Migliori sneakers sotto 100 euro

Sneakers a meno di 100 euro: la popolarità delle scarpe da ginnastica non mostra segni di cedimento. Indossato da tutti i generi, soprattutto dagli uomini, indipendentemente dall’età, ha lasciato la sua impronta in diverse culture. Il suo status di icona l’ha addirittura portata a stabilire una propria sottocultura, oggi si trovano modelli anche sotto la soglia dei 100 euro.

Identificata come un oggetto di moda, uno status symbol e un oggetto socio-culturale, la storia della sneaker risale al XVIII secolo.
Precedentemente note come “plimsolls”, queste scarpe con suola in gomma non facevano alcun rumore, permettendo così a chi le indossava di passare inosservato dietro a qualcuno. Ben presto, questa calzatura atletica è stata soprannominata “sneaker” per il suo calpestio silenzioso.
Le scarpe da ginnastica sono state inizialmente realizzate per permettere ai ricchi di praticare i loro sport preferiti all’aperto. Questo oggetto di lusso, in seguito, si è trasformato negli anni Venti in una calzatura sportiva prodotta in serie a basso costo.
La sua storia, tuttavia, ha superato il mondo dello sport e ha trasceso altre culture, nicchie e gruppi sociali.

Il termine “scarpe da ginnastica” è in uso da oltre un secolo. Nel 1917, Henry Nelson McKinney, in qualità di inserzionista americano, usò il termine perché le loro suole di gomma rendevano l’usura della scarpa più silenziosa e furtiva.

Sneaker a meno di 100 euro

Sia che abbiate intenzione di andare in palestra, passeggiare nel parco, percorrere i sentieri o semplicemente cercare un abbigliamento casual per il fine settimana, trovare la scarpa giusta è essenziale. Viviamo in un mondo di abbondanza, quindi è molto facile farsi sopraffare da tutte le opzioni.

Se siete a caccia di un nuovo paio di scarpe da ginnastica ma avete un budget limitato, non preoccupatevi. Ci sono un sacco di scelte per mantenere i piedi a proprio agio e allo stesso tempo guardare con stile.

 

La storia delle scarpe da ginnastica

All’inizio degli anni Settanta del XIX secolo, le scarpe da ginnastica erano note come plimsoll, che traggono ispirazione e confronto dalla linea orizzontale plimsoll sullo scafo di una nave. Erano indossati soprattutto da chi era in vacanza e dagli sportivi popolari dell’epoca grazie alla loro comodità. L’unico svantaggio di allora era la mancanza di distinzione tra piede destro e sinistro! Tuttavia, la loro evoluzione è stata favorita grazie a Charles Goodyear che aveva inventato la gomma vulcanizzata nel 1839, e questo materiale è stato poi applicato alle scarpe. Fu nel 1886 che nacque la prima azienda di scarpe da ginnastica in assoluto. A cavallo del 1900, queste scarpe da ginnastica sono diventate sempre più popolari per il tempo libero e le attività all’aperto. Da allora hanno intrapreso un costante percorso di trasformazione.
Le scarpe da ginnastica scatenano un’impennata della domanda

All’inizio del 1900 la domanda di queste scarpe era enorme e nel 1917 erano in produzione di massa. Proprio in quell’anno nacquero le Converse All-Stars (dal nome del fondatore, il marchese Converse). Diversi anni dopo, sono stati approvati dal giocatore di punta degli Indiana Hoops Chuck Taylor e sono diventati noti come i Chuck Taylor All-Stars, e fino ad oggi, rimangono le sneakers da basket più vendute di tutti i tempi.

Il mercato americano delle scarpe da ginnastica è cresciuto costantemente nel primo dopoguerra, con giovani ragazzi che si sono messi in fila per comprare scarpe da ginnastica approvate dalle star dello sport. Le scarpe erano fatte su misura sia per uomini che per donne, e sono state commercializzate per una serie di sport diversi.

Sneakers alle Olimpiadi del 1936

I Giochi Olimpici di Berlino del 1936 furono un catalizzatore per diffondere le scarpe da ginnastica nel resto del mondo. La squadra di basket statunitense ha adorato Converse durante tutto il torneo, mentre il corridore statunitense Jesse Owen ha vinto quattro medaglie d’oro indossando scarpe da ginnastica disegnate da Adolf Dassler, che ha creato il marchio sportivo globale Adidas. Per Dassler, gli affari sono cresciuti grazie alle prestazioni degli atleti e, prima della seconda guerra mondiale, vendevano 200.000 paia all’anno.

Negli anni ’40, un certo numero di marche di scarpe da ginnastica, che esistono ancora oggi, erano in funzione da anni e decenni. Tra cui New Balance, Fila, Gola, Wilson, Mizuno e molti altri.

Dopo la seconda guerra mondiale

A partire dagli anni ’40 c’è stato un cambiamento culturale nell’atteggiamento delle scarpe da ginnastica. Le giovani generazioni hanno iniziato ad indossarli più come una dichiarazione di moda che per lo sport. Altri nuovi marchi cominciarono ad emergere come Diadora, Onitsuka Tiger e Puma. Durante gli anni ’50, le attività del tempo libero sono cresciute e sono diventate una parte più essenziale della vita. Le scuole hanno anche iniziato a rilassare i loro codici di abbigliamento, facendo spazio alle scarpe da ginnastica in classe. È stato in questo periodo che le vendite hanno cominciato a crescere, tanto che hanno cominciato a influenzare le vendite di pelle e scarpe standard. Questo ha portato alla nascita di due dei marchi più iconici al mondo negli anni ’60: Nike e Vans.

Negli anni ’60, la prima sneaker con suola ondulata (New Balance Trackstar) entrò nella produzione di massa. Il lancio di questa scarpa non poteva arrivare in un momento migliore, perché durante gli anni ’70 il jogging divenne sempre più popolare e gli allenatori progettati per la corsa erano solidi venditori. Ben presto, grazie ai progressi tecnologici, sono state create calzature ancora più atletiche per sport ancora più specifici come il calcio, il basket, ecc.

Sneakers negli anni 80 e 90

Gli anni ’80 e ’90 sono stati un’epoca chiave per le scarpe da ginnastica. Con molti marchi che guadagnano sempre più popolarità, e le vendite crescono, il mercato delle calzature è ormai un vero e proprio mercato per le masse. Nike, Adidas, Reebok stavano diventando nomi famosi e sempre più celebrità hanno iniziato a sostenere le scarpe sportive. I disegni, i modelli, i colori si sono evoluti con le tendenze attuali, ponendo le basi su quelle che oggi conosciamo come sneakers.

Negli anni ’80, il mondo ha visto una delle più grandi partnership tra i marchi x star – Michael Jordan e Nike – che ha dato vita alle Nike Air Jordans. Ancora oggi sono una delle scarpe da ginnastica più famose e l’entità Air Jordan continua a rastrellare vendite colossali. E’ stato anche in questo decennio che abbiamo assistito alle vendite dei primi formatori da 100 dollari. Nike Air 1s, Nike Air Jordans e le Reebok Pumps avevano tutte il prezzo a tre cifre.

Origine e costruzione delle sneakers

Molte delle scarpe da ginnastica più richieste e popolari, sia maschili che femminili, affondano le loro radici nelle scarpe da ginnastica. Nonostante le sue origini sportive, le prestazioni in molti modelli hanno preso una posizione secondaria. Alcuni, tuttavia, ancora dotati dei componenti di base che una calzatura sportiva richiede, possono ancora raddoppiare come allenatore.

Le scarpe da ginnastica che hanno preso in prestito gli elementi di design di una specifica scarpa sportiva condividono tipicamente la stessa struttura.

Quelle da corsa sono di solito realizzati con una tomaia traspirante e una suola flessibile e leggera ma stabile che offre un’ampia ammortizzazione e una protezione affidabile contro gli urti.
Le sneakers da basket si distinguono per il loro esterno massiccio che offre un supporto sufficiente. La sua suola pesante fornisce anche stabilità, per non parlare della trazione multidirezionale.
Le scarpe da tennis sono comunemente eleganti e minimamente stilizzate con un supporto adeguato.
Le scarpe casual di ispirazione escursionistica sono riconosciute per la loro suola robusta con scanalature profonde progettate per l’outdoor. La sua tomaia intermedia o superiore è anch’essa realizzata in materiale resistente e spesso, comunemente con pelle o pelle scamosciata.
Le scarpe da ginnastica ispirate ai tacchetti da calcio sono di solito indossate con la tomaia in pelle o camoscio con un collare leggermente più alto per una maggiore durata e stabilità alla caviglia. Le suole piatte offrono una trazione multidirezionale. Le punte vengono rimosse per un look più casual.
Le scarpe casual da allenamento che possono essere indossate in modo affidabile per l’allenamento in palestra o per il sollevamento pesi hanno comunemente suole piatte e rigide per la stabilità. Alcuni hanno alzato i tacchi per una postura più eretta e hanno migliorato il movimento della caviglia.
Le scarpe da skate  sono scarpe casual rinnovate con sovrapposizioni aggiuntive, protezione interna delle dita dei piedi, doppie cuciture e protezioni in pizzo per renderle degne di essere pattinate.

Queste scarpe da ginnastica sono passate con successo alla sezione stile di vita a causa del seguito di culto, del significato storico, o della pura e semplice popolarità che la gente vuole semplicemente averne un paio. Dalle loro origini sportive, sono ormai un punto fermo di ogni armadio di scarpe da ginnastica.

Cose da considerare quando si comprano le scarpe da ginnastica

Edizioni Premium

È comune per le marche aggiornare i modelli standard con materiali di alta qualità, mantenendo intatta la sua silhouette originale. Queste iterazioni hanno un prezzo un po’ più alto rispetto alle edizioni normali. Per finire, vanta un comfort e una durata migliori.
Edizioni limitate

Come suggerisce il nome, si tratta di scarpe da ginnastica vendute in rivenditori selezionati e prodotte in numero limitato. Difficile da ottenere, ottenere una coppia significherebbe lunghe code e notti insonni davanti agli schermi dei computer.

Le versioni Hyperstrike e Quickstrike o “QS” delle sneakers Nike sono tra i modelli in edizione limitata che compaiono nei negozi rapidamente e in poche quantità.

Edizioni speciali

Questi modelli sono solitamente creati per celebrare un evento specifico o per rendere omaggio a una particolare persona, squadra, ecc. Alcuni modelli, tuttavia, sono contrassegnati come Special Edition o “SE” per la sua notevole popolarità o per il suo ricercato colore.

Tipi di sneakers

Il design di una sneaker viene notevolmente modificato con un semplice cambiamento del taglio o del top. I diversi gusti dei consumatori in fatto di stile hanno portato i marchi a rivedere il profilo di una scarpa in tre modi diversi:

1. Basso-top

Il più famoso dei tre, il suo collare si trova appena sotto la caviglia. Molti preferiscono questi tagli rispetto agli altri, in quanto offrono una maggiore libertà di movimento. È anche percepito come il più versatile in quanto può essere abbinato a una vasta gamma di abbigliamento sportivo e casual.

2. High-top

Si distinguono per il collare che si estende sulla caviglia. Conosciuto per fornire un ulteriore supporto alla caviglia, questo stile ha invaso i campi da basket negli ultimi anni. Quando si tratta di estetica, il suo aspetto tagliente è considerato alla moda. Anche se attraente, alcuni pensano che questo tipo manchi di versatilità.

3. Metà superiore

I meno popolari tra tutti e tre, hanno un collare che non si estende più in alto della caviglia. Questi tipi di calzature sono spesso dotati di una cinghia che aiuta a mantenere il piede in posizione. Con un aspetto un po’ simile con i piani alti, molti consumatori si scambiano le due cose.

Stile

Lo stile è intensamente personale e a volte è il fattore più importante nella scelta di una sneaker. Che il proprio stile sia sobrio o un po’ sgargiante, i colori e il design possono influenzare in modo decisivo la scelta di un fan delle scarpe da ginnastica.

Semplicemente non mancano le opzioni in cui i colori e il design vanno come le scarpe da ginnastica di tutte le marche utilizzano un variegato assortimento di combinazioni di colori e design.

Il colore della scarpa è un fattore essenziale da considerare quando si cerca una scarpa da ginnastica. Si riferisce alla combinazione di colori in cui la sneaker è vestita. La popolarità di alcuni modelli può a volte essere attribuita al suo colore. Fino ad ora, la tonalità BRED o nero/rosso rimane attraente per molti. La popolarità e il significato storico delle colorways spesso dettano la fascia di prezzo delle scarpe da ginnastica sul mercato.
Le scarpe da ginnastica bicolore non sono solo la mania del mercato. Molti appassionati di sneaker optano anche per un look monocromatico per la versatilità dello stile. Le scarpe monocromatiche funzionano molto bene con un abito dello stesso tono.
Per coloro che desiderano più grinta nel loro stile, c’è una vasta gamma di opzioni tra cui scegliere. Ci sono scarpe da ginnastica che sono considerate fuoco a causa dell’arcobaleno di colori nella parte superiore, l’intersuola, e anche la suola.
Lo stile diventa anche una forma di espressione di sé, soprattutto quando la scarpa è una collaborazione. C’è solo una certa raffinatezza o un certo fattore figo quando si indossa una scarpa da ginnastica che Stella McCartney, Kanye West o Tinker Hatfield hanno disegnato.
Recentemente è aumentata la domanda di calci senza problemi. In risposta, i marchi hanno introdotto lo slip-on. Queste sneakers senza lacci sono facili da indossare ma ugualmente eleganti.

Stagione

Il tempo o la stagione gioca un ruolo importante nella scelta delle scarpe da ginnastica. Il periodo dell’anno può chiaramente avere un effetto nell’ottenere un nuovo paio di scarpe, poiché tutti vorrebbero comunque avere un bell’aspetto in una scarpa che offra la giusta funzionalità o utilità.

Ogni estate, la maggior parte delle marche sfoggiano le loro scarpe da ginnastica che sfoggiano una tomaia tutta bianca. Alcuni sono vestiti con tonalità chiare ma brillanti, in linea con la stagione. Queste scarpe hanno comunemente una costruzione a taglio basso e sono fatte di maglia leggera e traspirante o di tessuto. Altri sono dotati di un sottopiede che allontana l’umidità per mantenere i piedi asciutti e inodore.
Per prepararsi all’inverno, i marchi hanno messo a dura prova le nuove uscite, per non parlare dei classici, con una suola robusta per migliorare la trazione e l’aderenza su superfici scivolose. Di solito è progettato con un colletto alto, la sua tomaia è coperta con tecnologia impermeabile o trattata per renderla idrorepellente per una maggiore protezione.
Per la protezione dall’umidità si aggiungono anche una linguetta a soffietto e rivestimenti in pelle. Per il calore, gli interni delle scarpe da ginnastica sono foderati in pile o in lana.

Materiale

Un fattore determinante nella ricerca del prossimo paio è il materiale di cui sono fatte le scarpe da ginnastica. Poiché il comfort, lo stile e persino la funzionalità giocano secondo le regole dettate dal materiale utilizzato, sapere cosa fa ronzare la sneaker è essenzialmente importante.

Il mercato è inondato da una moltitudine di materiali che si adattano perfettamente alle esigenze stilistiche e funzionali dell’acquirente. Ecco alcuni di loro:

Le scarpe di pelle sono note per la loro durata. Vari tipi di pelle sono utilizzati per fare scarpe da ginnastica. Dall’aspetto ellittico ma forte, capace di modellarsi ai piedi e capace di resistere alla pioggia offrendo al tempo stesso un’ampia traspirabilità, viene comunemente applicato su scarpe da ginnastica sportive ispirate alle scarpe da ginnastica.
Il tessuto/tela è noto per essere leggero, arioso e facile da pulire. Il suo lato negativo è che non è impermeabile. Le scarpe da ginnastica che sono fatte di questo materiale si indossano meglio quando c’è il sole.
Una sneaker completamente sintetica è di solito poco costosa ma scomoda e manca di ventilazione. Tuttavia, quando viene utilizzato come overlay, questo materiale aggiunge un supporto leggero e una protezione alla scarpa. Inoltre, migliora la durata della sneaker.
I progressi nella tecnologia hanno permesso alle marche di usare la rete e il neoprene sulle scarpe. Il primo è noto per la sua traspirabilità e il peso ridotto. Quest’ultimo, un materiale elastico in gomma sintetica, è rinomato per la sua struttura di sostegno ma flessibile. Applicata ad una tomaia, la scarpa è quindi in grado di fornire un comfort stabile, simile a quello di una calza.
Il tipo di materiale utilizzato in una scarpa influisce sul suo prezzo. I calci realizzati con pelle di prima qualità sono costosi rispetto a quelli realizzati in pelle o tela.
Molte scarpe sono fatte di un mix di materiali per migliorarne la durata, il supporto e l’estetica.

Il design della sneaker si è trasformato notevolmente nel corso degli anni. Nuovi design e colori mai visti prima vengono introdotti ogni tanto come risultato delle esigenze e delle richieste sempre mutevoli dei consumatori, della creatività infinita dei designer di scarpe e dell’emergere senza limiti di nuove tecnologie.

Nonostante tutti gli sviluppi, alcune silhouette classiche rimangono in circolazione per il suo design senza tempo. L’eccitazione dei fan e la curiosità delle sneakerheads si risvegliano ad ogni uscita aggiornata di queste scarpe vintage. Il passato è chiaramente una parte enorme di come le scarpe da ginnastica vengono prodotte e rese disponibili al pubblico.

Originali OG

Un modello che sfoggia una nuova silhouette si chiama “OG”. A seconda di come viene accettato dalle masse, il nuovo modello può stimolare la nascita di una nuova collezione. Molte delle scarpe di ispirazione vintage oggi hanno preso il loro aspetto da un modello lanciato anni fa. La tecnologia moderna ha anche permesso ai marchi di sviluppare design mai visti prima.

Di solito, le OG vengono rilasciate dieci anni dopo il lancio del suo modello iniziale. Alcuni marchi, tuttavia, introducono un’edizione “OG”, che porta il colore dell’originale, pochi anni dopo l’uscita del modello originale.

Retrò

Questo tipo si riferisce alle sneakers che sono state lanciate in passato e che vengono rilanciate a causa dell’aumento della domanda. Il più delle volte, questi vengono rilasciati cinque anni dopo l’inaugurazione della silhouette OG.

Normalmente indossate nel colore originale della scarpa, queste versioni sono realizzate con materiali più pregiati. Si possono anche prevedere lievi modifiche al progetto. Alcune modelle, però, sono vestite con nuovi colori.

Collaborazione

Le scarpe da ginnastica classiche hanno avuto una nuova vita e nuovi modelli sono stati concepiti con l’aiuto di atleti professionisti, artisti, musicisti, negozi di alto livello e simili. Improvvisamente si trasformano in designer, i modelli che prendono il nome da queste figure iconiche sono comunemente ipnotizzati e rilasciati in numero limitato con un prezzo leggermente più alto.

Ce ne sono alcuni, però, che diventano i preferiti dalla folla, sono prodotti in grandi quantità e mantengono un prezzo ragionevole.
Sneakers di design

Recentemente, i marchi sono entrati nel mondo dell’alta moda e hanno collaborato con rinomati stilisti di moda come Yohji Yamamoto, Stella McCartney, Raf Simons, Kanye West e Rick Owens.

Queste collaborazioni hanno trasformato in un istante scarpe da ginnastica apparentemente regolari in articoli di lusso. Questi team-up hanno anche prodotto un paio di nuovi modelli a partire da 200 dollari.
Il legame delle scarpe da ginnastica con la cultura popolare e la sua ascesa alla fama

Al giorno d’oggi, le scarpe da ginnastica, note anche come tacky, calci e scarpe da ginnastica, si vedono ai piedi della maggior parte delle persone. La sua presenza globale è eccezionale. Allora, come ha fatto questa scarpa ad ottenere così tanta popolarità?

La storia rivelerebbe quanto questo oggetto economico sia stato al centro dell’attenzione pubblica. Funzionale ed esteticamente piacevole, ha catturato l’attenzione di atleti esperti, per non parlare della cultura popolare.

La mania è iniziata negli anni ’70, quando sono stati introdotte con colori vivaci.

La sua importanza si è intensificata con la crescita della comunità hip-hop. Le scarpe da ginnastica sono diventate un soggetto di canzoni cantate da artisti famosi come Run DMC e Nelly.

Nel 1985, le scarpe da ginnastica sono diventate anche un argomento di dibattito e un simbolo di ribellione giovanile, poiché Michael Jordan indossava la controversa Air Jordan da 65 dollari, nonostante fosse stata bandita dall’NBA. Era ed è tuttora abbracciata dalla cultura alternativa per la sua autenticità.

Come una tela bianca, è stata anche utilizzata come strumento di espressione culturale da molti designer, artisti e celebrità.

Attualmente, l’industria delle scarpe da ginnastica è uno dei mercati più grandi. Con un prezzo di mercato di 75 miliardi di dollari e una crescita di oltre il 40% nel 2004, Transparency Market Research ha rivelato che si prevede un aumento significativo dei ricavi entro il 2020.
Le tecnologie delle sneaker e come hanno cambiato il modo in cui sono fatte le scarpe da ginnastica

Indossate principalmente per il tennis quando sono apparse per la prima volta, le scarpe da ginnastica si sono evolute in numerosi modi. Il suo design, la sua qualità e il suo comfort sono stati migliorati con tutti i progressi tecnologici sviluppati nel corso degli anni. Una scoperta ha portato ad un’altra a far progredire il processo di produzione delle calzature in modi inimmaginabili.

Stampa 3D

Una pratica percepita come un’innovazione sostenibile per la sua capacità di velocizzare drasticamente il processo di progettazione riducendo al contempo in modo significativo gli sprechi, questa tecnologia ha permesso ai marchi di creare scarpe realizzate con una tomaia in maglia monopezzo. Indipendentemente da come la chiamano le marche, la costruzione a maglia vanta una sensazione di leggerezza e una traspirabilità superiore.

In seguito, la stessa tecnologia è stata utilizzata per creare un intersuola. Modellato in base alla forma del piede e adattato alle specifiche esigenze di ammortizzazione dell’individuo, promette di offrire una sensazione stabile ma a piedi nudi e una corsa naturale.

Sistema di fissaggio unico

Da Disc Blaze di Puma a HyperAdapt e Flyease, recentemente lanciati da Nike, i marchi stanno innegabilmente spingendo i loro limiti per trovare nuovi modi per migliorare la calzata della scarpa, che a sua volta aiuta i consumatori a rendere la loro vita più facile. Ora, chi lo indossa può dire addio al faticoso compito di legare i lacci delle scarpe.
Imbottitura

Le scarpe Lifestyle sono note per il loro comfort. La tecnologia di questi tempi ha permesso ai marchi di fornire a chi la indossa un comfort di peluche non solo intorno al piede, ma anche sotto i piedi. Con la creazione della Nike Air-Sole, dell’Adidas Boost e dell’imbottitura Asics Gel, le calzature moderne vantano ora un comfort generale e una protezione superiore contro gli urti. Anche i calci d’epoca sono aggiornati con la stessa tecnologia.

3M Scotchlite

Un ottimo modo per aumentare i punti di stile, questo materiale riflettente, considerato anche come un salvavita, è diventato noto a metà degli anni ’60. Applicato sulle giacche arancioni utilizzate dagli ingegneri, è stato poi utilizzato su abbigliamento casual ad alta visibilità e poi sulle scarpe da ginnastica. Ad oggi, altri tipi di tecnologia come Xeno sono stati sviluppati per migliorare la visibilità della scarpa.

Domande frequenti
Quali sono i modi giusti per lavare le scarpe da ginnastica?

Le scarpe da ginnastica sono comode, versatili e facili da indossare. A causa di queste caratteristiche, è inevitabile che le nostre amate coppie necessitino di cure e di una pulizia adeguata. Lavare o pulire le scarpe da ginnastica è facile, certo – ma può essere complicato. Una pulizia adeguata è fondamentale per mantenere la qualità e l’estetica delle vostre scarpe da ginnastica, poiché una mossa sbagliata potrebbe distruggere rapidamente il materiale, i colori o la costruzione complessiva.

Di seguito alcuni consigli pratici da tenere a mente:

Togliere i lacci prima di pulire le scarpe da ginnastica. Questi devono essere lavati separatamente con acqua e sapone.
Rimuovere i detriti in eccesso, come fango o sporcizia, con una spazzola morbida.
Evitare l’uso di prodotti chimici aggressivi come la candeggina in quanto può causare scolorimento e danni alle scarpe da ginnastica.
Quando si puliscono i calci, utilizzare una soluzione di sapone mescolando sapone in polvere, detersivo per bucato o detersivo per piatti con acqua e una spazzola morbida.
Evitare che la pelle o il camoscio si bagnino, poiché ciò danneggerebbe rapidamente il materiale. Sono disponibili kit di pulizia che si rivolgono specificamente a questi tipi di materiali per la pulizia delle scarpe.
Utilizzare bicarbonato di sodio per rimuovere l’odore indesiderato dai plantari.
Una volta terminata la pulizia delle scarpe da ginnastica, lasciarle asciugare all’aria e non esporle alla luce diretta del sole e alle alte temperature.

Come dovrebbero stare le scarpe da ginnastica?

Le scarpe da ginnastica devono stare comodamente a piedi – non troppo strette né troppo larghe. I modelli di scarpe da ginnastica delle varie marche, e anche all’interno della stessa marca, variano in dimensioni sia in lunghezza che in larghezza. Questo significa che non perché sei una taglia, diciamo, 10 in una marca significherebbe che la stessa taglia in un’altra marca darebbe la stessa esatta vestibilità.

Un modo per sapere se le scarpe da ginnastica si adattano correttamente è il test delle dita. Quando si indossa la scarpa da ginnastica, si dovrebbe essere in grado di inserire comodamente il dito indice tra il tallone e la parte del tacco della scarpa. Se sei in grado di muovere le dita, allora significa che la tua coppia si adatta troppo grande. D’altra parte, se non si riesce nemmeno a mettere il dito tra il tallone e il tacco della scarpa, allora significa che il paio è troppo piccolo o stretto.

Inoltre, quando si sente la pressione o la pressione sui lati dei piedi, significa che bisogna prendere le misure.
Le mie scarpe da ginnastica mi stanno troppo strette. Come posso allungarle?

Le scarpe da ginnastica si allungano naturalmente nel tempo, soprattutto se indossate regolarmente. Tuttavia, esistono modi alternativi per accelerare questo processo. Ecco alcuni utili hacker:

Indossate le scarpe da ginnastica in giro per casa e indossatele con un paio di calzini spessi per velocizzare la procedura. In questo modo, si potrebbe contribuire ad allentare i materiali e ad allungare le scarpe.
Un’alternativa semplice è l’utilizzo di un attrezzo per lo stiramento delle scarpe. Questo tipo di dispositivo può allungare la lunghezza e la larghezza delle vostre coppie.
Un altro metodo noto per rompere le sneakers in pelle e camoscio è il riscaldamento con un asciugacapelli. sneakers in pelle e camoscio. Indossate le vostre scarpe da ginnastica strette con calzini spessi e puntate l’asciugacapelli (impostato a calore medio) sulle aree strette delle scarpe, flettendo i piedi e agitando le dita dei piedi.
Congelare le scarpe da ginnastica è un altro modo. Basta mettere un sacchetto di plastica sigillato riempito d’acqua in ogni coppia e congelarli. Una volta che l’acqua si è congelata, lasciatela scongelare e poi togliete i sacchetti di plastica dalle scarpe. Anche se un po’ complicato rispetto agli altri metodi menzionati, anche questo è efficace.

Perché le scarpe da ginnastica si chiamano sneakers?

Le scarpe da ginnastica sono chiamate così a causa di come le loro suole di gomma sono silenziose rispetto ad altri tipi di scarpe con suole di cuoio. Un tempo era la scarpa perfetta per “sgattaiolare” in giro senza farsi notare dagli altri. Anche se inizialmente conosciuto come “plimsolls” e altrimenti indicato come “allenatori”, “scarpa atletica”, “calci”, o “battitori” tra gli altri, il nome sneakers nome bloccato e ampiamente utilizzato fino ad oggi.

Quali sono i modi migliori per allacciare le scarpe?

Ecco alcune delle tecniche di allacciatura di base per le scarpe da ginnastica:

Criss Cross Lacing. La tecnica di allacciatura più comune utilizzata nelle scarpe da ginnastica e scarpe in generale, e soprattutto il metodo di allacciatura di default che viene fornito con un paio di scarpe appena acquistate. Si tratta di un semplice incrocio di lacci, che si infilano nella scarpa da ginnastica.
Allacciatura dritta. Altrimenti noto come allacciatura di moda, allacciatura stradale, o allacciatura dritta bar, questa tecnica di allacciatura è anche una scelta popolare tra chi indossa le scarpe da ginnastica. Dà un aspetto più ordinato, e più spazio ai piedi per respirare.
Ladder Lacing. Anche se usato tipicamente su stivali militari, la tecnica di allacciatura della scala può essere applicata anche su scarpe da ginnastica. I lacci sono intrecciati orizzontalmente e verticalmente formando un aspetto simile a quello di una scala e una vestibilità sicura.
Allacciatura della ragnatela. Questa impressionante tecnica di allacciatura richiede dettagli intricati intrecciando i lacci in orizzontale e in verticale per formare una “ragnatela”. A parte l’estetica che fa girare la testa, la tecnica di allacciatura a ragnatela fornisce una vestibilità ferma, stretta e sicura, così come estremità  più corte.

Come si fa a disegnare le scarpe da ginnastica?

Come già detto, lo stile è personale e varia da persona a persona. La moda non conosce regole, ma un giusto paio di scarpe da ginnastica potrebbe fare o rompere tutto il tuo vestito. Di seguito sono riportati alcuni consigli di base per indossare le scarpe da ginnastica.

Scegliete un paio di jeans skinny o a taglio dritto da indossare con scarpe da ginnastica basse o alte.
Evitate di abbinare scarpe da ginnastica alte con taglio di stivale o denim a gamba larga, perché inghiottirebbe i vostri calci.
Appuntate i vostri jeans per mostrare le ossa della caviglia e attirare l’attenzione sulle vostre scarpe da ginnastica. L’arrotolamento degli spilli si effettua piegando i jeans due o tre volte fino ad abbracciarli alle caviglie.
Una coppia in tinta unita o in stile classico è un modo sicuro per un look senza difetti.
Indossare calze no-show con scarpe da ginnastica basse per evidenziare ulteriormente i vostri calci.
Acquista le scarpe da ginnastica che si adattano al tuo guardaroba e al tuo stile personale.
Tieni pulite le scarpe da ginnastica. Anche la coppia più elegante perde il suo fascino se non è ben tenuta.

In che modo le scarpe da ginnastica maschili sono diverse da quelle femminili?

Le scarpe da ginnastica da uomo si differenziano dalle scarpe da ginnastica da donna soprattutto per la forma e la larghezza complessive. Per questo motivo, hanno sistemi di dimensionamento diversi. Le scarpe da ginnastica da uomo sono generalmente più larghe e di dimensioni maggiori, mentre quelle da donna sono realizzate con l’avampiede largo ma con il tallone stretto.

Spesso le marche pubblicano modelli di scarpe da ginnastica che sono unisex in stile, ma disponibili solo nelle taglie maschili. In questi casi, le signore dovrebbero ottenere un paio di taglie da 1,5 a 2 rispetto alla loro taglia abituale come equivalente approssimativo delle taglie femminili e maschili.

Quali sono le tendenze delle sneaker attualmente in voga?

Sneakers completamente bianche

Queste sneakers hanno dominato la scena della moda negli ultimi anni da quando Adidas ha strategicamente rilanciato l’iconico Stan Smith nel 2014, e sembra che non andranno da nessun’altra parte a breve. Uomini e donne adottano questa tendenza soprattutto per la sua versatilità e il suo stile no-fail. Le sneakers completamente bianche offrono un’estetica minimale ma elegante che si abbina a una grande varietà di outfit.

Scarpe da ginnastica da papà

Altrimenti denominate “sneakers chunky sneakers” o “brutte sneakers”, le sneakers di papà mostrano tipicamente suole grosse o spesse e un aspetto generale che riflette l’era retrò degli anni ’80 o ’90. Tra le scarpe da ginnastica da papà più popolari ci sono l’Adidas Yeezy Wave Runner 700, Balenciaga Triple S, Gucci Rhyton e New Balance 990.

Sneakers a piattaforma

Tipicamente offerte per le signore, le scarpe da ginnastica con plateau presentano suole rialzate di almeno 1″ di altezza per un’ulteriore altezza e un look spigoloso. Alcune delle scarpe da ginnastica più popolari che seguono questa tendenza sono le Puma Fenty Creepers, Keds Triple, Vans Platform Slip-On, e altro ancora.

Sneakers metalliche

A differenza delle sneakers bianche, quelle metalliche sono più avventurose e giocose. Queste sneakers abbandonano la tipica tomaia in pelle liscia, maglia o pelle scamosciata per materiali metallici, satinati o anche glitterati. La nuova facciata di questi calci dà immediatamente una dichiarazione, ma indossarli con l’abito giusto potrebbe essere cruciale.

Perché alcune scarpe sono più costose di altre?

Come per qualsiasi merce, i prezzi delle scarpe da ginnastica variano a seconda della marca, dei materiali e delle tecnologie utilizzate, o della disponibilità. La maggior parte delle volte, le sneaker di base o quelle rilasciate in quantità maggiore e disponibili presso diversi rivenditori sono economiche o convenienti. Queste sono di solito chiamate “Comunicazioni generali”.

Le sneakers in edizione limitata o quelle rilasciate in quantità limitata, invece, hanno un prezzo tipicamente più alto del solito a causa della loro esclusività. Queste scarpe sono spesso anche prodotti di collaborazioni uniche tra marchi e designer, celebrità o artisti, che aggiungono valore al loro pacchetto complessivo.

Lo stesso vale per le Edizioni Premium. Queste scarpe da ginnastica sono anche più costose dei modelli normali, soprattutto perché utilizzano materiali di prima qualità. L’aumento del prezzo, tuttavia, equivale a una migliore qualità e artigianalità.

Un’altra categoria di scarpe di stile di vita costoso è chiamato scarpe da ginnastica di lusso. Realizzate e progettate da rinomati stilisti di moda e marchi di moda di lusso come Gucci e Balenciaga, tra gli altri, queste scarpe sono anche note per i loro materiali e la loro qualità.
Fatti divertenti sulle scarpe da ginnastica!

Keds è nota per essere la prima produzione di massa di scarpe con suola in gomma o sneakers. È stata prodotta dalla U.S. Rubber Company intorno al 1982 e prodotta in serie nel 1917.
Il giocatore di basket Chuck Taylor è stato il pioniere dell’approvazione delle scarpe da ginnastica da parte delle celebrità nel 1921 attraverso le scarpe da ginnastica Converse All Stars. Ha suggerito innovazioni e miglioramenti di design sulla scarpa classica sulla base delle sue conoscenze professionali nel basket. Ad oggi, le scarpe da ginnastica Converse Chuck Taylor All Star rimangono uno dei classici preferiti.
Si ritiene che la cultura delle scarpe da ginnastica sia iniziata nel 1984 durante l’accordo di endorsement della Nike con il giocatore di basket professionista Michael Jordan per la prima scarpa Air Jordan. È stato multato dall’NBA ogni volta che ha indossato gli AJ1 “allevati” in una partita. Lo Swoosh l’ha presa come vantaggio di marketing quando l’anno successivo ha lanciato ufficialmente la scarpa.
Nike era originariamente conosciuta come Blue Ribbon Sports (BRS), un distributore di negozi negli Stati Uniti per Onitsuka Tiger. Dopo la fine della collaborazione con il marchio di calzature giapponese, la BRS ha cambiato il suo marchio in Nike, Inc. che ha preso il nome dalla dea greca della vittoria.
Il logo Swoosh di Nike è stato disegnato da Carolyn Davidson, allora studentessa di graphic design alla Portland State University nel 1971, per soli 35 dollari. Fu usato per la prima volta il 18 giugno 1971, quando la Nike Cortez. Anche se il pagamento iniziale era di soli 35 dollari, Davidson ha ricevuto un’enorme quantità di azioni della società e un anello d’oro e diamanti a forma di Swoosh. Quando si è laureata al PSU, ha lavorato alla Nike per quattro anni e poi ha deciso di lavorare da casa come designer freelance.
Lutz Backes ha creato il logo del gatto che salta del Puma nel 1967. La Puma King è stata la prima scarpa ad esporre il suddetto logo.
La Onitsuka Tiger Stripe è l’iconica striscia di scarpe che apparve per la prima volta durante le prove preolimpiche del 1966. La scarpa che inizialmente la svelò fu chiamata Limber, che fu usata durante i Giochi Olimpici del Messico del 1968 e successivamente ribattezzata Mexico 66.
Fondata nel 1906, New Balance iniziò a vendere supporti per l’arco e non produsse scarpe da ginnastica fino al 1938. Il nome dell’azienda si basava sulle osservazioni del fondatore William J. Riley, secondo cui la zampa a tre dita di pollo mostra un equilibrio perfetto. Di conseguenza, il marchio ha prodotto supporti per archi con tre rebbi.
New Balance segue un sistema di denominazione dei numeri di modello/ stile per le sue scarpe. Ogni nome di modello è diviso in quattro sezioni, ognuna delle quali corrisponde alle categorie a cui appartiene quel particolare modello.
Skechers ha iniziato come il più grande distributore di Dr. Martens negli Stati Uniti. Alla fine ha avuto un litigio con i produttori delle scarpe Dr. Martens e ha dovuto continuare con la propria etichetta.
Saucony, Keds, Merrell e Sperry sono marchi di scarpe da ginnastica che sono tutti di proprietà di Wolverine Worldwide, Inc., un’azienda produttrice di calzature con sede nel Michigan.
Reebok prende il nome da una piccola antilope del Sud America chiamata rhebok.

Ultimo aggiornamento 2020-07-09 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API