensioni standard, è necessario acquistare un adattatore.

Test Recensione completa Pro e contro
Il Raspberry Pi 3 è il potente successore del popolare computer a scheda singola delle dimensioni di una carta di credito. È dotato di un processore quad-core ARM Cortex-A7 da 1,2 GHz. Il Raspberry Pi supporta anche le impostazioni di overclock.